Esportazioni di vino italiano – agg. Marzo 2007

nessun commento

Le esportazioni italiane di vino hanno continuato a crescrere in modo significativo in Marzo (+11%), sempre trainate dai volumi (+14%) e con un ulteriore piccolo declino del mix (-3%). La tendenza di un abnorme aumento dei volumi (soprattutto di vino sfuso) sembra continuare, anche se con un ritmo meno evidente che nei mesi scorsi. Leggendo i numeri sui 12 mesi, le esportazioni hanno raggiunto EUR3.28bn, pari a 19.1m/hl a EUR1.72 al litro.
Italian exports grew in March by 11%, still pushed by volumes (+14%) and with a further small deterioration of the mix (-3%). The trend of an abnormal increase of volumes (mainly driven by unbottled wine) seems to subdue a bit. Reading the 12 months figures, you get total volumes exported of 19m/hl at EUR1.72 per liter, therefore leading to EUR3.28bn.

200703expt1.bmp
200703exp1.bmp
Continua a leggere »

Canali di vendita vino Italia 2006 – fonte Mediobanca

7 commenti

[English translation at the bottom of the post]

Grazie al rapporto Mediobanca, possiamo analizzare la distribuzione al dettaglio del vino per canale di vendita. Questa statistica si riferisce a un campione che copre circa l’80% della produzione italiana e si riferisce a due anni, il 2005 e il 2006.

Riprendiamo il discorso del post precedente. La distribuzione di vino in Italia vede come principale attore la grande distribuzione, che rappresenta circa il 44% del totale, con un guadagno del 2.4% dal 2005. Segue il canale Ho.re.ca. con il 20% (-2.5%) e le enoteche al 17% (dal 16.2%).
Discorso molto diverso se si guardano i grandi vini (25EUR e oltre sullo scaffale): in questo caso ci ritroviamo con i rapporti invertiti: il canale Horeca viaggia al 41% (stabile), le enoteche crescono fino a quasi il 30% e la grande distribuzione rimane poco sotto il 10%.

cdv1-1.bmp

Continua a leggere »

Australia – produzione uva/vino – aggiornamento 2005

4 commenti

A differenza dei cugini della Nuova Zelanda, gli Australiani i rapporti sul vino se li fanno pagare profumatamente. Siamo quindi ad analizzare i numeri 2005 della produzione di uva, visto che non paghiamo i 100 dollari Australiani che ci chiedono. Tanto ci basta per emergere dalla totale ignoranza…. In realta’, il rapporto a pagamento e’ anche molto meno esplicativo di quello neozelandese, che e’ gratuito, ma comunque.
L’Australia produce 18m/q di uva nel 2005, di cui il 55% rossa e il 45% bianca.
Unlike New Zealand, in Australia the wine reports from the Government or public entities are sold at a dear price. As we are not to pay the over 100AUS$ we look at 2005 figures. This is enough for the time being to emerge from my total ignorance. I would add that the report from New Zealand is much more informative.
Australia produces 18m/q of grapes in the 2005 crush, of which 55% is red and 45% white.

austr1-1.bmp

Continua a leggere »

Importazioni di vino in Italia – aggiornamento febbraio 2007

nessun commento

Ecco i numeri sulle importazioni aggiornate a febbraio. Come per le esportazioni siamo evoluti e ora commentiamo le importazioni totali e le spacchiamo nelle tre componenti di imbottigliato, sfuso e spumanti.
Here you find figures and trend of imports of wine in Italy for February 2007. As for exports we improved our analysis moving to a split of bottled, unbottled and sparking wines.

200702IMPORT1.bmp

Continua a leggere »

I vitigni coltivati in california – aggiornamento 2006

2 commenti

Tra le cose che gli americani hanno piu’ di noi c’e’ lo zelo per le statistiche, che redigono con maniacale precisione, secondo me anche grazie al vero impegno che ci mettono le "vittime" dei rilevamenti a fornire i dati. Siamo quindi in grado di farci un’idea della suddivisione per vitigni della produzione in California.
Ne esce un quadro abbastanza chiaro: dominio assoluti dei vitigni francesi, soprattutto nei vitigni bianchi, scarsissima e qualitativamente scarsa la rappresentanza dei vitigni italiani. Incredibili numeri per tutto quello che comincia con Pinot…
One of the things that americans do better is statistics, which are extremely precise. In my view, this is also thanks to the seriousness of the parties who are providing the figures. We are therefore able to go for a precise distribution of grape varieties in the California region.
We derive a clear picture: total domination of the French varieties, particularly among white grapes, very rare and poor in quality the production of Italian grapes. Finally, there are incredibly good figures about Pinot production…

calgr1.bmp

Ma andiamo con ordine. In California nel 2006 si sono prodotti 3.1m/tons di uva (-16%) sul 2005, con un contenuto zuccherino medio di 23.4brix (+2.6%). Di questi il 60% sono gli 1.87tons di uva rossa (il 16% in meno del 2005). Vitigni dominanti: Cabernet Sauvignon 423k/tons, poi Merlot e Zinfandel con 330-340k/tons ciascuno. Altri nomi noti? Syrah n.5 con 118k/tons, Pinot Noir n.6 con 106k/tons. Una curiosita’? Tutte le produzione in calo salvo Pinot Nero a +12%, Grenache a +7%.
In California, 2006 production was down 16% to 3.1m/tons of grapes, with an average level of sugar (brix) or 23.4 (+2.6%). Of these, 60% are the 1.87m tons of red grapes.
Dominant grapes are Cab Sauvignon, with 423k/tons, then Merlot and Zinfandel with 330-340k/tons each. Other famous names? Syrah is n.5 with 118k/tons, Pinot Noir is n.6 with 106k/tons. But, please note, all the production is trending down except for Pinot Noir whic.h in 2006 was +12%

Continua a leggere »