La produttivita' della viticoltura: confronti per nazione – EU 2003

3 commenti
Print Friendly, PDF & Email

Riprendiamo il discorso sul reddito dell’attivita’ vinicola in Europa, guardando i dati per nazione degli ultimi anni. In particolare, ci focalizziamo su due aspetti: (1) quanto rende d’attivita’ vinicola rispetto alla produttivita’ delle aziende agricole delle diverse nazioni, disegnando un quadro non troppo positivo per l’Italia; (2) l’evoluzione nel tempo di questo reddito, che invece mostra come l’Italia abbia fatto dei passi da gigante nel corso degli anni 90, pur restando ben al di sotto dei cugini francesi. Il primo grafico vi mostra la produttivita’ per dipendente delle aziende vinicole contro quella delle aziende agricole del medesimo paese. Come vedete nel 2003 le aziende vinicole italiane erano ancora leggermente sotto la produttivita’ della media italiana del settore primario, contro una media europea di 109, cioe’ il settore vinicolo europeo ha una produttivita’ per dipendente del 9% superiore alla media del settore agricolo.

econ02-1.jpg

We look today at the data by country for productivity of wine farms, with two main objectives: (1) understand how much is the income of wine farms vs. the average level of other agricultural farms, showing a not very nice picture for Italy; (2) the evolution over time of productivity b country, where it is quite evident the progress of Italian wine industry. The first graph shows the productivity per employee vs. the average of agricultural farms of the same country. As you can see in 2003, Italian wine farms were at 97, implying a 3% lower value added per employee vs. a 109 level (9% higher) for the European Union.

Da dove viene questa differenza? Quello che vedete nel secondo grafico e’ il medesimo indicatore, separando i vini da tavola da quelli di qualita’. Quello che “frega” l’Italia e’ la scarsa produttivita’ delle aziende che producono vino da tavola (65, cioe’ il 35% inferiore alla media nazionale dell’agricoltura), che come ricorderete rappresentano una quota molto significativa della produzione italiana (poco meno di tre quarti). Invece, nel segmento dei vini di qualita’ le cose vanno meglio. L’Italia ha un indice di 128 (ricordate, sempre contro la media nazionale), con un premio non troppo lontano dal 37% che mostra la Francia. Noterei anche il livello molto scarso della Spagna, con 81, che sta a significare che il vino di qualita’ in Spagna ha una produttivita’ largamente inferiore a quella del settore agricolo locale.
Where is this gap coming from? You can see in the second picture the same ratio for quality and table wines. What is punishing Italy is the very poor productivity of farms focusing on table wines (65, ie 35% below agricultural firms), which as you know represents three quarters of Italian wine productin. On the other hand, the relative productivity of the quality wine firms is not too far from other countries: 128 for Italy vs. 137 of France. I would instead underline the very low level of Spain with 81 for quality wines, meaning that the productivity is largely below the level of the local agricultural sector.

econ02-2.jpg

Passiamo a guardare i valori assoluti della produttivita’ per dipendente in Euro per nazione, con dati che vanno dal 1989 al 2003. Qui possiamo fare confronti molto diretti. Nel segmento dei vini di qualita’, l’Italia ha una produttivita’ per dipendente di circa 23000EUR, contro 38000EUR della Francia. Siamo secondo, dato che Germania (21000EUR) e Spagna (17000EUR). Credo che la considerazione piu’ interessante sia qui il fatto che l’Italia abbiamo mostrato nel corso degli anni 90 l’evoluzione piu’ positiva tra gli stati europei, passando da un livello del 50% inferiore alla media europea a un valore che oggi si pone soltanto il 18% inferiore alla media EU.
We now focus on absolute values by nation of the value added per employee, with data from 1989 to 2003. You can see here that in quality wines, Italy has 23000EUR of VA per employee vs. 38000EUR of France. We rank n.2 before Germany at 21000 and Spain at 17000. I think that the most interesting comment here is that Italy has in fact shown in the Nineties a very positive evolution, much better than other countries, moving from a 50% discount to the European average to a more limited 18% gap.

econ02-3.jpg

Nel segmento dei vini da tavola la produttivita’ per dipendente mostra le stesse tendenze, anche se l’Italia e’ molto piu’ allineata alla media europea, con circa 13900EUR nel 1999-2003. Quello che forse vale la pena di sottolineare qui e’ che in Italia il premio in termini di produttivita’ dei vini di qualita’ e’ del 67%, in una via di mezzo tra il quasi 100% della Francia (dove quindi i vini di qualita’ sono pienamente valorizzati) e la Spagna (30%).
In the table wine segment, productivity per employee show the same trends, even if Italy is more aligned to the European average with roughly 13900EUR in 1999-2003. I would underline here that in Italy the premium of quality wines in terms of productivity (vs. table wines) stands at 67%, in between the level of France (100%, implying that they are more successful in differentiating their quality products) and Spain (30%).

econ02-4.jpg

Infine, guardiamo a questi numeri in modo dinamico per capire come si sta muovendo l’Italia rispetto alla Francia. Stiamo piano piano recuperando. Come vedete nei primi anni 90 la produttivita’ italiana era del 60% inferiore alla Francia nel segmento dei vini da tavola e del 67% nei VQPRD. Nel 1999-2003 eravamo sotto del 32% e del 40% rispettivamente. Ma soprattutto, considererei che la curva del recupero ha una pendenza “positiva”, cioe’ sta accelerando. Speriamo bene…
Finally, we give a look to these figures dinamically, to understand how Italy is moving vs. France. We are gradually recovering. As you can see in the early Nineties our productivity was 60% below France for table wines and 67% for VQPRD. In 1999-2003 we were 32% and 40% short respectively. What is encouraging is that the curve of recovery is steepening.

econ02-5.jpg
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

3 Commenti su “La produttivita' della viticoltura: confronti per nazione – EU 2003”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>