Costi di produzione


Il prezzo sorgente del vino – studio Morgan Stanley 1999

30 commenti

Grazie a Francesco, il quale sta lavorando a un rapporto sul mondo del vino per il suo MBA, posso pubblicare qualche dato selezionato da uno studio di Harvard, che a sua volta sfrutta una ricerca del 1999 di Morgan Stanley. In questo studio c’e’ una tabella nella quale viene sostanzialmente evidenziato il cosiddetto prezzo sorgente, con riferimento a una bottiglia che vende al dettaglio a $12, prodotta in USA da Beringer (il famoso marchio di proprieta’, per ora, di Foster’s). Dunque, vi anticipo la conclusione: il prezzo sorgente di questa bottiglia campione e’ $6 cioe’ la meta’ del suo prezzo finale (che immagino non includa la tassazione indiretta tipo l’IVA). Il guadagno del produttore su questa bottiglia e’ di $0.47 (mezzo dollaro). Vediamo quindi come si arriva a questi numeri…


prezzosorgente1.jpg
Continua a leggere »

La struttura dei costi delle aziende vinicole francesi per segmento – Viniflhor 2007

nessun commento

Fonte: Viniflhor
Dopo aver parlato dei margini, ci concentriamo sulla struttura di costo delle categorie di aziende considerate. Le conclusioni sono quelle dei post precedenti sull’argomento: c’e’ una forte discrepanza tra il possibile costo per bottiglia di vino a seconda del prodotto che si fa. In questo studio il costo al litro di chi imbottiglia puo’ essere tra EUR1.6 e EUR5.8. Chi vende sfuso ha costi tra 0.7 e 1.2EUR il litro. Chi contribuisce alle cooperative tra 0.6 e 0.9EUR al litro. Da cosa dipendono questi costi cosi’ divergenti? Lo studio ci dice da tutti i fattori produttivi. I costi di acquisto salgono in % al totale muovendo verso l’alto di gamma, cosi’ sale molto il costo del personale esterno rispetto a quello familiare. Cominciamo comunque con una torta che ci dice che in questo studio il 37% del costo del vino e’ personale, il 20% e’ ammortamento delle strutture, il 26% circa sono costi generali e l’ultimo 20% sono acquisti.


plfran2-11.jpg

After reviewing margins, we look at the cost structure of the firms in Viniflhor study. The conclusions are the same of the previous post: there is a wide gap in the cost per bottle depending on what product you are doing. The cost per litre of wine can range between EUR1.6 and EUR5.8 for firms selling bottled wine. Firms contributing to cooperatives have a cost of EUR0.6-0.9 per liter, while companies selling bulk wines between EUR0.7 and EUR1.2 per litre. Which are the elements affecting these so different costs? The study does not really identify a single item: external costs are moving up moving to bottled and high quality wine. The first pie shows you a broad breakdown of costs: 37% are personnel costs, 20% is structural expenses, 26% are G&A and 20% are external purchases.
Continua a leggere »

Fatturato, costi e margini dei segmenti di aziende vinicole francesi – studio Francia 2007

nessun commento

Fonte: Vinifhlor
Viniflhor ha pubblicato uno studio relativamente alla profittabilita’ e alla struttura dei costi delle aziende vinicole relative al 2004 e al 2005. Si tratta di uno studio molto interessante, fatto su un campione di 468 aziende rappresentative delle zone vinicole francesi (esclusa l’Alsazia), con una superficie media vitata di 29ha per la gran parte (19ha) relativi a vini AOC e con una resa media di 67hl/ha (50hl/ha AOC). I francesi hanno diviso il campione in 7 categorie, a seconda della destinazione del prodotto (verso la cooperativa o venduto in proprio), del tipo di prodotto (imbottigliato o no) e della qualita’ della produzione (espressa in euro di fatturato per ettaro). Oggi ci occupiamo di analizzare i risultati, nel prossimo post andiamo a fondo sulla struttura dei costi. Quali le principali conclusioni? (1) i margini delle imprese sono diminuiti nel 2005; (2) questo e’ dovuto a un calo del fatturato, cui non ha fatto seguito una riduzione dei costi; (3) le aziende che vanno bene sono quelle con un fatturato superiore a EUR19,000/ha.


plfran1-1.jpg
Viniflhor published a detailed report regarding the profitability and the cost structure of wineries for 2004 and 2005. This is a very interesting study, done on a sample of 468 companies representing all key French wine areas (except Alsace), with an average vineyard of 29ha for the most part (19ha) on AOC wines and with an average yield of 67hl/ha (50hl/ha AOC). The study divided the sample into 7 categories, depending on the destination of the product (towards the cooperative or sold on their own), the type of product (bottled or not) and quality of production (expressed in euros of turnover per hectare). Today we are to analyse the results, while in the next post we will review the cost structure. What are the main conclusions? (1) margins decreased in 2005; (2) this was due to a decline in turnover, that was not followed by a reduction of costs; (3) companies that performed well are those with a turnover exceeding EUR19000/ha.
Continua a leggere »

Il costo di produzione del vino di Constellation Brands in California

nessun commento

Durante il suo investor day, Constellation Brands ha proiettato una diapositiva che mostra il costo di produzione dei suoi vini in California, per far comprendere agli investitori come puo’ variare il costo di produzione a seconda del grado di qualita’ del prodotto. Ne esce un quadro dove tra il vino piu’ curato e quello meno curato c’e’ una differenza di circa 7 volte (tra USD9 e USD1.3 per bottiglia), con la maggior parte della differenza che viene dalla parte piu’ prettamente “industriale”, cioe’ di quanto costa produrre e mantenere la vigna: la variabilita’ e’ incredibile per certi versi, da USD1.1 a USD9.


cbcost-1.jpg
Continua a leggere »

Il costo di produzione del vino – dati 2005 e 2006 Francia e Sud Africa

nessun commento

[English translation at the end of the document]
Fonte: Viniflhor su dati Agrex Consulting
Ritorniamo sull’interessante argomento del costo di produzione del vino con una serie di dati relativi alla Francia e al Sud Africa. Per la Francia, si parla del costo di produzione per ettaro relativo al 2005 sia di una azienda AOC (su 20ha, non irrigato, 67q/ha) che di una non-AOC (32ha, non irrigato, 100q/ha), mentre per il Sud Africa e’ stato calcolato il costo di produzione di una grande tenuta con tecniche industriali (75ha, 95% irrigato, 153q/ha di resa). Ebbene i risultati che vedrete nei grafici sono piuttosto eclatanti e rendono giustizia del prezzo estremamente conveniente di certi prodotti sul mercato. Il costo per ettaro varia dagli EUR2500 del Sud Africa ai EUR3700 per l’azienda non AOC francese, fino ai quasi EUR10000 della azienda AOC Francese. Se dividiamo per la produzione per ettaro giungiamo a un prodotto che costa EUR0.25 al litro piuttosto che EUR2.18!


winecost1.jpg
Continua a leggere »