Germania – produzione vino e superfici vitate 2010

nessun commento

Fonte: www.deutscheweine.de.
• Nel 2010 la Germania ha subito un forte calo della produzione di vino. Sono stati prodotti poco meno di 7m/hl, cioe’ il 25% in meno rispetto all’anno precedente e alla media storica, che sta tra 9 e 10 milioni di ettolitri.
• Il calo della produzione e’ stato abbastanza ben distribuito tra vini bianchi (-28%) e vini rossi (-22%).
• Invece, il calo produttivo ha riguardato *esclusivamente* i vini da tavola e i Prädikatswein, in calo rispettivamente del 63% e del 56%, mentre la produzione di vini di qualita’ e’ rimasta pressoche’ stabile intorno a 5.1 milioni di ettolitri.
• Le superfici vitate sono stabili intorno a 102mila ettari totali e 100mila ettari in produzione. Si intravede, forse, un leggero decremento ma stiamo parlando di poche centinaia di ettari.
• Continua la riqualificazione del vigneto tedesco: il Riesling e’ stabile a circa il 22% del vigneto totale, continua a perdere terreno il Muller-Thurgau, ormai al 13.3% (era piu’ del Riesling nel lontano 1995), e il Sylvaner. Dato che la penetrazione dei vitigni bianchi non cambia (anzi, sale leggermente), a guadagnare terreno sono il Pinot Grigio e il Pinot Bianco, intorno all’8.6% del vigneto totale. Ancora molto piccolo, ma sta guadagnando terreno anche lo Chardonnay, oggi all’1.3% del vigneto tedesco.
• Nel segmento dei rossi, il Pinot Nero perde un po’ di superfici, un po’ inaspettatamente, a vantaggio di qualche vitigno internazionale come il Merlot e il Cab Sauvignon.

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>