Le esportazioni di vino nel mondo – aggiornamento 2015

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

export mondo 2015 0

Come commentava qualche settimana il settimanale “il Corriere Vinicolo”, le esportazioni italiane potevano fare meglio. Il confronto con i grandi paesi produttori che proponiamo oggi lo mette chiaramente in luce, mostrando un andamento inferiore a quello della Francia, ma soprattutto un deterioramento nella seconda parte dell’anno, quando l’impatto del cambio ha raggiunto il suo massimo e le esportazioni italiane invece di accelerare hanno rallentato il passo. Tutto ciò è emerso nonostante il secondo semestre sia quello degli spumanti, il vero traino dell’export. Prima di addentrarci nei numeri, vi segnalo che i dati di questo aggiornamento sono migliorati rispetto ai precedenti grazie al contributo di UN Comtrade, che mi ha permesso di mettere a posto qualche serie un po’ zoppicante. Tornando ai dati, l’Italia resta saldamente al secondo posto “mondiale” nel commercio di vino, sia per quanto riguarda il valore (seconda alla Francia) che per quanto riguarda il volume (seconda alla Spagna). Nel grafico sopra noterete come se parametrati all’export di primi 11 paesi esportatori (ne ho aggiunti un paio…), siamo passati dal 22.1% al 21.6% dopo diversi anni di crescita quasi costante. Passiamo ai dati.

export mondo 2015 1

  • L’export dei primi 11 paesi esportatori mondiali è cresciuto da 23 a 24.8 miliardi di euro, +7.7%, grazie a un robusto effetto derivante dal prezzo e dai cambi, data la svalutazione dell’euro contro le maggiori valute mondiali. In termini di volumi, questi stessi paesi hanno esportato vino per circa 95 milioni di ettolitri, soltanto l’1% in più del 2014.
  • La Francia mantiene la leadership assoluta con 8.3 miliardi euro di export, +6.8% nel 2015, quindi leggermente meno della crescita totale, ma chiaramente meglio di tutti gli altri esportatori “a valuta euro”. La Francia ha beneficiato di un forte effetto prezzo (9%) e ha accelerato il passo nel secondo semestre rispetto al primo, +7.3% contro +6.2%.
  • L’Italia invece ha fatto il contrario come dicevamo, +4.4% nel secondo semestre contro +6.5% nel primo semestre e chiude l’anno a 5.35 miliardi di euro, con un effetto prezzo del 7% e volumi in calo dell’1%. Come dicevamo sopra la “quota” sui primi 11 esportatori è scesa leggermente.
  • La Spagna segue il destino italiano, anch’essa con un deterioramento della crescita nel secondo semestre, +3% contro +6%, e un valore export totale di 2.7 miliardi di euro, +4%. La Spagna cresce soltanto per volume e niente per prezzo, il che la dice lunga sulla mancanza di “potere negoziale” del prodotto spagnolo nel mercato, in un anno in cui i cambi avrebbero dovuto sostenere il prezzo di export.
  • Cile, Australa e USA sono tutti beneficiati dall’impatto cambio, quando si traducono i loro dati in euro. +19%, +16% e +26% rispettivamente a valore. L’Australia è forse quello che vale la pena di sottolineare, dato il balzo dell’export nella seconda metà dell’anno rispetto alla prima e dato il fatto che questo paese ricopriva posizioni ben più importanti nel settore qualche anno fa…
  • La classifica si completa con alcuni paesi che mancavano in passato, come la Germania, settimo esportatore mondiale di vino con poco meno di 1 miliardo di euro (andato male il 2015 per i tedeschi), e il Portogallo, numero 9 nel mondo con 736 milioni di euro (anche loro non sono andati bene). In mezzo ci stanno i neozelandesi che continuano a salire la classifica: con 962 milioni di euro (+13%) sono a ridosso dei tedeschi…
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco Baccaglio

export mondo 2015 15 export mondo 2015 3export mondo 2015 4

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>