Le Opinioni del vino: le vostre proposte per l'enoteca del futuro

18 commenti

Il sondaggio sull’enoteca del futuro ha raccolto 44 opinioni, che non sono tante, ma che hanno dato un quadro piuttosto chiaro. Quello che esce e’ che l’enoteca deve sfuggire al fattore prezzo, deve avere un prodotto completamente alternativo alla grande distribuzione, deve rendere l’enoteca anche un luogo dove far ritrovare i propri clienti e deve per quanto possibile far provare i prodotti ai propri clienti. Ma soprattutto, quello che esce e’ il desiderio dei potenziali clienti di “fidarsi” dell’enotecario. La professionalita’ e il fiuto del negoziante sono fattori che emergono sia dalle risposte chiuse che da quelle specifiche. Uno di voi commenta: “Un criterio d’acquisto importante nella mia esperienza e che vorrei sottolineare e’ acquistare da qualcuno che selezioni i prodotti sulla base di propri criteri; e del cui gusto io mi fidi per esperienza”.

enfut1.jpg

The survey on the future of wine shops collected 44 opinions. The key conclusions are: wine shops should try to avoid the price competition by having an alternative product range vs. the supermarkets, it should try to open the wine shop and to have clients discussing of wine. The test of products has also been considered an important option. However, the bottom line is that customers would like to trust the seller. The expertise of the wine expert is clearly emerging as the most important factor in the comments of people.

Continua a leggere »

Il valore della produzione di vino in Europa – dati 2004

2 commenti

Parliamo oggi del valore della produzione vinicola in Europa, cosi’ come definito da una ricerca dell’Unione Europea datata Febbraio 2006 e riferita alla produzione vinicola dell’annata 2004. Bene, secondo questa ricerca il valore della produzione di vini e mosti e’ di 17 miliardi di euro. Di questo valore, poco meno della meta’ e’ concentrato in Francia, poco meno del 30% in Italia, l’8% in Spagna, il 6% in Germania e il restante 9% in tutti gli altri posti. Come potete gia’ capire da questo grafico e da questi numeri, esistono delle forti disparita’ tra le quote di mercato in termini di volumi e di aree vitate e il valore effettivamente generato, come vedremo piu’ in dettaglio nel prosieguo del post.

winecon1.jpg

We discuss today of the value of wine production in Europe, as defined by a research of European Union dated February 2006 and using data of 2004 vintage. According to this report, the value of wine production in Europe was 17bn euro, of this nearly half was in France, a little less than 30% in Italy, 8% in Spain and 6% in Germany. As you can see from these rough numbers, the proportion between value and quantities of wine produced or planted area was not clearly respected…

Continua a leggere »

L'equilibrio del mercato del vino in Italia – aggiornamento 2007

nessun commento

Incuriosito da questi dati sugli stock di vino appena pubblicati, mi sono messo a riguardare i dati del mercato italiano del vino e ho incrociato i numeri di Unione Europea, ISTAT, AC Nielsen/ISMEA e via dicendo per fare un piccolo bilancio del vino italiano: cioe’ produciamo (+), importiamo (+), beviamo (-) e esportiamo (-). Questo dovrebbe essere un primo bilancio. Ci sono poi gli utilizzi industriali (aceto, alcol, brandy e via dicendo) per giungere a una variazione delle scorte. Che e’ il dato che abbiamo dall’Unione Europea. Vi avverto subito che alcuni dati sono stimati e che e’ difficile far quadrare gli anni solari con le campagne vinicole. Pero’ il quadro che ne esce da una chiara idea di quello che sta succedendo: se le previsioni di 40m/hl di vendemmia sono confermate, avremo per la prima volta dopo tanti anni un saldo “primario” negativo per un paio di milioni di ettolitri. Quindi, come vedete dal primo grafico, le scorte potrebbero passare dai 42m/hl a circa 38m/hl assumendo circa 1.5m/hl di utilizzi industriali di vino.

