Spumanti


Esportazioni di spumante italiano – aggiornamento 2008

3 commenti

Questo post sulle esportazioni di vino spumante italiano, che celebra un anno molto positivo come il 2008, lo dedico un po’ anche alle anomalie, invece che soltanto alle note positive. Tutto benissimo dal punto di vista dei numeri totali: le esportazioni hanno raggiunto nel 2008 444 milioni di euro, con una crescita del 15% rispetto al 2007, forti di un incremento delle vendite a volume del 19% a 1.43 milioni di ettolitri. Esistono pero’ a mio avviso un paio di anomalie che rischiano di minare il successo raggiunto nel 2008: primo, le esportazioni verso la Spagna sembrano alquanto anomale, dato che esportiamo a un prezzo 10 volte piu’ alto della media del resto delle esportazioni; secondo, la grande crescita raggiunta nel Regno Unito e’ stata raggiunta essenzialmente grazie ai prezzi, i volumi sono stati in linea con il resto delle esportazioni. C’e’ da preoccuparsi? Gli spumanti italiani stanno vivendo probabilmente un periodo non troppo negativo, grazie al “trading-down” dalla categoria Champagne; va pero’ detto che anche i nostri prodotti dovranno fare i conti con mercati molto piu’ difficili nel 2009. Non e’ un mistero che le esportazioni di spumanti, viste mese dopo messo, abbiano gia’ smesso di crescere a partire da giugno-luglio 2008: come dire the tutto questo +15% del 2008 e’ stato tutto raggiunto nel primo semestre…


exp-spumanti-2008-1.jpg
Continua a leggere »

Champagne – esportazioni 2008

5 commenti

Le esportazioni di Champagne hanno vissuto un 2008 in rapida decelerazione: le esportazioni alla fine del 2007 erano in crescita del 10.7%, nel primo semestre dell’anno il ritmo di crescita annuale era sceso al 4.7% (mettendo in luce un primo trimestre gia’ con il segno meno), alla fine del 2008 le esportazioni sono scese del 6.4% rispetto al 2007, da EUR2370m a EUR2217m. In tale contesto, lo Champagne maintiene il suo posizionamento di prezzo, con un leggero incremento del valore medio dell’export (+1.7% a EUR21.7), mentre perde circa l’8% dei volumi. Questo andamento e’ frutto della strategia delle principali maison di mantenere i prezzi pur sacrificando i volumi. E’ molto difficile dire quanto questa strategia paghera’: il “down-trading” che molti consumatori saranno costretti a fare potrebbe fornire qualche spazio per i nostri spumanti e per il Cava per limitare i danni. Da un punto di vista geografico, la differenza l’ha fatta ancora una volta il mercato americano, che gia’ nel 2007 non aveva dato soddisfazioni ai produttori di Champagne: il nuovo crollo del 2008 porta gli USA ad essere soltanto il sesto mercato mondiale per il prodotto, dietro a paesi come Regno Unito, Belgio, Italia, Germania e, addirittura, Singapore.


champagne-2008-1.jpg
Continua a leggere »

Franciacorta – dati di vendita 2007 e 2008

3 commenti

Lo spumante Franciacorta sta battendo ogni anno il suo record precedente di vendita. I primi dati forniti dal consorzio parlano di 9.7 milioni di bottiglie vendute nel 2008, cioe’ il 16% in piu’ dello scorso anno. Questo progresso e’ tanto piu’ importante quando lo si guarda in prospettiva, considerando che e’ ormai il settimo anno di crescita oltre il 10%. Ma e’ anche importante segnalare che tutte le categorie di prodotto (saten e rose oltre al Franciacorta normale) stanno andando bene (almeno fino al 2007) e che tutta questa crescita viene da un incremento delle superfici vitate, e non da un incremento delle rese (come sta accadendo nella Champagne, dove le rese sono del 30% superiori), il che dovrebbe consentire al prodotto di mantenere una buona qualita’ (salvo allargare la produzione in zone meno vocate). Putroppo, il consorzio non ci ha fornito i dati per area geografica. Le quote di mercato del Franciacorta sembrerebbero e quindi, al pari di quelle del Prosecco, essere in deciso aumento. Inoltre, il successo delle categorie di prodotto non strettamente collegate ai festeggiamenti potrebbe contribuire a “slegare il consumo” dello spumante Franciacorta dalle festivita’.


franciacorta-2008-1.jpg
Continua a leggere »

Vendite di spumanti al dettaglio, segmentazione e caratteristiche – dati IRI 2007

nessun commento

I dati IRI Infoscan ci consentono di analizzare l’andamento delle principali categorie di spumante in Italia nel 2007. Secondo ISMEA-ACNielsen, le vendite al dettaglio di spumanti erano cresciute nel 2007 del 5%. Il dato di IRI e’ sostanzialmente allineato, dato che da un lato si parla di un aumento del 2.4% delle vendite nella distribuzione moderna, dall’altro ci troviamo con un +7.4% per quanto riguarda il canale dei grossisti. Il quadro che si trae da questi numeri e’ il seguente: (1) i prodotti piu’ dinamici sul mercato e’ il Prosecco e in generale i prodotti derivati dal metodo Charmat e vinificati secchi, che stanno ormai crescendo molto piu’ velocemente del metodo classico; (2) il mercato della distribuzione all’ingrosso tende ad essere piu’ concentrato della grande distribuzione moderna: i prodotti “secondari” hanno piu’ spazio; (3) gli spumanti italiani, soprattutto quelli dolci ma anche il metodo classico, continuano ad essere consumati prevalentemente in Dicembre e Gennaio.


spumanti2007-1.jpg
Continua a leggere »

Prosecco di Conegliano Valdobbiadene – produzione e vendite 2007

nessun commento

Il Prosecco di Conegliano Valdobbiadene e’ una delle denominazioni con la piu’ forte crescita in Italia. Il valore di mercato al consumo e’ stimato pari a EUR370m nel 2007 su una produzione (e vendita) di circa 57m di bottiglie, di cui 47m sono della categoria spumante. Come delinea l’approfondita analisi di mercato del centro studi del distretto, il Prosecco e’ coltivato su 4830 ettari, di cui 107 nell’area Cartizze da 2800 viticoltori. Quali sono le principali conclusioni che traiamo da questo studio: la tumultuosa crescita dei volumi e’ stata ottenuta attraverso prodotti di prezzo piu’ basso in Italia, mentre nei mercati esteri c’e’ un forte riposizionamento del prodotto tra i diversi mercati. In Italia, il Prosecco e’ cresciuto sfruttando il canale della distribuzione indiretta, mentre lo sbocco originariamente dominante dell’Horeca procede con una crescita costante ma meno evidente.


prosecco2007-1.jpg
Continua a leggere »