Esportazioni di vino italiano – aggiornamento giugno 2009

nessun commento


export vino h109 1

Nei primi 6 mesi del 2009 le esportazioni di vino italiano (mosti esclusi) ha raggiunto 1.58 miliardi di euro, con un calo del 7.5% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso. I volumi invece sono saliti del 6% a 9 milioni di ettolitri. Questi dati, messi insieme a quelli del secondo semestre 2008 ci danno un’immagine “annuale” a giugno 2009 di -2.6% sui valori e +13% sui volumi. In altre parole, il segno meno sembra essersi stabilizzato per il momento, anche forte di un mese di giugno che non e’ andato male (-2.5%). Cosa abbiamo davanti a noi: il mese di luglio dovrebbe essere difficile, dato che lo scorso anno le esportazioni fecero un +6%; se consideriamo che a giugno 2009 il -2.5% si innestava su un -0.6% del 2008, non e’ difficile immaginarsi un calo tra il 5% e il 10% mensile. Agosto 2009 dovrebbe invece essere uno scoglio facile (-7% lo scorso anno), mentre settembre 2009 si confrontera’ con un +11% del corrispondente mese dello scorso anno.


export vino h109 2

Questi numeri, che visti cosi’ non sono male nascondono forti disequilibri al loro interno. Primo: i vini spumanti stanno letteralmente crollando, trascinando giu’ il prezzo-mix generale. Secondo: in genere, il prezzo di vendita dei nostri vini sta diminuendo. Il prezzo medio dei vini imbottigliati e’ a giugno 2009 (sui 12 mesi) esattamente uguale in termini nominali a quello del 2006. I vini spumanti invece sono addirittura il 3% piu’ bassi sul medesimo confronto. Il vino sfuso, invece, viaggia a un +35% ma e’ in rapido deterioramento (+45% fino a qualche mese fa). Questa riduzione dei prezzi medi di vendita non ci aiuta: andiamo a combattere nella parte piu’ dura del mercato.

export vino h109 3

Dicevamo delle 3 categorie. Sui vini spumanti ci soffermermeremo in un prossimo post, basti dire che nei 6 mesi sono calati del 18%, in giugno del 28% e sui 12 mesi stanno a -6%. Come dire che il peggio deve ancora arrivare (e per fortuna che vanno molto meglio degli Champagne, come dice qualcuno). I vini sfusi sono a -8% nel semestre, hanno fatto un giugno a -12% e sono ancora a -2% sull’anno mobile: anche in questo caso i dati dei prossimi mesi mostreranno dei peggioramenti.

export vino h109 4

Ci allunghiamo un po’ sui vini imbottigliati, anche con una tabella ad hoc. Anche se il deterioramento continuera’ anche in questo segmento, i cali sono piu’ contenuti: intorno al -6% sul semestre e giugno ha dato un segnale positivo con +3%. Questo -6% si puo’ spacchettare tra i diversi mercati: -17% in USA, +5% in Germania, -1% nel Regno Unito. Questi fanno quasi 800 milioni dei 1300 milioni di euro esportati nel semestre. A occhio, gli USA dovrebbero aver visto il peggio (i dati mensili cominciano a essere migliori di quelli annuali o semestrali), la Germania sembra accelerare, mentre il Regno Unito e’ difficile che prenda una direzione precisa nel breve termine. Tra gli altri paesi, sottolineerei l’indebolimento del mercato svizzero e di quello Giapponese, che sta proprio capitando in questi mesi e che sono rispettivamente sul piede del -7% e del -9% annuo.


export vino h109 5

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>