Italia


Calabria – produzione vino – dati Federdoc 2011 e ISTAT 2012

nessun commento

 

calabria 2012 0

 

I dati della Calabria sulla produzione di vino sono piuttosto “strani” nel 2012, in quanto ci mettono di fronte a un quadro di forte cambiamento, verso la produzione di vini bianchi (come da copione nazionale) e verso la produzione di vini di qualità (di nuovo in linea con la produzione nazionale). La dimensione dello spostamento che è avvenuto tra le categorie lascia però qualche dubbio: è possibile passare dal 16% al 32% della produzione di vini bianchi nel giro di un anno? E’ possibile, parimenti, far crescere dal 19% al 41% la produzione di vini di qualità? Con questi dubbi, pubblichiamo i dati che seguono, con un breve commento. Come al solito quest’anno includono anche i dati relativi alla produzione di vino DOC per denominazione come determinato da Federdoc.

Continua a leggere »

I numeri della viticoltura biologica in Italia – aggiornamento 2012

7 commenti

BIO 2012 1
E’ di qualche giorno fa la comunicazione delle superfici vitate biologiche in Italia per l’anno 2012 da parte del SINAB. Come negli scorsi anni ci focalizziamo sul segmento vino, dove la corsa al biologico non sembra essere così concitata come il battage mediatico lascerebbe intravedere. Pur con una ripresa delle superfici vitate nel corso del 2012 e, sopratttutto, un incremento delle superfici in fase di conversione, i 37mila ettari censiti come “in esercizio” sono ancora inferiori al record di 43mila del 2010. La causa è probabilmente da ricercare nel generale calo delle superficie vitata italiana, dovuta agli espianti. Crescono invece a un livello “mai visto” gli ettari in fase di conversione, che a fine 2012 sono poco più di 20mila. A livello regionale sembra evidente che la crescita sia sempre più circoscritta in alcune regioni del centro-sud, e che in alcune altre regioni dove la penezione è già oltre il 10% della superficie totale, non si vedano più ulteriori progressi. Passiamo al dettaglio dei dati e alla loro suddivisione regionale.

Continua a leggere »

Sardegna – produzione vino – dati Federdoc 2011 e ISTAT 2012

nessun commento
sardegna 2013 2

Il post del weekend è dedicato alla produzione di vino in Sardegna, che nel 2012 è stata secondo ISTAT in forte controtendenza (+25%) contro il dato nazionale (stabile). I numeri che vengono presentati nel post lasciano adito a diversi dubbi, a partire dal “raddoppio” delle produzioni DOC (e anche IGT, quasi) cui si confrontano dati molto differenti rilasciati da Federdoc, sia pure con un anno di differenza. Buona lettura.

Continua a leggere »

Esportazioni di spumante italiano – aggiornamento primo semestre 2013

nessun commento
ITALIA SPUMANTI 2013 H1 1

 

Dopo aver analizzato il dato generale dell’export nel primo semestre, ci caliamo nei dati degli spumanti. Questo segmento che ricordiamo rappresenta una quota del 9% dei volumi totali e del 14% del valore dell’export degli ultimi 12 mesi. Bene, le tre categorie in cui viene spaccato il dato sembrano muoversi in modo diverso negli ultimi mesi, combinandosi in un +18% nel primo semestre: (1) gli spumanti DOP continuano a crescere senza sosta (+27%) e rappresentano ormai oltre la metà del nostro export; (2) l’Asti spumante, riportato separatamente, sta andando incontro a un forte riposizionamento nei mercati con la crisi del prodotto in Germania compensata dalla ripresa in Russia; (3) tutti gli altri spumanti sembrano essere in una fase di stabilizzazione dopo la crescita degli ultimi mesi. Mettendo insieme i numeri e guardando alle aree geografiche, il segmento è supportato da Stati Uniti e Regno Unito, mentre si indeboliscono la Germania e, per via del cambio, il Giappone.

Continua a leggere »

Esportazioni di vino italiano – aggiornamento primo semestre 2013

1 commento
export h113 0

 

Il quadro delle esportazioni di vino del primo semestre 2013 per l’Italia resta roseo, per quando continuano i segnali di indebolimento visti nei mesi precedenti. L’unico segmento che non sembra dare segnali di  cedimento è quello dei vini sfusi. Invece sia per i vini imbottigliati, ormai relegati a crescita anemiche inferiori al 5%, che per gli spumanti, dove il recupero dell’Asti sembra terminato, i tassi di incremento rallentano. Chiudiamo il semestre con un più che onorevole +8.5% per l’export totale, che supera la Spagna (+7% secondo OEMV, +5% secondo i dati da me scaricati dalla dogana) e soprattutto la Francia (+1%). Come vedremo tra qualche giorno, tradotto in euro soltanto gli USA hanno chiuso il semestre meglio dell’Italia, con una crescita vicina al 15%. Passiamo ai dati in dettaglio.

Continua a leggere »