Superfici vitate in Italia nel 2006 – dati regionali

3 commenti

ISTAT ha da poco reso note le superfici vitate italiane relative al 2006, che analizziamo oggi a livello nazionale e regionale. La vigna in produzione in Italia ha ripreso il lento calo degli anni passati, interrotto da un piccolo rimbalzo del 2003. Le vaziazioni non sono significative, stiamo parlando di 4500 ettari su 680mila, pero’ contiene alcune tendenze interessanti, e cioe: un calo continuo al centro/sud, parzialmente compensato al nord, dove la viticoltura sembra “spostarsi” da ovest a est. I numeri totali: la vigna in Italia nel 2006 era di 713.819 ettari, di cui 679.009 in produzione. Poi direi senza dubbio una concentrazione del calo in 3-4 regioni, e cioè: Lazio, Puglia, Sicilia e Lombardia.

sup061.jpg

ISTAT just released the yearly data for vineyards in 2006. The Italian vineyard re-started the slow decline experienced in the past years and briefly stopped in 2005. The reduction is not significant in itself (4500ha or 0.7%), but it embeds quite interesting trends: a decline in the centre-south of Italy, partially compensated by the recovery in the North-East of the country. The total numbers are: 713.819ha total vineyard, of which 679.009 in production. I would just add one general comment: the decline is clearly concentrated in 3-4 regions, which are Lazio, Apulia, Sicily and Lombardy.

Continua a leggere »

Prezzi medi di vendita del vino per canale di vendita – primo semestre 2007

5 commenti

Fonte: ISMEA Nielsen
ISMEA Nielsen offre un secondo angolo di lettura delle vendite al dettaglio di vino. Si tratta del prezzo medio per canale di vendita (grande distribuzione, dettaglio tradizionale e altri canali) di tutte le categorie dei vini: confezionato, sfuso e spumante. Ora, in questo post, io sto commentando dei dati a cui stento a credere: chi sa di marketing mi aiuterà…
ISMEA Nielsen offers a second angle to look at the retail sales of wine in Italy. It provides an average price per channel (supermarkets, traditional stores, other) for the three key wine categories (bottled, unbottled and sparkling wines). In this post, I am about to comment figures which looks exactly the way around compared to what I would have expected. I hope that someone with marketing skills will help

priceh11.jpg

Continua a leggere »

Il sommario de "I numeri del vino" di ottobre 2007

2 commenti

Beh, ricordero’ ottobre per il lancio de “Le opinioni del vino“, con il sondaggio sulla bottiglia di vino e sulla etichettatura. Anzi, approfitto per sponsorizzare il sondaggio di novembre, che si riferisce alle guide, di cui troverete ampio resoconto a fine mese.

Abbiamo poi rielaborato i dati pubblicati in occasione di Vinexpo 2007, con le stime 2010 per il mercato mondiale del vino e le previsioni di sviluppo di uno dei mercati piu’ interessanti del mondo: la Cina.

Due nuovi fronti di analisi: il primo, relativo alle vendite al dettaglio di vino in Italia secondo ACNielsen/ISMEA di cui abbiamo analizzato i dati 2006 e del primo semestre 2007. Secondo, abbiamo aperto l’analisi delle esportazioni di vino (dati nazionali relativi al primo semestre e a luglio 2007) ai dati regionali ed esteri: siamo partiti con i numeri relativi ai vini rossi imbottigliati del Piemonte e con le esportazioni di Bordeaux rosso imbottigliato.

E’ stato poi un mese molto intenso per i dati finanziari. Abbiamo analizzato il bilancio 2006 di Antinori (prima e seconda puntata), di Frescobaldi (prima e seconda puntata) e i risultati dei primi 6 mesi di Campari.

Altri post: le vendite di Moscato, i principali numeri del vino argentino e, molto seguito, un post generato da un commento sul futuro dell’azienda Mionetto.


I will remember October 2007 for the launch of “Le opinioni del vino“, with the survey on the wine bottle and on wine labels. I take the opportunity to sponsor the new survey which is focused on wine guides: you will find a wide comment on this survey by end November.

We made a couple of posts about the date published by Vinexpo 2007: a review of the world wine market in 2010 and the expectations of the Chinese market.

We opened two new analysis which we would like to keep under scrutiny: the first one is releated to the retail sales of wine according to ACNielsen/ISMEA, for which we analysed 2006 data and H107 figures. Second, we opened the analysis of wine exports to special subproducts: in addition to the national data of June and July 2007 we opened the analysis to the data for bottled red wines in Piedmont and Bordeaux.

About financial data, we analysed 2006 results for Antinori (first and second post), of Frescobaldi (first and second post) and H1 results for Campari.

Other posts: Moscato sales, the key figures for wine business in Argentina and, a lot of readers there, a post generated by a comment on the future disposal of Mionetto (sparkling wines in Veneto).

Le opinioni del vino: le guide – seconda settimana

nessun commento

Il secondo appuntamento con “Le opinioni del vino” e il nuovo sondaggio intitolato “Le guide” e’ arrivato alla seconda settimana. Ad oggi, circa 69 hanno aderito al sondaggio, pari all’incirca a quanti hanno aderito al precedente. Siamo probabilmente in grado di fare un passo avanti. Avete tempo fino al 23 Novembre.

Chi partecipa e lascia il suo mail potrebbe vincere qualche buona bottiglia di vino!

Caratteristiche del sondaggio:
(1) Aperto dal 29 Ottobre a tutto il 23 Novembre;
(2) 5 domande che si riferiscono alla vostra opinione sulle guide, a come le utilizzate e alla vostra percezione sul loro futuro;
(3) tempo di compilazione: tra 3 e 4 minuti;
(4) tutte le risposte sul sito entro il 30 novembre.
(5) il sondaggio e’ aperto a tutti, anche a chi non e’ iscritto al panel (il quale non mettera’ la sua password).

Ecco il link del sondaggio e il link per accreditarvi al panel .

Gruppo Italiano Vini (GIV) – analisi bilancio 2006

nessun commento

L’analisi del bilancio Gruppo Italiano Vini (da ora in avanti GIV) per il 2006 e’ ancora una volta derivante da una fonte diversa dalla societa’ stessa, che non ha risposto alla mia richiesta di invio del bilancio. Gli aspetti piu’ significativi dei risultati 2006 della GIV sono: (1) un significativo miglioramento dei margini, che pur restando sotto il livello dei principali concorrenti iniziano ad essere a un buon livello; (2) la mancata crescita del fatturato del 2006 in termini organici, siccome tutta la variazione e’ da attribuire all’acquisizione di Bolla. Come dicevamo, il fatturato 2006 cresce del 3% a EUR265m, anche se tutto l’incremento e’ derivante dai EUR7.6m apportati da Bolla. Così, GIV si mantiene sotto la dinamica di crescita del fatturato del campione Mediobanca (vedi grafico): partendo da una base comune nel 2000, possiamo dire che GIV e’ un buon 10% indietro rispetto alle maggiori aziende vinicole italiane.

2006giv1.jpg
Continua a leggere »