stockita3.jpg

This post combines several data from different sources (ISTAT, AC Nielsen and European Union), trying to do a small balance of the Italian wine business: in other words we produce (+), we import (+), we export (-) and we drink (-). This balance is to be combined with industrial use of wine (vinegar, alcohol, brandy and so on) to derive the change of inventories. This one is supplied by EU. A disclaimer: some data is estimated and it is difficult to combine the solar year (for export, consumption and import) with the vintage year (for production and inventories. The picture is however quite clear: if the forecasts of 40m/hl wine production in Italy are confirmed, we will have for the first time after many years a “primary” balance negative by a couple of million hl. Inventories of wine might therefore decline from 42m/hl to 38m/hl, assuming roughly 1.5m/hl of industrial use of wine.

Continua a leggere »

Cantina sociale di Soave – analisi del bilancio 2006-07

1 commento

Partiamo con i ringraziamenti: grazie Elisabetta per aver prontamente mandato il bilancio! First, thank you Elisabetta for the prompt answer with the company report!

Il bilancio 2006-07 della cantina di Soave mette in luce il principale vantaggio delle cooperative: la flessibilita’. Due cose noteremo in questo post: primo, che la cooperativa (come gia’ CAVIT) ha tagliato il debito ricorrendo ai soci, in questo caso ritardando i pagamenti delle uve e dei vini apportati. Secondo, che di fronte all’aumento del prezzo delle materie prime esterne, ha ulteriormente tagliato gli acquisti di uve-vini da terzi, riuscendo cosi’ a mantenere i margini invariati. Detto questo, il bilancio a giugno 2007 di Soave e’ molto simile a quello del 2006, con una crescita del 2% del fatturato, un margine operativo lordo in riduzione del 10% ma utili operativi e utili netti (per quanto esigui) allineati a quelli degli anni precedenti.

soave071.jpg

2006/07 company report for Cantina Sociale di Soave clearly shows the main advantage of cooperatives: flexibility. Two things will emerge in this post: first, cooperatives (as CAVIT did) can cut debt by transferring it to its shareholders, just by delaying the settlement of the supply of wine and grapes. Secondly, in front of a strong increase in raw material prices, it can rely on its own shareholders’ support and cut external supplies of more expensive grapes. This said, the results to June 2007 for Cantina di Soave are very close to 2006, with a 2% increase in sales, an EBITDA 10% lower than last year but operating profit and net profit (while symbolic) quite close to what the company showed last year.

Continua a leggere »

Esportazioni di vino e spumante italiano – aggiornamento ottobre 2007

nessun commento

Ottobre 2007 e’ stato un mese estremamente positivo per le esportazioni italiane di vino e questo e’ ancora piu’ significativo quando si considera che questo mese e’ uno di quelli che “fanno l’anno”. Le tendenze che abbiamo visto negli ultimi mesi si sono confermate: i volumi sono in lieve diminuzione ma sono compensati da prezzi piu’ elevati, gli spumanti continuano ad andare particolarmente bene e i vini sfusi incominciano a segnare il passo a fronte di un evidente crollo dei volumi. Anzi, possiamo dire di piu’: ottobre e’ stato un mese storico per le esportazioni di vino italiano, dato che mai si erano raggiunti 374m di euro totali e mai gli spumanti avevano fatto 59m di esportazioni. Potrebbe essere che questo picco sia dovuto a una tempistica strana delle spedizioni, ma cosi’ e’, le esportazioni sono andate particolarmente bene.

e200710-1.jpg

October has been a very positive month for Italian wine exports and this is even more important as this month is a seasonally important one. The trend which we have seen recently were confirmed: volumes are slightly declining but are compensated by better prices, sparkling wines continue to perform very well and unbottled wine is still harmed by the sharp decline of volumes. October has therefore been probably the best month ever for wine exports, as we never saw a month of 374m of total exports, of which EUR59m for sparkling ines. It could well be a peak also explained by some monthly shifts, but it is still a very strong performance.

Continua a leggere »