Italia


Cantina sociale di Soave – analisi del bilancio 2006-07

1 commento

Partiamo con i ringraziamenti: grazie Elisabetta per aver prontamente mandato il bilancio! First, thank you Elisabetta for the prompt answer with the company report!

Il bilancio 2006-07 della cantina di Soave mette in luce il principale vantaggio delle cooperative: la flessibilita’. Due cose noteremo in questo post: primo, che la cooperativa (come gia’ CAVIT) ha tagliato il debito ricorrendo ai soci, in questo caso ritardando i pagamenti delle uve e dei vini apportati. Secondo, che di fronte all’aumento del prezzo delle materie prime esterne, ha ulteriormente tagliato gli acquisti di uve-vini da terzi, riuscendo cosi’ a mantenere i margini invariati. Detto questo, il bilancio a giugno 2007 di Soave e’ molto simile a quello del 2006, con una crescita del 2% del fatturato, un margine operativo lordo in riduzione del 10% ma utili operativi e utili netti (per quanto esigui) allineati a quelli degli anni precedenti.

soave071.jpg

2006/07 company report for Cantina Sociale di Soave clearly shows the main advantage of cooperatives: flexibility. Two things will emerge in this post: first, cooperatives (as CAVIT did) can cut debt by transferring it to its shareholders, just by delaying the settlement of the supply of wine and grapes. Secondly, in front of a strong increase in raw material prices, it can rely on its own shareholders’ support and cut external supplies of more expensive grapes. This said, the results to June 2007 for Cantina di Soave are very close to 2006, with a 2% increase in sales, an EBITDA 10% lower than last year but operating profit and net profit (while symbolic) quite close to what the company showed last year.

Continua a leggere »

Esportazioni di vino e spumante italiano – aggiornamento ottobre 2007

nessun commento

Ottobre 2007 e’ stato un mese estremamente positivo per le esportazioni italiane di vino e questo e’ ancora piu’ significativo quando si considera che questo mese e’ uno di quelli che “fanno l’anno”. Le tendenze che abbiamo visto negli ultimi mesi si sono confermate: i volumi sono in lieve diminuzione ma sono compensati da prezzi piu’ elevati, gli spumanti continuano ad andare particolarmente bene e i vini sfusi incominciano a segnare il passo a fronte di un evidente crollo dei volumi. Anzi, possiamo dire di piu’: ottobre e’ stato un mese storico per le esportazioni di vino italiano, dato che mai si erano raggiunti 374m di euro totali e mai gli spumanti avevano fatto 59m di esportazioni. Potrebbe essere che questo picco sia dovuto a una tempistica strana delle spedizioni, ma cosi’ e’, le esportazioni sono andate particolarmente bene.

e200710-1.jpg

October has been a very positive month for Italian wine exports and this is even more important as this month is a seasonally important one. The trend which we have seen recently were confirmed: volumes are slightly declining but are compensated by better prices, sparkling wines continue to perform very well and unbottled wine is still harmed by the sharp decline of volumes. October has therefore been probably the best month ever for wine exports, as we never saw a month of 374m of total exports, of which EUR59m for sparkling ines. It could well be a peak also explained by some monthly shifts, but it is still a very strong performance.

Continua a leggere »

Lombardia – superfici e produzione – aggiornamento 2006-07

nessun commento

Fonte: ISTAT e UIV (produzione stimata 2007).
Dati: superfici e produzione di vino 2000-2007 relativi alla Lombardia.
Ripartiamo con la rivista delle statistiche regionali sulla viticoltura con i dati sulla Lombardia. I numeri includono la stima Assoenologi sulla produzione regionale (non provinciale purtroppo). La vendemmia 2007 per la Lombardia e’ stimata piu’ o meno come quella italiana: un calo della produzione del 20% circa rispetto alla media 2000-2006 e del 16% rispetto alla vendemmia del 2006. Secondo i dati ISTAT (attenzione, cambiamo fonte), la riduzione piu’ significativa nella produzione dovrebbe essere quella della provincia di Mantova, accreditata di un vero e proprio crollo della produzione (-48% rispetto alla media), mentre sembra essere andata molto meglio in provincia di Brescia, patria della Franciacorta.

lombardia1.jpg

We continue our trip in the Italian region looking at data for wine production and areas in Lombardy. The numbers include the 2007 estimate for production of Assoenologi. In 2007, production in Lombardy should have declined by around 20% vs. historical average and by 16% vs. 2006, more or less in line with the results of the rest of Italy. According to Istat figures, the worst performance was achieved by Mantua province (-48% vs. the historical average), while Brescia should have performed better.

Continua a leggere »

CAVIRO – risultati e analisi del bilancio al 30/6/2007

1 commento

Il 2006/07 non e’ stato un anno positivo per CAVIRO. I risultati hanno mostrato un deterioramento principalmente per effetto delle difficolta’ della parte di produzione di alcol etilico. Va pero’ detto che anche la divisione vino si sta confrontando con uno scenario meno positivo che in passato sui prodotti confezionati nel brik. Il fatturato e’ rimasto stabile a 282m (di cui vi ricordo che circa 100m sono nella parte distilleria). Le vendite in Italia hanno pero’ mostrato un leggero calo (-2%), compensato da un +13% del fatturato estero che ha raggiunto cosi’ il 13% del fatturato consolidato.

caviro1.jpg

2006-07 has not been a good year for CAVIRO. Result were below last year mainly for the problems of the company in the alcohol production. It is however also to be noted that the segment of wine was experiencing some difficulties in Italy as the alternative packaging mainly used by CAVIRO did not perform well (-2%). Sales were flat to 282m (of which roughly 100m are in the distillation part). Italian sales were down 2%, perfectly offset by a +13% generated outside Italy (now 13% of sales).

Continua a leggere »

Il debito 2006 delle principali aziende vinicole italiane – fonte: Mediobanca

2 commenti

Dopo la recente ondata di scandali sui mutui sub-prime e il rialzo dei tassi di interesse, e’ forse utile che ci facciamo un’idea chiara su quanti debiti ci sono nelle principali aziende italiane del vino, sempre secondo i dati delle principali societa’ italiane di Mediobanca. Affrontiamo il tema su 3 aspetti: il debito totale, il debito in proporzione al capitale investito (cioe’ quanto le aziende usano i soldi a prestito per finanziare l’attivita’) e il debito in proporzione al valore aggiunto (meglio sarebbe il margine operativo lordo, ma non l’abbiamo, e questo serve a capire quanto e’ il debito in propozione a una misura di generazione di cassa).
After the recent sub prime scandal and the increase of interest rates, we focus today on the debt level of the key Italian wine companies using Mediobanca data (sometimes not the exactly the same of our analysis). We look to three items: total debt, debt on capital employed and debt on value added (we have no EBITDA for all these companies).

deb0601.jpg

Continua a leggere »