03.1 Prod/Sup – Europa


Germania – superfici e produzione di vino – aggiornamento 2008

nessun commento


Siamo al secondo appuntamento con la Germania, per aggiornare al 2008 i dati relativi alla produzione e alle superfici vitate, sempre con i dati del German wine institute. La Germania una produzione di vino stabile, una crescente focalizzazione sul suo vitigno piu’ importante (il Riesling, a spese degli altri vitigni a bacca bianca) e, dopo una graduale riqualificazione della vigna verso i vini rossi (che sono passati dal 15% al 37% delle superfici vitate), una stabilita’ nella suddivisione dei vitigni. La specializzazione paga, e i tedeschi sembra la stiano mettendo in pratica…



Continua a leggere »

I numeri della viticoltura biologica in Francia – aggiornamento 2008

nessun commento


viticoltura biologica francia 2008 1

Fonte: Viniflhor
Ogni tanto capita qualche domanda sulla viticoltura biologica. I dati sull’Italia non ci sono (o perlomeno io non ne ho mai trovati), ma quelli sulla Francia si, perche’ Viniflhor li pubblica tutti gli anni. Questo post serve soltanto per dare un’idea di come si sta muovendo questo fenomeno e che dimensione ha raggiunto in Francia. Dunque, nel 2008 c’erano in Francia 28190 ettari di vigna biologica, della quale il 56% gia’ operativa e il 44% in fase di conversione. La viticoltura di questo genere in Francia sta esplodendo: la crescita tra 2008 e 2007 e’ stata del 25% e la superficie (e nel 2007 era cresciuta a sua volta del 20%) ha raggiunto il 3.3% della superficie vitata totale della Francia. Il vino, come vedremo nel seguito del post, e’ anche il prodotto che piu’ di tutti sta cavalcando l’onda del biologico, almeno in termini di crescita rispetto al 2007.


viticoltura biologica francia 2008 2
Continua a leggere »

Francia – superfici vitate e produzione di vino – aggiornamento 08

nessun commento


produzione-francia-2008-tab

La Francia si muove in modo deciso verso la ristrutturazione del suo vigneto: la produzione sta gradualmente calando (nel 2008 decisamente di piu’ di quanto presumibilmente i viticoltori si aspettavano), aumenta il peso dei vini di qualita’ (AOC) e dei vin de pays, praticamente stanno scomparendo i vini da tavola. Le superfici di produzione calano secondo Agreste in Francia mentre crescono in Italia. Qualcuno sta andando nella direzione sbagliata e mi sembra piuttosto evidente di chi si tratti.


produzione-francia-2008-1

Ma prendiamo ad analizzare i dati. La Francia ha prodotto nel 2008 circa 42.6m/hl di vino, un calo del 9% rispetto al 2008. Di questi, circa 21.4 milioni sono AOC, cioe’ circa il 50% della produzione totale (contro circa il 30-32% delle DOC Italiane). All’interno delle AOC circa 7.8m/hl sono di vino bianco (-8% nel 2008) e 13.6 milioni sono di vino rosso (-11.4%). Su questi 42.6 milioni va poi ricordato che sono ricompresi circa 6.9 milioni di hl di vino che vengono distillati per produrre Cognac e Armagnac: potremmo quindi dire a Confagricoltura che la produzione di vino italiano vince facile contro quella francese quando consideriamo questo particolare. Tutto quello che non e’ AOC o vino da distillare si chiama vin de pays o vin de table e scende costantemente costantemente dal 2004: la Francia e’ passata da 21.2 milioni di hl a circa 14.3 milioni.
Continua a leggere »

Germania – superfici e produzione di vino – aggiornamento 2007

nessun commento

L’istituto per il vino tedesco ha appena pubblicato il suo report 2008-09, da cui traiamo due post. In questo, discutiamo dell’andamento della produzione di vino e delle superfici vitate del 2007. La Germania sta vivendo un periodo di ripresa del suo vigneto, dopo un declino durato fino al 2003. Il paese sta anche andando verso una ridefinizione del vigneto, dove accanto al Riesling, che rimane il vitigno piu’ importante (21% delle superfici), si sta imponendo la coltura del Pinot Nero (ma anche bianco e grigio e del Dornfelder) a discapito del Muller Thurgau, del Silvaner e del Kerner. Questa tendenza verso i vitigni rossi e’ anche il frutto di un graduale spostamento del mercato interno verso i vini rossi, che come vedremo quando parliamo del mercato, sono diventati predominanti nel consumo interno di vini locali. La vendemmia 2007 e’ stata molto positiva in Germania: il paese ha superato la soglia dei 10 milioni di ettolitri (come fu nel 2004), che come sapete sono praticamente tutti nel segmento dei vini di qualita’. E il 2008 non sembra da meno, a guardare le statistiche preliminari dell’OIV.


germania-2007-produzione-1.jpg
Continua a leggere »

Il bilancio e le scorte di vino nell'Unione europea – aggiornamento 2007/08

1 commento

Fonte: Unione Europea
L’Unione Europea ha pubblicato un dossier completo con il bilancio delle campagne vinicole europee fino alla stagione 2007-08 (vendemmia 2007). Ho riclassificato tutti i numeri che potete scaricare in questo file allegato. Al fine di cogliere al meglio i dati, dovete considerare che gradualmente l’Unione europea si e’ allargata verso Est e questi numeri mostrano delle tendenze (soprattutto nei consumi) che sono chiaramente influenzate dall’aggiunta di nuovi paesi. Cosa ci mostrano questi dati? (1) che il bilancio del vino dell’unione e’ in buon equilibrio, grazie agli interventi regolamentari per distillare gli eccessi produttivi; (2) che l’ingresso dei nuovi paesi ha dato una nuova spinta ai consumi, senza portare significativi incrementi di produzione; (3) che il confronto tra produzione e consumo umano continua a mostrare uno sbilancio di circa 20m di ettolitri; (4) che la situazione delle rimanenze e’ sotto controllo, con circa 160m di ettolitri di vino a fine vendemmia 2007, ma pur sempre equivalenti a circa il 111% del consumo annuo (incluso usi industriali e senza import-export), rispetto al 130% raggiunto nella vendemmia 2004.


bilancio-eu-200708-1.jpg
Continua a leggere »