Il commercio mondiale di vini sfusi – aggiornamento 2019

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

Dopo aver analizzato il commercio internazionale degli spumanti passiamo a quello dei vini sfusi, che mostra un andamento molto più volatile. Dopo un 2018 caratterizzato da un calo marcato dei volumi (che stimiamo a circa 38 milioni di ettolitri), nel 2019 i volumi si sono riportati sopra la soglia dei 40 milioni, verso 42 milioni per la precisione. A questo però è corrisposto un andamento inverso e più che proporzionale dei prezzi unitari, che ha portato in realtà il valore del commercio mondiale a essere più basso nel 2019 rispetto al 2018, da 3.4 a 3.2 miliardi di euro. La leadership di questo mercato è saldamente in mano alla Spagna, sia per volume che per valore, seguita dall’Italia e dall’Australia. L’analisi prosegue nel resto del post.


  • Gli scambi mondiali di vini sfusi sono stimati secondo i dati provvisori di Un Comtrade in 41.7 milioni di ettolitri, in crescita dell’11% rispetto al minimo di 37-38 milioni stimati per il 2018. In termini di valore però i dati mostrano un calo del 5% da 3.4 miliardi a 3.22 miliardi di euro, cui corrisponde un valore medio di 77 euro per ettolitro, contro l’inusuale livello di 91 euro toccato nel 2018, a fronte della scarsa vendemmia 2017.
  • La Spagna ha esportato vini sfusi per 525 milioni di euro, -20%, passando dal 19% al 16% del mercato, per un volume cresciuto da 10.5 a 11.8 milioni di ettolitri, +12% e dunque un prezzo medio crollato a 45 euro per ettolitro, che è comunque coerente con il livello medio registrato negli anni precedenti al 2018.
  • L’Itallia è il secondo esportatore mondiale, con un calo del 7% a 387 milioni e un volume cresciuto secondo UN COmtrade del 43% a 5.4 milioni di ettolitri, meno della metà della Spagna. In termini di valore l’Italia mantiene la sua quota di circa il 12% del mercato.
  • Dietro l’Italia ci sono Australia, Cile e Francia tutti tra 300 e 332 milioni di euro.
  • Guardando i dati in sequenza negli anni è chiara la tendenza crescente del Cile e della Nuova Zelanda, in crescita dell’8% e del 13% annuo negli ultimi 5 anni, mentre i dati di Spagna, Italia e Australia e Francia sono sostanzialmente stabili.
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>