Presentazione/Varie


Buone feste a tutti

nessun commento

A settembre il blog e’ entrato nel suo decimo anno di vita. Il tempo passa con piacere, per la fortuna di chi vi scrive. L’anno scorso scrivevo del “dovere di mettercela tutta” per uscire dalla crisi, sfruttando il calo dei tassi di interessi, il rafforzamento del dollaro e il crollo dei prezzi delle materie prime energetiche. A cio’ nel 2015 si sono aggiunte una estate stupenda, guarda caso coincidente con l’Expo di Milano.

Il prossimo anno proseguira’ sulla stessa linea. La “vacanza” dei tassi di interessi bassi continua, cosi’ come continua il periodo di forza del dollaro e di debolezza del petrolio. A cio’ aggiungiamo un po’ di condimento domestico, con qualche riforma e una stabilita’ politica da tempo agognata.

Tornando al blog, e’ stato un buon anno. Abbiamo raccolto un paio di sponsorizzazioni, superando anche in questo 2015 i duemila euro raccolti. Speriamo di poter proseguire su questa strada, a beneficio dei bambini di Marisa in Peru. A tale proposito, qui potete trovare l’ultimo notiziario pubblicato dall’associazione e i suoi auguri che riporto qui sotto.

Buone feste a tutti.

bacca

Cari Amici,

vi scrivo dal Peru’, starò con i bambini della ” Divina Provvidenza” per la festa di promozione del sesto grado che si svolgerà il 5 di dicembre. Per questi ragazzini finisce il ciclo della primaria, alcuni andranno nella scuola secondaria, ma la maggior parte di loro inizierà una vita di lavoro che lascia poco spazio alla spensieratezza tipica dell’adolescenza.

Jor e’ un ragazzino sveglio, attento, al venerdì non rientra a casa come gli altri, si ferma con il guardiano della scuola Armando, mettono in ordine il giardino, mangiano insieme come due fratelli. E’ stato lui a chiederci di fermarsi. Dice ” a casa nessuno fa caso a me, la scuola e’ casa mia. Posso fermarmi?” Jor e’ uno dei ragazzi del sesto grado. Ho gia’ parlato con Jenny e penso che, se lui e’ d’accordo gli pagheremo la secondaria in una scuola pubblica. E’ un bravo alunno merita il nostro aiuto, potrebbe continuare a vivere nella scuola, unica condizione sarà un suo buon comportamento e risultati scolastici positivi. La Divina Provvidenza aiuta ma i bambini devono fare la loro parte….

Tra poco sarà Natale! A tutti i nostri sostenitori grazie di cuore per l’aiuto, per la fiducia e l’affetto che ci continuate a dimostrare. Vi giungano gli auguri di tutti noi, bambini, insegnanti, fisioterapisti, personale al completo. Una preghiera e che Gesu’ nascendo porti pace dove c’è guerra, gioia dove c’è tristezza, salute dove c’è malattia, speranza dove c’è l’incertezza. Che porti AMORE NEI CUORI PROVATI, e ci insegni il perdono.

Vi abbraccio tutti con affetto

GRAZIE

Marisa

 

Il Food Industry Monitor di UNISG

2 commenti

Con questo post fuori programma vi segnalo che da qualche giorno è in linea un lavoro molto meticoloso svolto dall’UNISG di Pollenzo, coordinato dal Prof. Carmine Garzia con la collaborazione del Prof. Michele Fino.

Il lavoro, attraverso una gigantesca operazione di riclassifica dei bilanci, analizza il settore food suddiviso in 10 comparti, tra cui quello del vino, a sua volta spaccato separando i produttori integrati dalle cooperative e dai puri imbottigliatori. Le analisi contenute relative alla crescita, alla profittabilità, all’indebitamento e via dicendo sono condotte sia tra i diversi comparti che facendo delle interessanti classifiche al loro interno.

Siamo alla prima edizione di questo lavoro, presentato a Milano il 24 giugno 2015, che potrà avere ulteriori sviluppi. In particolare, è ormai qualche mese che sto discutendo una potenziale collaborazione tra il blog I Numeri del Vino e l’università. Spero di potervi presto dare buone notizie!

Per ora, vi segnalo ancora una volta il link al Food Industry Monitor, dove potete trovare il testo completo della ricerca e la presentazione.

