Esportazioni di spumante italiano, aggiornamento Marzo 2007

nessun commento

Le esportazioni di spumante hanno fatto segnare in Marzo un +10%, un dato piuttosto buono anche se non paragonabile ai numeri dei primi due mesi dell’anno. Le esportazioni totali hanno raggiunto poco piu’ di EUR310m, corrispondenti a 1.1m/hl. La bilancia commerciale degli spumanti resta stabile in terreno positivo per circa EUR135m.
Italian sparkling wine exports were +10% in March, a good performance but well below the jump shown in January and February. Total exports reached a bit more than EUR310m, for 1.1m/hl. The commercial balance for sparkling wines is still positive for roughly EUR135m.
expmarzo07-1.jpg

I volumi sono cresciuti del 15% a 1.1m di hl, un nuovo record storico per l’export di spumanti italiani. La crescita annua dei volumi rimane molto rilevante, siamo al 24% annuo. I volumi salgono in ogni mercato: Germania +15%, USA +28%, Regno Unito +21%: questi tre mercati concentrano circa il 50% dei consumi totali di vino. Va comunque considerato che ci sono nazioni che stanno crescendo in modo turbolento: la Russia, per esempio, cresce da 27000 hl a 46000 hl soltanto in un anno, facendo segnare un +71%.
Volumes were up by nearly 15% to 1.11m hl, a new historical high. Yearly growth for volumes remain impressive at 24% on a yearly basis. Volumes are up in all key markets: Germany +15%, USA +28%m and UK at +21% concentrate about 50% of total sparkling wine volumes. It is however also worth mentioning the performance of Russia, which moves from 27k/hl to 46k/hl in just one year, +71%.
expmarzo07-22.jpg

Il mix e’ ancora in peggioramento, anche se leggero: siamo arrivati a 2.81 Eur per litro. E’ il livello piu’ basso che abbiao visto da quando c’e’ il blog. Come mai? La Germania e’ il principale indiziato, con un livello medio di EUR2 per litro, circa il 30% al di sotto della media. Invece gli altri mercati importanti hanno un mix molto migliore: sia USA che Regno Unito stanno a 3.1EUR pe litro, quindi circa il 10% sopra la media. Nel campo degli spumanti va probabilmente fatta una considerazione di mix molto importante, separando il metodo classico (Franciacorta, Trento DOC e via dicendo) dai moscati astigiani e i prosecchi: due metodi di produzione diversi e due prezzi di vendita completamente differenti per prodotti molto diversi. Purtroppo in queste statistiche tutto quanto viene messo insieme…
Price mix is still moving slightly down and we are now at 2.81. This is the lowest level we have witnessed in the recent past. Why is that: Germany plays an important role with its EUR2 per liter average, a 30% below the global average. Other key markets are instead showing a better mix: USA and UK are at 3.1, roughly 10% better than the total average. One comment on this price-mix is that the category includes two very different products with very different prices: on one side you have “metodo classico” sparkling wines, which are highly priced, on the other hand you have muscat, prosecco and other products based on “Charmat” methodology, which are sold very cheap. A small change in this mix becomes critical for the overall equilibrium of the average price of the whole category.
expmarzo07-33.jpg

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>