Le vendite di vino in Italia nel 2006 – fonte: ISMEA-AC Nielsen

1 commento

fonte: ISMEA-ACNielsen

Da qualche mese a questa parte, ISMEA ha cominciato a pubblicare una serie di dati sul mercato italiano del vino in collaborazione con AC Nielsen, con riferimento in particolare agli acquisti di vino effettuati presso la grande distribuzione e i negozi tradizionali. Bisogna fare un “disclaimer” che pubblicheremo anche le prossime volte: questo e’ un panel che non copre i consumi di vino ma le vendite presso il dettaglio. Questo “pezzo” rappresenta circa 8-9m/hl, cioe’ circa un terzo dei consumi di vino italiani (25m/hl o giu’ di li), quindi non e’ il mercato italiano del vino, ma solo una parte di esso!
Since a few months, ISMEA-AC Nielsen published the results of a survey on the sales of wine in Italy. Disclaimer: This survey refers only to the retail sales and covers roughly one third of total wine consumption (8-9m/hl vs. a total of 25m/hl). Reading these figures, please consider that this is not “the Italian wine market” but just a piece of it!

acn1.jpg

Detto questo, l’esercizio e’ molto interessante perche’ da’ il polso del mercato: nel 2006 gli acquisiti di vino sono aumentati del 4% a valore e si sono ridotti del 2% a volume, con qualche sorpresa. Partiamo con i dati annuali 2006, per poi passare, tra qualche giorno, a quelli dei primi mesi del 2007. Nel 2006 si sono venduti 8.3m/hl di vino presso i canali di vendita, di cui 0.4m/hl di spumanti e 1.2m/hl di vino sfuso. A livello di volumi, il calo delle vendite e’ stato pari al 2% circa, essenzialmente causato da una riduzione del 13.6% delle vendite di vino sfuso (forse e’ per questo motivo che ne esportiamo sempre di piu’: non si vende piu’ nel mercato italiano…). In termini di valore, invece, le cose si sono mosse su un piano completamente diverso: aumento del 4% per il mercato a 1.9mld/EUR, sempre con le medesime caratteristiche: -14% per il vino sfuso, -3% per gli spumanti e +8% per il vino confezionato. Ma facciamo un passo in piu’: +11% per i vini confezionati DOC-DOCG.



Having said that, the analysis is very interesting, because it gives a good idea of where the market is going: in 2006 wine purchases grew by 4% in value and declined by 2% in volume, with a couple of surprises. Volumes sold were 8.3m/hl, of which 0.4m/hl of sparkling wines and 1.2m/hl of unbottled wine. The 2% decline vs. the 8.5m/hl of 2005 is mainly due to a 13.6% decline of unbottled wine sales (this is maybe the reason why we are sharply increasing the exports of unbottled wine… it cannot be sold anymore in Italy…). Moving to values, the analysis is quite different: purchases touched EUR1.9bn, +4%, with more or less the same trends by segment as unbottled wine was down 14% and sparkling wines were -3%. On the other hand, bottled wine was +8% and, more specifically, DOC-DOCG (what we would call quality wines) were +11%.

acn15.jpg

Il mercato si caratterizza quindi per un calo dei volumi, piu’ che compensato da un miglioramento del prezzo-mix. Piu’ precisamente, con un +4% a valore e un -2% a volume, il prezzo mix e’ migliorato del 6%. Volendo spaccare questo pezzo ulteriormente, mi sembra di poter dire che ci sia stato un aumento dei prezzi del 4% circa e un miglioramento del mix per il 2% circa.
The market is therefore characterised by a reduction of volumes more than compensated by an improvement of the product mix. More precisely: as values are +4% and volumes are -2%, the price-mix was positive by 6%. Should we break down this segment further, we might say that prices were +4% and mix improved by 2% roughly.

acn2.jpg

Avendo a disposizione volumi e valori di tutte le macrocategorie, possiamo dare un occhiata al prezzo medio delle diverse categorie. Il vino imbottigliato DOC-DOCG vende a 3.78EUR al litro, quello da tavola imbottigliato a EUR1.60, cioe’ a meno della meta’: ecco il valore della denominazione, il valore della burocrazia. Seconda considerazione: il vino da tavola confezionato vende a EUR1.60, quello sfuso da tavola a un filo meno di EUR1.30 (il grafico ha anche dentro i DOC-DOCG sfusi): il premio per l’imbottigliamento e’ di circa il 27% o EUR0.34 al litro. Infine un occhio agli spumanti, che mostrano il prezzo medio piu’ elevato (quasi 6EUR al litro), grazie al positivo influsso del metodo classico, che se vi ricordate vende a un prezzo medio non lontano da EUR10 al litro.

acn4.jpg

With volumes and values by category we might also give a look to prices by single segment. Quality wine sells at EUR3.78 per liter, vs. the EUR1.60 of table wine, which is less than half: this is the value of the DOCG/DOC, and somehow the value of bureaucracy. Second: bottled table wine sells at EUR1.60 while unbottled table wine sells at EUR1.26 (the number in the graph is skewed by a small portion of unbottled quality wine): the prize for bottling is 27% of EUR0.34 for table wines. Finally, a look to sparkling wines, which are showing the best price (nearly EUR6 per liter), although this is due mainly to the presence of classical method wines, which are sellint not far from EUR10 per liter.

[TABLE=30]

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Le vendite di vino in Italia nel 2006 – fonte: ISMEA-AC Nielsen”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>