Delegat’s – risultati 2013

nessun commento
DELEGATS 2013 1

Dopo diversi anni passati a ristabilizzare la struttura finanziaria e a portare l’azienda a un buon livello di redditività, nel corso del 2012-13 Delegat’s ha ripreso il sentiero della crescita investendo 73 milioni di dollari locali nell’acquisizione di nuove tenute, parte in Nuova Zelanda  e parte in Australia. Il risultato è un incremento del debito del 47% circa, che si confronta con dei risultati reddituali (2012-13) non troppo soddisfacenti, in parte a causa della vendemmia scarsa ma soprattutto a causa del forte apprezzamento della valuta locale. Il marchio Oyster Bay continua a crescere penetrando negli USA. L’andamento borsistico premia la strategia: il valore delle azioni ha raggiunto 384 milioni di dollari locali, con un multiplo di 9 volte il MOL (storico) e 11.6 volte l’utile operativo. Vediamo insieme i numeri.

DELEGATS 2013 2

 

  • Le vendite sono state di 222 milioni di dollari neozelandesi, +3%, realizzati a fronte di un incremento del 5% dei volumi a 1.95 milioni di casse e di una riduzione del prezzo per cassa del 2% a 114 dollari locali.
  • La performance del gruppo nei mercati storici, Europa e Asia-Pacifico non è stata così positiva, avendo registrato un calo dei volumi del 3% circa. È invece cresciuta del 25% il volume spedito in Nord America, che con 670 mila casse raggiunge il mercato asiatico. Possiamo quindi dire che Delegat’s appare molto ben diversificata per mercati geografici.
  • I dati sui margini, tutti aggiustati per gli aggiustamenti del valore della vigna (quest’anno positivi!), mostrano margini stabili intorno al 25% per il MOL e al 20% per l’utile operativo. Anche l’utile netto, che ha toccato i 26 milioni di dollari australiani non è molto distante dallo scorso anno. Se riaggiungessimo gli aggiustamenti invece l’ultima linea del bilancio farebbe 41 milioni, +61%.
  • La parte più interessante è però quella delle acquisizioni. Il gruppo ha comperato Kaituna Vineyard in Marlborough per 13 miloni, Matariki Vineyard In Hawkes Bay per 9 milioni e Barossa Valley Estate Limited in South Australia per 28 milioni di dollari neozelandesi. Questi sommati agli altri investimenti hanno portato Delegat’s a investire oltre 70 milioni di dollari nell’anno, riprendendo il ciclo di investimenti.
  • Il debito sale quindi a 135 milioni rispetto ai 92 dello scorso anno, scontando anche 9 milioni distribuiti come dividendo ai soci. Il rapporto debito/MOL sale da un tranquillissimo 1.7 volte a 2.4 volte, ancora piuttosto basso considerando che gli attivi tangibile del gruppo sono quasi 300 milioni, quindi oltre 2 volte tanto.
  • Terminiamo con le prospettive. La vendemmia 2013 è stata il 40% sopra lo scorso anno e il 4% sopra le attese. Ciò ha consentito a Delegat’s di “recuperare” le scorte che aveva lasciato indietro. Considerando questo e le recenti acquisizioni ci si può attendere un buon 2014…
DELEGATS 2013 T DELEGATS 2013 3 DELEGATS 2013 4 DELEGATS 2013 5
Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>