Esportazioni


Esportazioni di spumante Italia – aggiornamento primo trimestre 2016

nessun commento

expspum q116 1

 

Come dicevamo qualche giorno fa, i dati del primo trimestre sono molto particolari, considerando un giorno un più (29 Febbraio) ma anche, nel caso degli spumanti, la stagionalità della Pasqua, caduta più dentro il primo che non al secondo trimestre. Detto questo, gli spumanti restano l’unico fattore di crescita delle esportazioni in questo primo trimestre, con un incremento del 21% a 230 milioni di euro. Anche nella categoria si idenfica una forte divaricazione tra gli spumanti DOP, che volano a +34%, e le altre cagorie, stabili o calanti. Ma anche tra le geografie, con Regno Unito e USA che sostengono le vendite. A tale proposito, l’andamento del referendum di questo mercoledi (23 giugno) sarà particolarmente importante per definire l’andamento dei prossimi mesi. Entriamo quindi nei dati di dettaglio.

Continua a leggere »

Esportazioni di vino italiano – aggiornamento primo trimestre 2016

nessun commento
export q116 1

I dati sulle esportazioni di questi primi mesi del 2016 sono molto volatili, anche a causa delle differenze di calendario (anno bisestile, Pasqua leggermente anticipata). Ciò non aiuta a leggere le tendenze sottostanti, che vanno meglio identificate su periodi più lunghi. Detto questo, il primo trimestre chiude con un leggero incremento dell’export, circa +3%, essenzialmente legato alla crescita degli spumanti, che potrebbe essere stata leggermente aiutata dalla Pasqua. Intendiamoci, i dati non sono negativi: le esportazioni globali italiane sono rimaste stabili a 99 milliardi di euro nel trimestre e la categoria dove sta il vino (con alimentari e tabacco) è cresciuta da 6.9 miliardi a 7.1 miliardi (+1.8%). Certamente avendo il cavallo degli spumanti che sta correndo, forse i dati non sono così positivi come si poteva sperare. I vini fermi imbottigliati non crescono più a quanto è dato di vedere, così come sembra essersi esaurito il calo dei vini sfusi. Ne parleremo più diffusamente nei prossimi giorni con l’analisi dei vini spumanti, ma il loro incremento è sempre più legato al Regno Unito, che in questi giorni è al centro dell’attenzione per questo referendum sull’uscita dall’Unione Europea. Se vincesse il “sì” (“usciamo”) la sterlina perderebbe immediatamente valore, rendendo più costosi i nostri prodotti. Certamente un problemino da tenere in considerazione. Per ora, soffermiamoci sui dati trimestrali.

Continua a leggere »

Esportazioni di vino italiano – aggiornamento febbraio 2016

nessun commento

export 02 2016 0

Febbraio 2016, bisestile. Un giorno in più, lavorativo, rispetto allo scorso anno. Export di vino +10%, ma anche togliendo l’impatto del 29 febbraio sarebbe +7%. Le esportazioni italiane si riportano in carreggiata, dunque, secondo i dati rilasciati proprio stamattina da ISTAT. In realtà la notizia non è questa, ma bensì quella che trovate immortalata nel grafico qui sopra: per la prima volta nella storia le esportazioni di spumante sfondano quota 1 miliardo di euro, esattamente 1014 milioni nei 12 mesi terminanti a febbraio. L’impulso del Regno Unito continua a essere fortissimo, oltre +57% nei primi due mesi dell’anno, tanto che ormai metà della crescita della categoria è legata a questo mercato. E’ però incoraggiante vedere che gli Stati Uniti continuano a crescere e che anche la Gernania dopo una battuta d’arresto è partita bene. Critico sarà ora vedere cosa succede a Marzo. Ma andiamo a commentare anche gli altri dati…

Continua a leggere »

Nuova Zelanda – esportazioni di vino 2015

nessun commento

nuovazelanda export 2015 1

La Nuova Zelanda continua a scalare le classifiche del commercio mondiale di vino, anche se nel 2015 i cambi hanno giocato un ruolo piuttosto importante nel sostenere la crescita delle esportazioni, che espresse in dollari americani sarebbero leggermente calate. Nel 2015 il prodotto neozelandese ha superato quota 1.5 miliardi di dollari NZ in export, pari a 1.07 miliardi di dollari americani e 962 milioni di euro. E’ la settima potenzia mondiale nel commercio di vino, allo stesso livello della Germania, con una propensione all’export che non ha eguali, superando l’80% della produzione annua. Come potete vedere dalla torta finale, l’export è fortemente concentrato in tre mercati, che rappresentano oltre tre quarti del totale: Stati Uniti, Regno Unito e nella vicina Australia. Andiamo a leggere qualche numero insieme.

Continua a leggere »

USA – esportazioni di vino, aggiornamento 2015

nessun commento
USA EXPORT 2015 1

Nonostante il rafforzamento del dollaro del 20% nel 2015, le esportazioni americane di vino sono leggermente cresciute, passando da 1.47 a 1.54 miliardi di dollari, +5% rispetto al 2014. Questa premessa appare particolarmente doverosa perchè se dovessimo analizzare i numeri in euro (cosa che facciamo tipicamente quando parliamo di importazioni, dato che ci interessa la posizione dell’Italia), gli USA sono passati da 1.1 a 1.4 miliardi di euro, quindi con un incremento del 26%, cioè il +5% di prima e il +20% dal cambio. Le cose sono dunque andate particolarmente bene, talchè gli USA si candidano a superare l’Australia al quarto posto della classifica mondiale dell’export di vino. UK, Cina e Germania sono stati i mercati chiave che hanno supportato la crescita, compensando il calo del 7% nel primo mercato degli americani, il Canada, che resta pur sempre il principale. Andiamo a leggere qualche numero insieme.

Continua a leggere »