Marco Baccaglio

 University of Gastronomic Sciences

 

Le statistiche de “I numeri del vino” – aggiornamento 2014

2 commenti
cazzo

Oggi ci occupiamo delle statistiche de I numeri del vino 2014. Lo scorso anno quando scrissi questo commento confessai la mia sorpresa per l’andamento eccezionalmente positivo del blog durante l’anno, particolarmente nella seconda parte. Quest’anno i numeri puntano al ribasso e, se volete, nel 2014 è successo quello che pensavo dovesse capitare nel 2013. Le visite sono scese dell’1%, le pagine viste del 2%. Si tratta di un andamento fatto di un primo semestre positivo e di un secondo semestre negativo, tanto che mi aspetterei un 2015 sullo stesso tono. Preoccupante?

Continua a leggere »

I post più letti de “I numeri del vino” nel 2013

1 commento

Mutuando da altri blog questa pratica oggi, giorno di Natale, pubblico anche io un breve resoconto di cosa è stato letto nel corso di questo 2014. Naturalmente è difficile fare una vera classifica, dato che i post di fine anno sono più penalizzati degli altri, ma questo è un problema che si fanno soltanto i “malati” di numeri come me. Passiamo alla classifica.

  1. Il post più letto è quello relativo alla classifica del fatturato delle aziende. Nello specifico, parliamo della classifica di fatturato 2012, pubblicato a novembre 2013, ma come voi sapete esiste anche una classifica aggiornata al 2013! Stiamo parlando di oltre 5600 pagine viste da inizio anno, più del doppio del secondo post, che è stato….
  2. …quello relativo alla produzione di vino mondiale 2013 come stimata da OIV. Anche questo post di novembre 2013, anche questo post è stato “doppiato” da un aggiornamento a primavera 2014 ma soprattutto da quello molto recente che contiene anche le prime stime relative alla produzione mondiale di vino 2014. Pagine viste? Circa 2400.
  3. Un livello molto simile di popolarità ce l’ha il post sulla produzione di vino italiana. Nello specifico Google Analytics mi mostra quella del 2012, pubblicata a giugno 2013. Di nuovo, esiste il post sulla produzione 2013, pubblicato nel 2014, che figurerà nella prossima classifica!
  4. Quarto argomento, il consumo di vino nelle regioni italiane, che pubblicato a luglio 2013 ha totalizzato 2000 page vies circa. Questo, mea culpa, è un post che non ho aggiornato al 2014… da fare al più presto! E’ seguito da vicino dal “post fratello” dei consumi di bevande alcoliche in Italia, a testimonianza di quanto sia importante questo argomento!
  5. Quinto e ultimo argomento caldo è quello dei canali di vendita del vino, come emergono dalle indagini di Mediobanca. Qui trovate i post relativi al 2013.

Ancora Buon Natale a tutti!

 

 

Il dovere di mettercela tutta. Buone Feste a tutti

1 commento

Il 2014 e’ stato un anno un po’ misto per il blog. Da un lato, “finanziariamente” le cose sono andate meglio del 2013, grazie alla sponsorizzazione di Ruffino e al contributo di Andreas Marz e Vinoclic, dall’altro l’andamento delle pagine viste subisce la staticita’ del formato (leggi: la mancanza di rinnovamento). Non c’e’ sicuramente da lamentarsi, ma il messaggio e’ chiaro: facendo di piu’ si puo’ ottenere di piu’.

Il vino italiano, invece, sta vivendo un momento affascinante. La crisi dei mercati emergenti ha portato alla ribalta i nostri prodotti, piu’ legati al mondo anglosassone e ai relativi flussi migratori. Le esportazioni italiane di vino sono tra le piu’ performanti nel mondo e l’attenzione dei grandi collezionisti, dopo la bolla speculativa dei vini di Bordeaux, si sta allargando a nuovi prodotti, soprattutto i nostri. Nello stesso tempo, il calo dell’Euro rende il nostro prodotto piu’ competitivo.

Possiamo quindi dire che il 2015 sara’ un anno molto interessante per il nostro vino e forse non solo per quello. Il crollo del prezzo del petrolio e dei tassi di interessi spingono tutta l’economia italiana e ci offrono una nuova opportunita’ di rifarci.

Da cio’, il dovere di mettercela tutta.

Buone feste e buon riposo