Italia


Canali di vendita dei vini spumanti in Italia – dati 2006

2 commenti

Fonte: Osservatorio spumanti su dati ISMEA/Nielsen

E’ stato pubblicato lo studio annuale sugli spumanti italiani, da cui traiamo una serie di elaborazioni relative ai canali di vendita, dopo aver visto a grandi linee l’andamento dei prodotti italiani. Principale conclusione? Se gli spumanti italiani vanno bene, le vendite al dettaglio di spumanti in Italia sono andate molto meno bene. Numeri? Vendite in valore in calo del 3% a EUR251m, volumi -1% a 43m di litri, quindi prezzo-mix in riduzione dell’1.7%.

spum061.jpg

We analyse the distribution channel of sparkling wine in Italy and their performance in 2006. What is the main conclusion? If Italian sparkling wines perform well, the retail sales of sparkling wine in Italy were not too good in 2006. Total sales were down 3% to EUR251m, with volumes down 1% to 43m liters, so with a price-mix deterioratine by 1.7%.

Continua a leggere »

Zonin – analisi bilancio 2006

13 commenti

Zonin ha riportato risultati 2006 a doppia faccia, cosi’ come GIV. Da una parte, e’ riuscita a raddrizzare il trend delle vendite (nonostante un continuo e preoccupante declino in Italia), dall’altra non e’ riuscita a recuperare dal lato dei margini (il margine operativo lordo e’ ancora pari a zero). Devo poi riportare un aspetto che balza all’occhio in questo bilancio: il documento e’ il medesimo del 2005 con i numeri cambiati, tanto che nella relazione del 2006 (riferendosi alle prospettive per il 2007) hanno scritto: “Per questa società si può ragionevolmente presumere che la gestione 2006 presenterà una ulteriore crescita del fatturato ed ulteriore miglioramento del risultato economico.” Imbarazzante…

zonin061.jpg

Continua a leggere »

Mionetto – analisi del bilancio 2006 e valutazione

2 commenti

Visto l’interesse suscitato dalla vicenda della possibile vendita di Mionetto, ho pensato di mettere in linea i dati dell’azienda veneta ad agosto 2006 (ultimo bilancio disponibile). Partiamo con il confronto con altre realtà simili di cui disponiamo i dati (Berlucchi e Ferrari), le principali conclusioni sono: (1) Mionetto e’ un’azienda con una forte vocazione commerciale, (2) la dotazione di attivi e il capitale investito sono molto piu’ limitati di societa’ con un fatturato comparabile come Berlucchi e Ferrari; (3) per questi motivi i margini di profitto sono molto piu’ bassi, nonostante un ritorno sul capitale intorno al 11-12% in linea con i suoi concorrenti di pari dimensioni. E’ come se la Mionetto avesse sviluppato in modo molto significativo la vocazione commerciale rispetto a quella “industriale”.

mionetto5.jpg

Given the interest of the potential sale of Mionetto, I decided to work on the company report for the year ending in August 2006. Let’s start to put Mionetto against other companies involved in the sparkling wine business (although in higher segments). The main conclusions are: (1) Mionetto is a company with a strong commercial franchise, rather than an industrial one; (2) the assets and capitale employed are well below its peers with comparable sales such as Berlucchi and Ferrari; (3) for these reasons, the profit margins are much smaller, given a return on capital of 11-12%, in line with peers. Should we summarise, the picture of Mionetto is of a very well exploited brand with not a huge industrial structure behind.

Continua a leggere »

Produzione e mercato dello spumante italiano – dati 2006

nessun commento

Fonte: Osservatorio spumanti su dati ISMEA/Nielsen
Lo studio annuale dell’Osservatorio spumanti fornisce i dati di ventita 2006 delle principali denominazioni. Il fatturato all’origine del settore spumanti italiano e’ di circa EUR1.1bn, in crescita del 6% rispetto allo scorso anno. In grandi linee, si divide come segue: EUR325m per l’Asti, EUR290m per il Prosecco, EUR202m per i metodo classico e EUR300m per tutti gli altri metodo charmat. A questi numeri corrispondono un totale di 276m di bottiglie, in crescita del 9% rispetto allo scorso anno, di cui 71m sono Asti, 40m sono Prosecco, 21m sono metodo classico e i rimanenti 144m sono metodo Charmat.

sp061.jpg

The annual study of Osservatorio spumanti provides very detailed data for Italian sparkling wines. The total sales are EUR1.1bn, growing by 6% vs. 2005. This is split among Asti (EUR325m), Prosecco (EUR290m), “metodo classico” (EUR202m) and “metodo charmat” (EUR300m). Moving to bottles, it means 276m of bottles, of which 71m are Asti, 40m are Prosecco, 21m are metodo classico and the remaining 144m are metodo charmat.

Continua a leggere »

Superfici vitate in Italia nel 2006 – dati regionali

3 commenti

ISTAT ha da poco reso note le superfici vitate italiane relative al 2006, che analizziamo oggi a livello nazionale e regionale. La vigna in produzione in Italia ha ripreso il lento calo degli anni passati, interrotto da un piccolo rimbalzo del 2003. Le vaziazioni non sono significative, stiamo parlando di 4500 ettari su 680mila, pero’ contiene alcune tendenze interessanti, e cioe: un calo continuo al centro/sud, parzialmente compensato al nord, dove la viticoltura sembra “spostarsi” da ovest a est. I numeri totali: la vigna in Italia nel 2006 era di 713.819 ettari, di cui 679.009 in produzione. Poi direi senza dubbio una concentrazione del calo in 3-4 regioni, e cioè: Lazio, Puglia, Sicilia e Lombardia.

sup061.jpg

ISTAT just released the yearly data for vineyards in 2006. The Italian vineyard re-started the slow decline experienced in the past years and briefly stopped in 2005. The reduction is not significant in itself (4500ha or 0.7%), but it embeds quite interesting trends: a decline in the centre-south of Italy, partially compensated by the recovery in the North-East of the country. The total numbers are: 713.819ha total vineyard, of which 679.009 in production. I would just add one general comment: the decline is clearly concentrated in 3-4 regions, which are Lazio, Apulia, Sicily and Lombardy.

Continua a leggere »