Vendite di vino al dettaglio in Italia – dati primo semestre 2012

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

 

ISMEA ha ripreso a pubblicare i dati sulle vendite al dettaglio di vini, come rilevati da ISMEA. In uno scambio di email con la gentile Tiziana Sarnari di ISMEA ho scoperto che e’ cambiato il fornitore di dati e che i nuovi dati sono basati soltanto sulla accoppiata supermercati e ipermercati, quindi con una base differente da prima. Quest’oggi commentiamo i dati del primo semestre 2012, che sono finalmente stati ripubblicati in dettaglio: con qualche sforzo di ricostruzione e di riconciliazione provo anche a fornirvi un trend pluriennale sui dati del primo semestre per mostrarvi come si sono evoluti i volumi, i prezzi e le vendite in valore. Il quadro che ne esce e’ molto meno drammatico di quello che si potrebbe immaginare. Potrebbe essere che i canali analizzati si siano comportati meglio della media del mercato e che il segmento vino non ha recuperato post crisi 2009, ma certamente il primo semestre 2012, cosi’ come nel 2011 ha chiuso con un saldo di vendite positive, essenzialmente grazie agli aumenti di prezzo, quando i volumi sono stati ancora in leggero calo. C’e’ pero’ un secondo dato molto interessante: che dopo diversi anni di “trading up” nel 2012 i vini da tavola (nella tabella con gli IGT) stanno calando in volume all’incirca come gli altri, ma il loro prezzo sale di piu’ anche in relazione ai forti incrementi del costo della materia prima (e forse siamo soltanto all’inizio…).

I dati segnano un incremento del 2.4% delle vendite totali, fatto di un -1.8% di volumi e di un incremento dei prezzi del 4.3%. Lo scorso anno, in un commento “verbale” si parlava di un incremento delle vendite dell’1% circa, diviso equamente tra prezzi e volumi, mentre nel 2010, anno post crisi, ISMEA aveva pubblicato dei dati drammatici, con un calo del 7%. Se prendiamo tutti questi dati e li mettiamo in fila possiamo arrivare alle curve che vedete e rispondere alla domanda: fatto 100 il vino venduto nel 2008, prima della crisi, quanto se ne e’ venduto nel 2012, nel primo semestre? 94 in termini di volume, a 97 (fatto 100 il prezzo 2008) per un fatturato di “91” rispetto al 100 del 2008.

Le diverse categorie si sono comportate in modo differente. Nel segmento dei vini DOC/DOCG il primo semestre 2012 vede un calo dei volumi del 2.2% e un recupero del 3.6% dei prezzi, per un +1.4%. Nel segmento dei vini da tavola e IGT il calo medio dei volumi e’ molto simile, con -2.4%, ma i prezzi salgono del 6%, dopo i cali degli anni scorsi, chiudendo con un aumento del 3.5% delle vendite.

Non abbiamo parlato degli spumanti, ma non e’ stagionalmente un periodo importante. Le vendite sono stabili (+1%), con un incremento dei volumi dello 0.5% e, a differenza dei vini fermi, un incremento praticamente inesistente dei prezzi (+0.6%).

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>