dati ISTAT


Esportazioni di vino italiano – aggiornamento aprile 2019

nessun commento

 

Le esportazioni di vino riprendono forza in Aprile con un dato molto positivo (+9%) supportato da due aspetti: 1) la tempistica delle feste Pasquali che probabilmente ha fatto spostare spedizioni di spumanti da marzo (stabile) ad aprile (+14%); 2) la rinnovata forza delle esportazioni di vini in bottiglia, supportata dalla ripresa dei volumi (+9% e +10%) rispettivamente. Dal punto di vista geografico, l’idea di fondo che gli USA debbano crescere più della Germania e che il Regno Unito debba calare non si confermano in questi dati (anche se UK è sceso in Aprile). Sul dato più stabile dei primi 4 mesi sono 4 mercati a supportare il nostro export: Germania, Regno Unito, Olanda e Giappone. Passiamo a commentare qualche numero.

Continua a leggere »

Piemonte – produzione di vino e superfici vitate 2018 – dati ISTAT

nessun commento

 

La vendemmia del Piemonte 2018 è stato un ritorno alla normalità dopo un pessimo 2017, con una produzione di 2.7 milioni di ettolitri di vino. A differenza del contesto nazionale, se il recupero sul 2017 è importante (+30% in Piemonte, +23% in Italia), la vendemmia 2018 non è “eccezionale” come lo è stata nel resto del paese (+22%). Ciò è presumibilmente frutto della quota elevatissima di prodotti DOC (93% del totale), dove le variazioni produttive sono meno importanti che per gli altri prodotti viste le limitazioni regolamentari sulle rese per ettaro. Non è un caso che nell’anno in cui si assiste a forti crescite nelle produzioni di vini da tavola, in Piemonte è successo esattamente il contrario. Passiamo ai dati.

Continua a leggere »

Puglia – produzione di vino e superfici vitate 2018 – dati ISTAT

nessun commento

 

La Puglia è una delle poche regioni che secondo ISTAT non ha subito un calo produttivo nel 2017. Per tale motivo, sebbene la vendemmia 2018 (10.6 milioni di ettolitri compreso mosti e quasi 10 senza) sia di un buon 50% sopra la media storica, la progressione rispetto al 2017 è molto meno marcata. Le due vendemmie sono anche più simili tra loro rispetto alle altre regioni, e comunque molto diverse dagli anni antecedenti al 2017. La considerazione già fatta è però che tanta produzione non è andata a rimpolpare la parte pregiata del vino pugliese ma quella a più basso valore.  Infatti, per quanto possa sembrare strano, la produzione 2018 di vini DOC è in realtà inferiore alla media storica. Nel 2018 come nel 2017 la quota di vini da tavola sul totale prodotto è ritornata a livelli del 70%, simili a quelli di molti anni fa. Passiamo ai dati specifici.

Continua a leggere »

Veneto – produzione di vino e superfici vitate 2018 – dati ISTAT

nessun commento

 

Un quarto della produzione nazionale di vino, un terzo di quella dei vini bianchi e il 40% della produzione di vini DOC. Queste sono le proporzioni del settore vinicolo veneto nel 2018, anno di picco della produzione nel nostro paese da… dal millennio scorso a questa parte. I dati che presentiamo oggi hanno il segno più su tutte le linee, con una produzione totale di 12.9 milioni di ettolitri (+50% sia sull’anno scorso che sulla media storica), una superficie vitata cresciuta di oltre 2mila ettari a 87mila ettari e una resa per ettaro elevatissima: secondo i dati rielaborati dal tabellone ISTAT nel 2018 si sono sfiorati in media i 190 quintali per ettaro. E non stiamo parlando di una produzione di basso livello, dato che il 70% del vino prodotto è DOC e il 17% IGT. Bene, questi sono i dati del Veneto che trovate allegati e discussi in dettaglio nel prosieguo del post.

Continua a leggere »

Esportazioni di spumante Italia – aggiornamento primo trimestre 2019

nessun commento

 

Le esportazioni di spumante nel primo trimestre sono visibilmente rallentate rispetto al passato, forse anche a causa dello spostamento della Pasqua in Aprile rispetto alla fine di Marzo. In un trimestre poco significativo dal punto di vista stagionale, la crescita del 6% (322 milè ormai legata soltanto al Prosecco, che continua la sua corsa (+21%), mentre tutti gli altri spumanti (che oramai sono un terzo del totale, almeno nel primo trimestre), hanno perso circa il 15% delle esportazioni. Nel complesso, i due principali mercati per gli spumanti italiani sono in crescita tra il 4% (USA) e il 5% (Regno Unito), mentre i principali mercati dell’Europa continentale sono in crescita del 5-6% ad eccezione della Germania. Nel trimestre va poi menzionato il calo del Belgio, compensato dalla forte crescita del Giappone, ma si tratta di andamenti più legati alla tempistica delle consegne che non a veri cambiamenti strutturali, vista l’esiguità dei numeri in gioco. Passiamo ai dati.

Continua a leggere »