Rapporto Mediobanca – seconda puntata

2 commenti

Dopo aver guardato i buoni risultati reddituali del 2005, passiamo ad analizzare le dinamiche degli investimenti, del capitale, del debito e della forza lavoro.
After the good figures about profitability in 2005, we analyse the capex, capital employed, debt and employment data of the major Italian wine companies for 2005.

med071-1.bmp

Il capitale investito del settore e’ incostante crescita. Nel 2005 ha subito una ulteriore accelerazione, con un +5.7% rispetto al 2004. Nell’arco del quinquennio, la crescita si pone al 7% annuo. Il peso dei debiti e’ in leggera ma costante crescita e nel 2005 ha raggiunto il 52.5% del capitale investito contro il 52% del 2004 e il 50% del 2000.
The capital employed continued to grow in 2005, with a +5.7%. In the last 5  years, the yearly growth was even higher at +7%. The weight of debt is slightly but steadily increasing and reached 52.5% of the invested capital against 52% in 2004 and 50% in 2000.

Continua a leggere »

Un nuovo passo del blog

4 commenti

Questo post senza numeri serve per informarvi del nuovo passo che ho deciso di far fare al blog www.inumeridelvino.it. La pubblicità. Apparira’ (quando riesco a integrare lo script) sul sito la pubblicità di Google Adsense e Vinoclic. L‘account è intestato alla Associazione di volontariato Divina Provvidenza Onlus, che opera da 8 anni a questa parte a Quillabamba in Perù, fondata e condotta da Marisa Ferreri, missionaria laica torinese (madre di un carissimo amico) che ho avuto l’onore di conoscere. Mi piace pensare che quello che questo sito produrrà sia destinato a lei e la "presa diretta" mi consente di essere trasparente al di la’ di ogni sospetto.

This post is to inform you that the blog takes a new step: Google Adsense and Vinoclic advertising. The Adsense account is opened on behalf of a Volountary association called Divina Provvidenza operating from 5 September 2002 in Peru (Quillabamba), founded and run by a lay missionary from Turin, Marisa Ferreri. As I am honoured to know Marisa, I am convinced that this is the right way to invest any contribution arising from this blog and the direct connection between Adsense and the foundation is a guarantee for everybody.

quillabamba.bmp

Con un po’ di ambizione mi permetto anche di compiere un ulteriore passo, rivolgendomi a chi legge e magari utilizza questo sito per i propri studi o per il proprio lavoro. Se inumeridelvino vi hanno aiutato e chissa mai vi "sentite in debito", sarei onorato che voi decideste di offrire qualcosa, quello che volete, in beneficenza. A chi volete voi. Se non vi viene in mente niente, un’idea ve l’ho data io.

With a bit of ambition I also wish to make you a proposal: if you use the data on this site for your studies or work and you will ever feel thankful towards this blog, please think about doing a small offer to any foundation or charity association you feel comfortable with. If you have no idea, I provide you with one just now.

Tornando ad Adsense, mi riprometto di riportare i numeri (tanto ormai ci siete abituati) in modo da dare totale trasparenza al piccolo contributo che il sito potrebbe generare.
Back to Adsense, I will report the figures (as you are used to it) in order to be totally transparent about what kind of contribution the blog will be able to make.

Infine, penso che sia da parte mia il minimo ringraziare Antonio Tombolini per l’ospitalità (e per l’aiuto che mi darà per integrare lo script Adsense nel sito!!!) e Franco Ziliani per avere dato la spinta iniziale a www.inumeridelvino.it.
Finally, I think that I have to thank again Antonio Tombolini who is hosting for free the blog (and for helping me to include Adsense scripts in the html!) and Franco Ziliani who gave the initial push to www.inumeridelvino.it.

Grazie a tutti. Thank you all


Continua a leggere »

Biondi Santi – risultati 2005

1 commento

Quando al post n.100 Luk ha dichiarato il suo desiderio di vedere i numeri di un produttore di alto livello, ho subito pensato a Biondi Santi. Il bilancio che commento e’ il 2005 e si riferisce alla Biondi Santi SpA in forma civilistica (e non consolidato). Esiste anche una Srl, dai risultati irrilevanti. Non e’ pero’ chiaro se ci siano altre societa’ nell’ambito della Biondi Santi che possano modificare il senso di questi numeri, che non e’ affatto positivo.

When Luca Risso on my post n.100 declared he would have liked to see a post of a high level producer, my first thought was for Biondi Santi. We comment 2005 company report of Biondi Santi Spa, which I believe is the right one (there is also another legal entity, but it is very tiny). Given these results quite disappointing I would place a disclaimer, saying that the structure of the group (which we do not know) might differ from this one.

bs2005-1.bmp
Continua a leggere »

Rapporto Mediobanca 2007 – prima puntata

nessun commento

Mediobanca ha come ogni anno pubblicato il suo rapporto 2007, che mantiene la medesima struttura degli anni scorsi. Il rapporto aggiorna i numeri al 2005, con una evidenza per il fatturato nel 2006.
Mediobanca published as every year its 2007 report on wine industry, with the same structure of the past years, updated in terms of revenues at 2006 and of other figures in 2005.

med07-1.bmp

Continua a leggere »

Esportazioni di vino Italia – il boom del vino sfuso…

nessun commento

Talvolta, non tutti i mali vengono per nuocere. L’interruzione della serie ISTAT sui vini VQPRD e di qualita’ mi ha spinto a rifare tutto il database inserendo, in un solo file 3 tipi di dati: il vino in contenitori da meno di 2 litri (che chiamerei imbottigliato di qui in avanti), il vino in contenitori da piu’ di 2 litri (che chiamerei sfuso) e i vini speciali (che poi sono assimilati agli spumanti).
Abbiamo quindi una nuova chiave di lettura delle esportazioni (che forse era meglio non avere, a dir la verità).
Sometimes bad things are the way to get to better ones. The stop of Istat data on wines (ex sparkling ones) led me to rebuild all the database with new series which split the wine exports in 3 categories: (1) wine in packaging of less than 2 liters (which I will from now on call bottled), (2) wine packaged in more than 2 liters (from now on unbottled) and (3) special wines (which are basically sparkling wines).
We have therefore a new way to analyse exports, which actually I would have liked not to see…

2007-01exp-a.bmp

Dunque, prima conclusione (tutti i dati sui 12 mesi a gennaio 2007). il vino italiano esce sfuso per il 8.5% del valore e il 35% del volume. 6.6m/hl e circa EUR274m. Secondo me e’ tanto! First comment: Italian wine is unbottled for 8.5% of the value of exports and 35% of volumes. We talk about 6.6m/hl or some EUR274m. In my view this is a lot!.
Continua a leggere »