mercato del vino


Canada – consumo e mercato del vino, dati 2012

nessun commento
CANADA 2012 1

 

Il mercato del vino canadese è uno dei pochi che ha superato brillantemente la crisi del 2009, senza mostrare apparenti scossoni nel tasso di crescita del consumo di vino. I dati che analizziamo oggi vengono dal locale ufficio statistico e si riferiscono al valore e volume del mercato, incluse le vendite nel canale HoReCA. Siccome sono diversi anni che non aggiorniamo questi dati, forse è il caso di fare il punto della situazione, vista anche l’importanza del paese nell’ambito delle esportazioni italiane. Volendo partire da questo punto, l’Italia manda in Canada circa 0.7 milioni di ettolitri, apparentemente il 14-15% del consumo totale di vino e il 16% se si escludono categorie “strane” che i canadesi comunque includono nella categoria. Passiamo ai dati locali: Continua a leggere »

Vendite al dettaglio di vino in Italia – aggiornamento primo semestre 2013

nessun commento
vendite dettaglio 2013 h1 3

 

Le vendite al dettaglio di vino in Italia nel secondo trimestre 2013 sono apparentemente andate molto male. I volumi hanno dato ulteriori segnali di indebolimento, mentre l’aumento dei prezzi rispetto allo scorso anno sta scemando in seguito alla stabilizzazione dei listini e, presumibilmente, al fatto che la perdita di volume sta diventando significativa. I dati di ISMEA pubblicati in base al rapporto IRI sui primi 6 mesi dell’anno dicono che le vendite sono cresciute del 4% nel primo semestre. Dato che il primo trimestre faceva +8% e che i due trimestri sono all’incirca simili per peso sull’anno, il dato del secondo trimestre è molto simile a zero, con un calo dei volumi acquistati “record” dell’8% circa. Guardiamo i numeri in dettaglio.

Continua a leggere »

Esportazioni di spumante italiano – dati primo trimestre 2013

nessun commento
spumanti q113 2

Le esportazioni di spumanti hanno ripreso a correre nel mese di marzo, per chiudere il primo trimestre in crescita del 20% a 130 milioni di euro. Con questa performance, su base annua lo spumante italiano raggiunge 646 milioni di euro di esportazioni (+15%) su circa 1.9 milioni di ettolitri di volume esportato (stabile). All’interno di questo quadro ci sono diverse tendenze da sottolineare, la più importante delle quali è certamente il rimbalzo delle esportazioni di Asti spumante in Russia, dove sembra essersi assestato il sistema distributivo. Se la Russia sembra un problema in fase di risoluzione, l’Asti deve ora vedersela con il cambio di direzione delle esportazioni in Germania e Stati Uniti… ma vediamo i dettagli per tipologia.

Continua a leggere »

Vendite di vino al dettaglio in GDO nel 2012 – suddivisione, tendenze e valori assoluti

1 commento
GDO ASSOLUTI ITALIA 1

 

I dati di oggi sono forniti a ISMEA da Symphony IRI e sono relativi alle vendite di vino in GDO in Italia tra il 2010 e  il 2012. Sono utili perchè si tende sempre a parlare di variazioni percentuali ma mai di valori assoluti e mai si guarda alla differenza di prezzo tra le categorie e a cosa sta spingendo le vendite di vino in Italia. Questi dati ci mostrano due tendenze lampanti: che le vendite di vino sono spinte dai prezzi a discapito dei volumi (e lo sapevamo bene) e che invece le vendite di spumante sono al contrario spinte dai volumi, con i prezzi che restano stabili, essenzialmente perchè i prezzi dei vini di alta qualità come lo Champagne e lo spumante metodo classico italiano sono stabili da ormai due anni a questa parte. Ma anche altro, come la maggiore presenza di vini rossi nei vini DOP e bianchi e rosati nei vini IGT, piuttosto che il calo dello Champagne, non a favore dei corrispondenti italiani quanto degli Charmat. Il numero magico è 1.5 miliardi di euro per 5.5 milioni di ettolitri per il vino fermo e 1.8 miliardi di euro per 6 milioni di ettolitri se si includono i vini spumanti. Andiamo a vedere i numeri in maggiore dettaglio.

Continua a leggere »

Vendite al dettaglio di vino in Italia – aggiornamento primo trimestre 2013

2 commenti
dettaglio Q1-12 ismea 0

 

Il primo trimestre 2012 è molto strano, dal punto di vista delle vendite al dettaglio di vino, nel senso che l’andamento è “artificialmente positivo”, in un clima di vendite al dettaglio piuttosto negativo. I dati sono però così tanto contraddittori che non ci farei molto affidamento: le vendite in progresso dell’8% beneficiano di un +35% degli spumanti dovuto al doppio impatto positivo di come sono cadute le settimane di capodanno e di Pasqua e da un impatto largamente positivo dell’incremento dei prezzi. Secondo ISTAT la vera inflazione è del 4-4.5%, quindi il fatto che i prezzi fanno +14% include certamente un impatto dagli spumanti ma anche un forte miglioramento del mix degli altri vini. Vediamo brevemente i dati:

Continua a leggere »