Produzione e superfici


Basilicata – produzione di vino – aggiornamento 2009

nessun commento


Basilicata – considerazioni chiave
• La produzione di vino e’ in costante calo da ormai diversi anni: la regione e’ passata da 473mila hl nel 2000 a 144mila nel 2009. Negli ultimi 4 anni il calo medio e’ stato del 14% annuo.
• La produzione cala soprattutto in provincia di Matera.
• La produzione di vino bianco e’ ormai relegata a 26mila ettolitri, rispetto a oltre 50mila del 2006, mentre quella di vino rosso si e’ ridotta da 213mila nel 2005 a 118mila ettolitri.
• Il calo produttivo e’ coinciso con un miglioramento del livello di produzione, che pero’ si traduce in un calo leggermente inferiore per i vini DOC (-6%) annuo, rispetto agli IGT (-11%) e ai vini da tavola (-16%). Nonostante questo la produzione resta fortemente ancorata ai vini da tavola, che rappresentano oltre 100mila ettolitri di produzione nel 2009.
• Il valore della produzione vinicola e’ in calo del 4% nel 2009, meno del -6% italiano, ma viene da anni di costante declino (-3.6%, quando invece l’Italia ha generato un valore stabile).



Continua a leggere »

Sud Africa – superfici, mercato e produzione di vino – agg. 2009/10

nessun commento


Eccoci a un nuovo appuntamento con i dati di SAWIS sulla produzione e sul mercato sudafricano del vino. Si tratta dei dati 2009 (il commento 2008 lo trovate qui). Che cosa sta succedendo in Sud Africa. Direi che la principale conclusione e’ che la produzione di vino e’ continuata a salire, mentre la domanda nel 2009 di vino ha fatto cilecca sia sul mercato interno che per quanto riguarda le esportazioni. A fronte di un incremento del 5% degli ettolitri prodotti, le vendite sono diminuite del 5% circa (un po’ meno le esportazioni, -4%). Ne consegue che il processo di consolidamento del settore continua, con una superficie vitata stabile ma un numero di produttori in calo (-5% nel 2009 rispetto al 2008). Cio’ ha consentito di mantenere, almeno nel 2009, un’industria vinicola fiorente, con un fatturato in crescita e dei margini stabili. A questo ha contribuito anche la debolezza relativa del cambio, che invece nel 2010 si e’ fortemente apprezzato. Le conseguenze sulle esportazioni nel 2010 saranno evidenti. Le scorte di vino restano stabili intorno ai 3.6 milioni di ettolitri.



Continua a leggere »

Sardegna – produzione vini DOC/DOCG – aggiornamento 2008

nessun commento


Cosi’ come per la Campania, Federdoc ci offre un quadro veramente completo sul 2008. La produzione di vini DOC raggiunge i 300mila ettolitri, ormai costanti da due anni. All’interno di questo numero pero’ si cela la crescita di un paio di prodotti che possono assumere una rilevanza nazionale: il Vermentino e, soprattutto, il Cannonau di Sardegna. Giusto per fare un parallelo, esiste una grave discrepanza tra la rilevazione ISTAT e quella Federdoc sulla produzione totale: infatti, ISTAT parla di un crollo della produzione a 161mila ettolitri, che non risulta a Federdoc. Io scrivo soltanto in italiano, ma se un tedesco o un americano leggono queste cose si fanno certamente un’opinione non troppo simpatica del nostro servizio statistico.



Continua a leggere »

Nuova Zelanda – produzione, superfici e settore vino – aggiornamento 2009

nessun commento


L’analisi dei dati 2009 sul settore del vino in Nuova Zelanda offre spunti interessanti. Da una parte, la produzione e le superfici in produzione continuano a crescere anche piu’ velocemente delle attese (+9% a 32mila ettari nel 2009) e continueranno a salire anche nel 2010 per la deriva degli investimenti passati. Dall’altra parte i produttori di uva hanno, come in altre parti del mondo, incassato molto meno dalla vendita delle uve: nel 2009 il prezzo e’ sceso del 25% a 163 dollari neozelandesi per quintale, un livello che riporta l’orologio di questo indicatore indietro di ben 7 anni al 2002. Il livello picco di 216 dollari del 2008 e’ un lontano ricordo. I neozelandesi non si sono pero’ lasciati scoraggiare e lo spettro dell’eccesso di produzione e’ stato affrontato con una mossa autartica: hanno fortemente incrementato i consumi di vino locale rispetto a quelli importati e si sono messi a esportare molto di piu’ (nonostante la forza della valuta, probabilmente “svaccando” sui prezzi nei mercati locali): cosi’ dei 2 milioni di ettolitri prodotti nel 2009 si puo’ stimare che circa 1.7 milioni siano stati “consumati”. Resta un eccesso di produzione di 300mila ettolitri, che pero’ appare poca cosa rispetto a quello che capita in altri mercati.



Continua a leggere »

Classifica delle DOC/DOCG italiane 2005-08 – dati Federdoc

nessun commento

Fonte: Federdoc
Questo post e’ un aggiornamento di quello pubblicato in data 8 marzo 2010.

E’ tempo di pubblicare la classifica delle DOC Italiane relative al 2008, che e’ vecchia ma che e’ la piu’ nuova che probabilmente e’ a disposizione. Siccome credo che i numeri parlino molto e che siano interessanti, faro’ un commento molto didascalico, giusto per sottolineare le principali tendenze. Tengo la classifica corta a sufficienza per poter essere vista e quindi taglio le DOC a 100mila ettolitri di produzione.
• Le prime 5 DOC italiane hanno mantenuto le posizioni dell’anno scorso, quindi la gerarchia resta Montepulciano d’Abruzzo, Chianti, Asti, Soave e Trentino.
• La leadership del Montepulciano si amplia, dato che la sua produzione raggiunge i 944mila ettolitri, quasi 200mila ettolitri piu’ del Chianti. L’Asti spumante conferma i livelli produttivi dello scorso anno, cioe’ poco sotto i 700mila ettolitri.
• Sotto le prime tre, Soave scende a 0.5m/hl praticamente allo stesso livello di Trentino DOC, molto stabile negli ultimi 3 anni.
• Dopo le prime 5 resta stabile in produzione il Conegliano Valdobbiadene DOC ma avanza due posizioni ed e’ ormai la sesta DOC italiana. Guadagna una posizione anche Valpolicella DOC a 425mila ettolitri, mentre per Oltrepo’ Pavese la produzione scende sotto il 400mila ettolitri, numero 9 in Italia.
• A guardare questi numeri la grande DOC Trebbiano scende dal settimo al 14esimo posto.
• Numeri strani: il Primitivo di Manduria ha finalmente oltre 100mila ettolitri prodotti, i numeri degli anni passati mi erano sempre sembrati piuttosto strani (leggi “bassi”).
• Il Chianti Classico, certamente la piu’ grande DOC Italiana “di alta qualita’” (almeno questo e’ la mia sensazione) sta gradualmente salendo la classifica ed e’ la decima DOC Italiana (e la quinta per superficie denunciata).
• Tra il 2005 e il 2008 la crescita piu’ rilevante e’ dell’Asti spumante, seguito dal Conegliano Valdobbiadene e dalla DOC Trentino. Mi pare che gli spumanti siano chiaramente al comando in questa classifica.
• Forte calo per Oltrepo’ Pavese, Friuli Grave e Chianti (tra -15% e -25%).




Continua a leggere »