Esportazioni


Mercato del vino USA: dimensione e quote di mercato per singolo stato

2 commenti

Fonte: OEMV su dati Vinitrac e Impact Databank
Qualche giorno fa abbiamo analizzato le quote di mercato del vino italiano in USA in base alle fasce di prezzo. Oggi guardiamo alla geografia degli USA per capire un po’ quanto vino italiano si beve e dove (tutti i dati sono basati sui volumi). Quali sono le principali conclusioni? (1) in proporzione, il vino importato in USA si beve soprattutto sulla costa est e nel centro del paese; (2) le posizioni forti del vino italiano sono in 2-3 stati, ovvero New Jersey, New York e Michigan; (3) quando si incrociano i dati sulle importazioni con quelle sulle quote di mercato, i grandi mercati del vino italiano in USA sono senza dubbio New York, California e New Jersey; (4) in linea generale, gli americani che bevono vino in modo frequente, scelgono il vino italiano nel 10% dei casi (il 36% del vino importato moltiplicato per il 27% di penetrazione delle importazioni nel mercato); (5) l’Italia e’ il numero 1 tra i prodotti importati in tutti i maggiori stati salvo che nel Maryland, dove e’ sopravanzata dal vino australiano.




Continua a leggere »

La posizione del vino italiano in USA per fascia di prezzo – dati Vinitrac 2010

3 commenti


Questa volta non sono gli americani ma gli spagnoli che fanno uno studio molto interessante sulla struttura del mercato USA delle vendite al dettaglio (offtrade), che secondo questi dati assomma nel 2010 a circa 147 milioni di casse di vino, di cui 41 milioni provenienti dall’estero e di cui circa 20 milioni di vino pregiato (oltre 10 dollari la bottiglia). Gli spagnoli lo fanno per capire il potenziale del loro prodotto. Quello che e’ interessante per noi e’ capire i punti di forza del vino italiano, che sono i seguenti: (1) una quota di mercato molto rilevante in ogni segmento del mercato, rappresentiamo quasi sempre il 30% o piu’ delle importazioni USA; (2) una forte presenza nella fascia media del mercato, dove si concentra il 70% del vino imbottigliato italiano (tra 5 e 10 dollari). I numeri sono molto interessanti e vale la pena andare a guardarli in dettaglio, anche perche’ e’ chiaro che il vero concorrente del vino italiano in USA al di fuori del vino locale non e’ la Francia ma bensi’ l’Australia, per quanto questa si posizioni in modo speculare rispetto a noi.



Continua a leggere »

Francia – esportazioni di vino – aggiornamento settembre 2010

nessun commento


Post prenatalizio di aggiornamento sulle esportazioni francesi di vino alla fine di settembre: il recupero sta prendendo corpo, e’ guidato interamente dai vini di qualita’ e, sull’anno mobile, le esportazioni francesi sono a +5% a volume (13.1 milioni di ettolitri) e +7% a valore (6.02 miliardi di euro). A settembre, abbiamo appena commentato i dati italiani: +8% volume e +6.4% valore. Diciamo quindi che la ripresa dell’export francese ha una matrice diversa, non basata sul volume ma sulla ripresa del prezzo mix. Resta peraltro evidente che mentre l’Italia e’ ritornata a esportare oltre 3.6 miliardi di euro annui, cioe’ il massimo storico raggiunto nel 2008, la Francia ha appena ripassato la soglia dei 6 miliardi di euro: ancora 1 miliardo di euro o poco piu’ la separa dal record storico di 7.1 miliardi di euro, toccato a aprile 2008.



Continua a leggere »

Esportazioni di vino italiano – aggiornamento settembre 2010

nessun commento


Le esportazioni di settembre hanno ancora una volta segnato un nuovo record per i volumi, oltre a far ritornare il valore annuo sopra il precedente record “anno mobile” che risaliva alla fine del 2008. Il record e’ pero’ stato raggiunto attraverso la categoria dei vini sfusi, che sta vivendo un vero e proprio boom, mentre in settembre sia i vini spumanti che quelli imbottigliati non hanno superato in modo significativo il volume dello stesso mese dell’anno scorso. L’Italia rafforza in questo modo la propria leadership nell’ambito dei paesi esportatori di vino nel mondo, almeno per quanto riguarda i volumi. Sui primi 9 mesi dell’anno siamo a quasi EUR2.7 miliardi di euro per 15 milioni di ettolitri (+8,5% e +7.4% rispettivamente), mentre sull’anno mobile siamo a EUR3.7 miliardi e 20.5 milioni di ettolitri (+6.4% e +7.7% rispettivamente). Analizziamo in questo post due aspetti: quello del prezzo mix, che mette in luce una certa debolezza della struttura dell’export, e quello dei paesi BRIC che stiamo analizzando attraverso lo studio spagnolo.



Continua a leggere »

Struttura di prezzo e quote di mercato offtrade USA – dati Vinitrac 2010

nessun commento


Fonte: Vinitrac, aprile 2010
Questa volta non sono gli americani ma gli spagnoli che fanno uno studio molto interessante sulla struttura del mercato USA delle vendite al dettaglio (offtrade), che secondo questi dati assomma nel 2010 a circa 147 milioni di casse di vino, di cui 41 milioni provenienti dall’estero e di cui circa 20 milioni di vino pregiato (oltre 10 dollari la bottiglia). Gli spagnoli lo fanno per capire il potenziale del loro prodotto. Quello che e’ interessante per noi e’ capire i punti di forza del vino italiano, che sono i seguenti: (1) una quota di mercato molto rilevante in ogni segmento del mercato, rappresentiamo quasi sempre il 30% o piu’ delle importazioni USA; (2) una forte presenza nella fascia media del mercato, dove si concentra il 70% del vino imbottigliato italiano (tra 5 e 10 dollari). I numeri sono molto interessanti e vale la pena andare a guardarli in dettaglio, anche perche’ e’ chiaro che il vero concorrente del vino italiano in USA al di fuori del vino locale non e’ la Francia ma bensi’ l’Australia, per quanto questa si posizioni in modo speculare rispetto a noi.



Continua a leggere »