Abruzzo


Abruzzo – produzione vino – dati Federdoc 2011 e ISTAT 2012

nessun commento
abruzzo 2012 produzione 2

 

I dati 2012 relativi alla produzione di vino in Abruzzo evidenziano una produzione di vino di qualità molto stabile nel tempo (che non coincide con le risultanze di Federdoc, però limitate al 2011), mentre la “volatilità” dalle produzione è soprattutto relativa alla produzione di vini comuni e vini IGT. A differenza della tendenza nazionale, la regione mantiene una predominanza di produzione di vini rossi, senza mostrare alcuna tendenza allo spostamento verso i bianchi. Le superfici vitate sono ben bilanciate tra DOC e altri vini, con la chiara predominanza della provincia di Chieti. Passiamo ad analizzare i dati di dettaglio.

Continua a leggere »

Il consumo di vino nelle regioni italiane – dati ISTAT 2012

4 commenti
CONSUMO REGIONI 2012 0

 

Come promesso torno sull’argomento dei consumi di vino in Italia affrontando l’argomento dal punto di vista regionale. L’analisi che segue non solo cerca di identificare le regioni dove il modello di consumo non si è ancora adeguato alla moda del “consumo sporadico”, ma mette anche in luce quanto, ad oggi, il vino sta diventando un prodotto la cui penetrazione è fortemente correlata alla ricchezza delle persone: la correlazione che vedete nell’ultimo grafico vi indica chiaramente che le regioni più ricche sono quelle dove più persone sono consumatori di vino. Il centro Nord, cioè Marche, Emilia Romagna e Toscana sembrano essere le aree dove il consumo pesante di vino (qui identificato con “oltre 50cl di consumo giornaliero”) è ancora più marcato che nel resto d’Italia: il rischio di calo dei consumi sembra più importante. Invece, le regioni del Nord Est, prima tra tutti il Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, ma anche in parte il Veneto, sono quelle dove il “mercato” si è già spostato sul modello di consumo sporadico e allontanato da quello giornaliero rilevante. Vediamo insieme qualche numero.

Continua a leggere »

Abruzzo – produzione di vino e superfici vitate – aggiornamento 2011

5 commenti

I dati 2011 dell’Abruzzo sono certamente influenzati dal terremoto, ma mostrano, nell’ambito di un forte calo della produzione, un’evoluzione molto incoraggiante verso le produzioni di qualità. Il calo produttivo è molto forte, -25%, ma il valore della produzione scende soltanto del 3%, ossia la metà di quanto mediamente è successo negli ultimi 10 anni. È così che l’Abruzzo scende a meno del 6% della produzione nazionale di vino (rispetto a oltre il 7% di alcuni degli scorsi anni), ma cresce nella quota di produzioni di vini DOC al 7.1%.

Continua a leggere »

Abruzzo – produzione di vino e superfici vitate – aggiornamento 2010

nessun commento

• Produzione 2010 in recupero del 14% sul 2009 ma sotto del 2% rispetto alla media degli ultimi 5 anni. La vendemmia 2010 e’ stata in tutte le province piuttosto allineata su un livello leggermente sotto la media storica, con l’eccezione di L’Aquila (per le note ragioni), che pero’ e’ irrilevante dal punto di vista della produzione di vino
• La serie delle superfici vitate sembra incoerente. Nessuno commento in merito. Le superfici scendono rispetto al 2010 di 300 ettari circa ma il livello 2009 sembra essere molto dubbio.
• Produzione di mosto al 2.7% del totale, livello allineato alla media storica.
• Produzione di vini di qualita’ in crescita in termini assoluti ma in calo se rapportata al totale prodotto. DOC al 36% del totale (massimo 38%), IGT al massimo storico del 9%.
• Recupero dell’economia vinicola molto limitato ma comunque superiore al livello italiano nel 2010. In ottica di medio termine i dati ISTAT mostrano un calo ben superiore a quello nazionale.

Continua a leggere »

Abruzzo – produzione vini DOC/DOCG – aggiornamento Federdoc 2007

1 commento


abruzzo 2007 federdoc t1

Fonte: Federdoc
Continuiamo la carrellata dei dati Federdoc relative alla produzione di vini DOC/DOCG del 2007 con I numeri della regione Abruzzo. L’Abruzzo e’ una regione che definirei “modello” da un punto di vista della struttura DOC/DOCG. La regione ha due grandi denominazioni, una rossa e una bianca, Montepulciano d’Abruzzo e Trebbiano d’Abruzzo. Sono due grandi denominazioni anche a livello nazionale, per non dire che la DOC Montepulciano d’Abruzzo e’ probabilmente la piu’ grande (essendo stata nel 2007 leggermente piu’ produttiva della DOC Chianti). Quindi questo significa grandi volumi, impatto della denominazione nel commercio al dettaglio e via dicendo. In questo caso il posizionamento e’ mediamente piuttosto basso, ma nella mia piccola esperienza di sommelier conosco qualche prodotto in queste due grandi DOC che raggiunge livelli di grande eccellenze senza avere bisogno di una denominazione speciale.


abruzzo 2007 federdoc 1
Continua a leggere »