Canada – consumo e mercato del vino, dati 2016/17

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

 

Anche nel 2017 il mercato canadese continua a mostrare una crescita sana e costante del mercato del vino. Le vendite di vino annue per l’anno terminante marzo 2017 sono cresciute del 3% con un +2% in volume e 1% in prezzo mix. Le tendenze chiave di questo mercato moderno ed evoluto (basti pensare che stiamo parlando di un valore medio al dettaglio di 14 dollari canadesi al litro, che sono circa 9 euro) restano quelle degli anni scorsi: il vino cresce in proporzione al resto delle bevande alcoliche, all’interno del segmento le categorie vincenti sono gli spumanti e, in minor misura, vini bianchi e rosati. Anche se i vini rossi sono oltre la metà del totale consumato (a valore e volume), di questo passo in un paio d’anni potrebbero scendere sotto il 50%. Passiamo all’analisi dei dati.

 

  • I dati di Statistics Canada dicono che il mercato canadese del vino ha superato quota 7 miliardi di dollari canadesi nel 2017 (12 mesi terminati a Marzo), 7.2 per la precisione, con un incremento del 3.1% sul 2017 e del 3.8% medio negli ultimi 5 anni. Il vino cresce di un altro 0.3% nella proporzione sul consumo totale di bevande, dal 31.7% al 32%, con un ritmo costante anche se leggermente più lento di qualche anno fa.
  • In termini di volume, stiamo parlando di 5.05 milioni di ettolitri consumati, pari a un incremento dell’1.8% nel 2017 e del 2.6% medio negli ultimi 4 anni. Ne risulta quindi un contributo stabile del prezzo mix dell’1-1.5%.
  • Più in particolare, dai dati si evince un prezzo medio di 14.2 dollari al litro per il totale, che diventa 14.7% per i vini rossi (+1.1% sui 5 anni) e 12.7 dollari per i vini bianchi (+1.0%) e 21.8 dollari per i vini spumanti (+6.3%).
  • I prodotti locali sono più forti nei vini bianchi, che rappresentano il 40% del consumo. Stanno però crescendo nei vini rossi, dove sono passati dal 23% di qualche anno fa all’attuale 26%, con una crescita del 4-5% contro il 2% circa dei vini rossi importati. Scende invece nel tempo la quota di vini spumanti locali, man mano che il consumo cresce: sono ormai soltanto il 14% del totale.
  • L’andamento per categoria premia i vini spumanti, +11% nel 2017 a valore a 402 milioni di dollari, e +7% a volume, circa 0.7 milioni di ettolitri. A crescere sono tutte le categorie, a dire il vero. Come vedete però sia i vini bianchi che i rosati crescono più che i vini rossi: 4% e 5% rispettivamente contro l’1% dei vini rossi. Questi andamenti cominciano a riflettersi sulle crescite di medio periodo: il vino rosso rallenta a +2.4%, il vino bianco accelera a +5%, mentre i vini spumanti stanno rapidamente raggiungendo i valori del passato, dopo un 2013 e 2014 in calo.

 

Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

 

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>