Gruppo Italiano Vini – bilancio 2005 – prima puntata

2 commenti
Print Friendly, PDF & Email

Fonte: bilancio 2005 da banca dati Cerved/ Source: 2005 company report from Cerved database

Andamento del fatturato. Nel 2005 il fatturato ha recuperato in modo significativo a 257m rispetto ai 235m del 2004, anche se l’andamento e’ stato negli ultimi anni "altalenante" (245m nel 2002). La crescita del 9% e’ stata realizzata soprattutto all’estero, dove le vendite sono cresciute del 11.3%, contro il +2% dell’Italia (32% delle vendite). A dire la verita’ nella suo comunicato GIV riporta delle crescite diverse da quelle del bilancio, menzionando per l’estero una crescita del 7.3% a valore e del 3.6% a volumes (forse per valore intendono prezzo medio e si devono sommare?). Comunque, la prima considerazione sul bilancio, ben evidenziata in questo grafico che confronta GIV con il campione Mediobanca e’ che GIV, che e’ il piu’ grande viticoltore italiano, non guadagna quota di mercato ma anzi le perde.

Revenue trend: in 2005 sales were recovering, reaching 257m vs. 235m in 2004, even if the trend has been quite volatile in the past years (245m in 2002). The 9% increase has been generated abroad, with a +11.3%, while Italy was +2%, representing 32% of sales. However, when reading the official press release by GIV, the revenues outside Italy are said to be +7% in value and +3.6% in volumes (are they maybe using value as a synonim of average price)?). Anyway, the first comment to be made is that GIV has not gained market share over the past years vs. other major producers: as shown in this graph, the revenues grew less than for other countries.

GIV2-1.bmp

Andamento dei margini. Beh, GIV resta nell’ambito delle cooperative e quindi genera degli utili "simbolici", nel senso che gli azionisti sono anche i principali fornitori e quindi i soldi li incassano vendendo le materie prime a GIV a un prezzo "favorevole". Con acquisti di materie prime al 62% del fatturato (64% nel 2004), GIV ha un margine operativo lordo pari al 5% del fatturato, cioe’ circa 13m di euro. Da notare che nel 2005, a fronte di minori spese per le materie prime, GIV ha innalzato la spesa per il personale da 28m a 34m. L’utile netto circa 2 milioni,  un simbolico 0.7% del fatturato.

Trend of margins. Well, GIV is a cooperative and therefore has no significant profits. Shareholders are the supplier of grapes and wine, implying that the cash in from these sales represents part of their profits, probably being paid a favourable price. With 62% of sales represented by purchases (64% in 2004), GIV has an EBITDA margin of 5%, around 13m in total. Please note that in 2005, with lower raw material expenses, GIV had higher personnel expenses (from 28m to 34m). Net profit is around 2m, which is a quite symbolic 0.7% of sales.

 GIV2-2.bmp

Ultima considerazione la qualita’ del prodotto GIV. Incrociando i dati del bilancio con la loro dichiarazione riguardo al numero di bottiglie prodotte e vendute di oltre 70 milioni, ricaviamo un prezzo medio di vendita al litro di circa 4.5-5 euro. Un livello di tutto rispetto!

Last issue, the quality of the product. Crossing company reports and press information, we get to 70m bottles produced and sold, with an average price of 4.5-5 EUR. A pretty high level!

Nella prossima puntata parliamo del debito, del capitale investito e del ritorno sul capitale. Next time we talk about debt, capital employed and return on capital.

 

GIV2-3.bmp

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “Gruppo Italiano Vini – bilancio 2005 – prima puntata”

  • Fabrizio

    Grande Marco, chissa che la prossima volta te lo facciano avere a domicilio con una bocci di Sfursat 5 stelle questo benedetto bilancio 😀
    Una domandina, ma sai già cosa è successo nel 2003?

  • bacca

    Mah, io ho la sensazione che nel 2003 ci sia stata una flessione derivante dalla cattiva annata dell’anno precedente. Ho ragione di credere che molto del fatturato di queste cantine sia realizzato con vino d’annata, nel senso di un prodotto venduto nei 12 mesi successivi alla vendemmia…

    ciao

    bacca

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>