La produzione di vino nel mondo 2016 – prima stima OIV

nessun commento
prod-vino-mondo-2016-prel-2

Stanco di vedere I dati sbagliati riguardo alla produzione italiana di vino, da questo post ho deciso di passare a una versione “I numeri del vino – OIV” per quanto riguarda l’aggiornamento della produzione mondiale. Semplicemente, ho sostituito i dati OIV con quelli provenienti dagli uffici statistici di Francia, Italia e Spagna. La differenza non è importante ma comunque c’è. Parliamo di 4-4.5 milioni di ettolitri “di troppo” nella stima OIV rispetto alle nostre evidenze, che naturalmente fanno riferimento alla produzione di vino esclusi mosti e succhi d’uva (come anche specificato nelle tabelle OIV che abbiamo integrato).

Bene, il 2016 si prevede essere una annata largamente sotto media, circa 260 milioni di ettolitri prodotti contro la media storica di 267 milioni circa, quindi il 3% meno, che diventa -5% quando il confronto viene fatto con il 2015. Dove manca la produzione? Non certamente da noi, come ben sapete. Ma piuttosto in Francia, dove manca il 10% del prodotto rispetto alla media e, soprattutto, in Argentina, Cile e Sud Africa, dove la produzione sembra aver subito un tonfo molto significativo. Siamo quindi di fronte al quarto anno consecutivo in cui la forbice produttiva tra Europa e Resto del mondo si allarga. Andiamo a leggere qualche numero insieme.

prod-vino-mondo-2016-prel-2x
  • Si prevedono circa 260 milioni di ettolitri di vino prodotti nel 2016, rispetto a un livello rivisto da OIV di 274 milioni di ettolitri (che diventano 272 milioni nelle nostre tabelle rettificate). Il calo è nell’ordine del 5% come dicevamo, con un andamento del 3% sotto la media.
  • Chi si distanzia di più dalla produzione storica? Certamente la Francia, che con 42 milioni di ettolitri attesi è giù del 12% rispetto al 2015 e del 10% rispetto alla media. In Europa è stata una vendemmia molto povera anche in Germania, dove manca il 5-6% del prodotto e in Portogallo, 12% sotto media e 20% sotto il 2015. Fuori dall’Europa, va certamente menzionato il caso dell’Argentina, da 13 a 9 milioni di ettolitri, oltre un terzo peggio della media storica. Anche nel vicino Cile le cose non sono andate bene, anche se rispetto alla media manca solo il 4% della produzione: la verità è che i 10 milioni di ettolitri del 2016 per il Cile “marcano” un anno cattivo, mentre negli anni buoni ormai sfiorano i 13. Stesso discorso per il Sud Africa, dove la produzione perde due milioni di ettolitri, scendendo sotto i 10 milioni di ettolitri per la prima volta dal 2011.
  • L’Italia è certamente il paese con la miglior vendemmia 2016 tra i grandi. Siamo secondo OIV addirittura sopra il 2015 e quindi l’11% in più della media degli ultimi 10 anni.
  • In un ipotetico bilancio Europa e resto del mondo, che potete apprezzare dal grafico vi accorgete che anche nel 2016 la forbice si sta riallargando a fronte delle . E’ frutto di una forte volatilità delle produzione extra europee. Se in Italia e Francia mediamente la produzione varia su e giù dell’8% di anno in anno, in paesi come Argentina e Cile le vendemmie sono mediamente del 15% in più o in meno della media, e per la stessa Australia viaggiamo intorno al 10%. Per non parlare dei dati dell’Est Europa dove i dati OIV sono particolarmente ballerini.


prod-vino-mondo-2016-prel-3 prod-vino-mondo-2016-prel-4

prod-vino-mondo-2016-prel-5

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>