I consumi di vino totali e pro-capite 2015 – aggiornamento OIV

1 commento
Print Friendly
OIV 2016 CONSUMPTION G0

Come ben sapete i dati OIV mi danno sempre molto da pensare, essendo un mix di dati presi qua e là, talvolta poco rispondenti alle nostre evidenze. Detto questo, è ora di aggiornare i dati sui consumi di vino al 2015. Le novità rispetto ai trend visti negli ultimi anni non sono di poco conto: il trend di calo strutturale dei consumi in alcuni mercati sembra essersi arrestato nel 2015. Stiamo parlando di grandi paesi consumatori come l’Italia (ed effettivamente questo dato risponde abbastanza ad alcune evidenze ISTAT) o la Spagna, mentre proseguono nel loro progresso gli USA, ormai il principale mercato mondiale senza discussioni, con 31 milioni di ettolitri consumati nel 2015 sul totale di 240 milioni. In difficoltà il mercato francese, unico negativo tra i grandi consumatori. Questi 240 milioni, se confermati, potrebbero rappresentare un marginale incremento rispetto al 2014, che si era fermato secondo OIV a 239.1 milioni. Se consideriamo quindi i dati delle ultime due vendemmie, 2014 e 2015, di 270-275 milioni di ettolitri e che circa 30 milioni di ettolitri sono “bevuti” dagli usi industriali e non dall’uomo, siamo di fronte a un mercato in sostanziale equilibrio, dove sia il consumo che la produzione (vedi superficie vitata ormai bloccata a 7.5 milioni di ettari) sono fermi. Passiamo a commentare insieme qualche dato.

OIV 2016 CONSUMPTION G2

  • Il consumo mondiale di vino stimato nel 2015 è stato di 240 milioni di ettolitri, in leggero incremento rispetto ai 239 milioni del 2014 ma leggermente di meno rispetto alle evidenze degli anni passati, quando aveva calcolato dati intorno a 243-244 milioni di ettolitri.
  • Le ragioni del calo sono da ricercare nei grandi consumatori storici di vino come Italia, Francia e Spagna che hanno fortemente ridotto i consumi (la Francia anche nel 2015…). Se allarghiamo l’orizzonte a un quinquennio, gli USA e Canada consumano 4 milioni di ettolitri in più, Francia, Italia e Spagna combinate circa 7 milioni di ettolitri in meno, mentre crescono leggermente sia i grandi mercati scandinavi che gli altri grandi produttori del nuovo mondo.
  • La Francia merita una annotazione, unico mercato in calo nel 2015, con 27.2 milioni di ettolitri, che comunque corrispondono a un consumo pro-capite di 45-46 litri, ben al di sopra del livello italiano, ormai intorno a 33 litri, ma stabile rispetto allo scorso anno. Forse proprio questa stabilizzazione in Italia, ma anche in Spagna già dal 2014 sono le novità di questi dati OIV.
  • Restano molto difficili da leggere invece i dati del mercato cinese, dove si misurano delle fortissime crescita delle importazioni di vino a cui però non sembrano corrispondere andamenti dei consumi altrettanto vigorosi: la Cina, nonostante il forte potenziale, resta il quinto mercato mondiale per consumi di vino, ben dietro a Italia e Germania e con un andamento altalenante nel corso degli ultimi anni.
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco
OIV 2016 CONSUMPTION G1 OIV 2016 CONSUMPTION 0 OIV 2016 CONSUMPTION 1
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “I consumi di vino totali e pro-capite 2015 – aggiornamento OIV”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>