Spagna – esportazioni di vino 2013

nessun commento
spagna 2013 1

Con esportazioni in crescita del 5% nel corso del 2013, nonostante un calo dei volumi del 12%, la Spagna si conferma stabilmente la terza forza nel mondo del trade internazionale di vino. I dati che analizziamo oggi, che provengono dal servizio statistico doganale, ci mostrano un quadro piuttosto simile a quello italiano. I volumi calano in seguito alle vendemmie piu’ scarse, e il valore dell’export aumenta grazie a un impatto del prezzo mix, che nel 2013 e’ cresciuto del 20% a 1.38 euro al litro. Ancora lontano dai nostri 2.7 euro al litro anche per via del forte orientamento verso l’export di vini sfusi e mosti, che nel 2013 si mantiene sopra il 20% del valore totale delle esportazioni, circa il doppio di quanto succede in Italia. Passiamo a commentare i dati piu’ significativi.

spagna 2013 0
  • Le esportazioni totali raggiungono 2.58 miliardi di euro, in crescita del 5.3% rispetto al dato rettificato del 2013. Con un volume esportato di 18.7 milioni di ettolitri, in calo del 12.5%, il valore medio di esportazione al litro passa da 1.15 euro a 1.38 euro, tornando a un livello superiore a quello del 2009 che mai piu’ si era osservato.
  • La Spagna continua a essere spinta dai vini sfusi, che nel 2013 crescono del 16% a 584 milioni di euro (per intenderci circa 100 milioni in piu’ di quanto esporta l’Italia). Invece, sia i vini imbottigliati che i vini spumanti crescono ma in modo molto piu’ moderato: +2.9% per i vini imbottigliati a 1.52 miliardi di euro, e +1.3% per i vini spumanti a 425 milioni di euro. Se confrontati con l’Italia, noi siamo intorno ai 3.8 miliardi di euro di export di vino imbottigliato (2.4 volte) e a 730 milioni di euro di spumanti (quindi 1.7 volte la Spagna).
  • Andando nel dettaglio per paese… c’e’ molta confusione. I volumi variano in modo molto schizzofrenico. I maggiori mercati per il vino spagnolo in volume sono la Francia, -8% a 3.7 milioni di ettolitri, la Germania, -7% a 3 milioni di ettolitri e l’Italia, -32% a 1.9 milioni di ettolitri. L’unico tra i grandi mercati positivo a volume e’ il Portogallo, in crescita del 13% a 1.4 milioni, con il Regno Unito quasi stabile a 1.6 milioni.
  • Un quadro piu’ consistente lo offrono invece i valori. In Germania le esportazioni crescono dell’11% a 404 milioni, circa una velocita’ doppia rispetto a quella dell’Italia (+6%). Il secondo mercato resta il Regno Unito, dove con 341 milioni l’export cresce solo del 2%, e qui noi facciamo +15% grazie agli Spumanti. Poi la Francia, che diventa il terzo mercato (ma soprattutto per vini sfusi) sorpassando gli USA, con 256 milioni di euro, in crescita del 22% e quarto mercato gli USA appunto dove le vendite di 246 milioni di euro sono stabili. Segue come quinto mercato ma molto distante la Svizzera stabile a 111 milioni, mentre cala pesantemente l’Italia con 107 milioni di euro (-11%).
  • Un cenno ai vini spumanti, dove il forte calo del Regno Unito -16%, il secondo mercato per il Cava, rovina l’annata per la Spagna. Proprio il mercato dove gli spumanti italiani vanno meglio…
spagna 2013 2
spagna 2013 3
spagna 2013 4
spagna 2013 5
spagna 2013 6
Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>