Germania


Germania – mercato e consumi di vino – aggiornamento 2013

1 commento
germ cons 2013 1

Il mercato del vino tedesco nel 2013 si conferma sui livelli del 2012, anche se i canali distributivi si stanno spostando verso i discount. I consumi pro-capite, secondo il Deutsche Wine Institute, sono in leggero progresso per i vini fermi, a 21.1 litri pro capite, anche se il valore delle vendite al dettaglio mostra un leggero calo, peraltro comune a quello della birra. Strutturalmente, il consumo di vino progredisce per quanto riguarda i vini esteri, arrivati a 12 litri pro capite e rimane stabile per quelli locali. Passiamo a commentare i grafici che presentiamo nel post.

Continua a leggere »

Germania – produzione vino e superfici vitate 2013

nessun commento

germania prod 2013 1
Apriamo l’anno con i dati sulla produzione 2013 della Germania, cui seguirà il post sul mercato tedesco. La vendemmia 2013 in Germania è stata meno generosa del 2012, a causa del ritardo con cui si è sviluppata l’annata. I vini, secondo il Deutsche Wine Institut da cui abbiamo ricavato questi dati, ha prodotto vini molto fruttati tra i bianchi, con una gradazione alcolica relativamente limitata, un buon mix rispetto a quello che il mercato richiede di questi tempi. Ma andiamo a vedere i dati nel dettaglio.

Continua a leggere »

Schloss-Wachenheim – risultati 2013/14

nessun commento
ssw 2014 2

Schloss-Wachenheim ha avuto un ottimo 2013-14, con un leggero incremento delle vendite ma un più deciso aumento degli utili grazie al calo degli oneri finanziari e della tassazione. Come ricorderete il gruppo è esposto in proporzioni molto simili al mercato tedesco, francese e a quello dell’Est Europa, con una presenza nel segmento dei vini spumanti ma anche nella nicchia a forte crescita dei vini non alcolici. Andiamo insieme a vedere l’andamento dei principali mercati e i risultati 2013-14.
Continua a leggere »

Le bilance commerciali del vino – aggiornamento 2013

nessun commento
bilcom 2013 0

 

Oggi sfrutto i dati del GTA Atlas che ha pubblicato ISMEA recentemente per fare il punto sulla bilancia commerciale del mondo del vino. Come voi sapete, il commercio internazionale di vino e’ un mercato gigantesco, pari a circa 100 milioni di ettolitri e 25 miliardi di euro. Sappiamo tutti chi sono i grandi esportatori (Francia, Italia, Spagna in primis, poi Cile e Australia), sappiamo anche chi sono i grandi importatori, cioe’ i grandi paesi anglosassoni come USA e Regno Unito, ma non parliamo mai della “bilancia commerciale”, cioe’ di come si muovono i saldi netti di import-export per paese. Ebbene, con questi dati pur leggermente incompleti perche’ le esportazioni e le importazioni di qualche paese con volumi marginali non sono listati (lo trovate in carattere italico nella tabella), possiamo farci una idea decente. E il risultato ci vede saldamente primi come volumi (17.6 milioni di ettolitri contro i 16 della Spagna) e secondi come valore (4.7 miliardi di euro nel 2013 dopo la Francia a 7.1 miliardi). Ma soprattutto ci vede primi come trend tra i grandi esportatori, avendo realizzato una crescita anche nel 2013 quando gli altri paesi hanno visto la bilancia commerciale stabilizzarsi. Solo frutto del nostro export? Non proprio, l’economia interna debole ha aiutato a mantenere sotto controllo le importazioni. E dall’altra parte chi c’e’? Il Regno Unito che di vino non ne produce e ne riesporta ben poco. Andiamo ai numeri.

Continua a leggere »

Schloss-Wachenheim – risultati 2012/13

nessun commento
SSW 2013 1

 

Il 2012-13 di Schloss-Wachenheim si e’ concluso in maniera soddisfacente, nonostante un contesto economico difficile nei principali mercati (Europa) e la pressione sui costi delle materie prime (basi spumante principalmente). Le vendite sono aumentate del 5% superando per la prima volta la barriera dei 300 milioni di euro, il taglio dei costi operativi ha consentito di compensare una riduzione del margine industriale, di conseguenza l’utile netto alla fine cresce di quasi il 10%. La valutazione borsistica del gruppo e’ cosi’ cresciuta del 50% e oggi sfiora i 100 milioni di euro, per un multiplo comunque piuttosto modesto di 10 volte gli utili. Passiamo ai numeri dell’anno.

Continua a leggere »