Toscana – produzione di vino e superfici vitate 2019 – dati ISTAT

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

 

La vendemmia toscana 2019 è perfettamente allineata alla media storica e all’anno precedente, con una volatilità dunque nettamente inferiore a quella delle altre regioni italiane (9% sopra la media storica, ma 9% sotto il 2018). Nel constesto di questa stabilità è stato un anno migliore per i vini rossi, che sono la maggioranza della produzione regionale (87%) e leggermente peggiore della media per i vini di qualità rispetto alla media storica, intendendo con questo una produzione elevata di vini comuni rispetto agli anni passati (ma parliamo veramente di poca roba). Passiamo ai numeri.

 

  • In Toscana nel 2019 si sono prodotti 2.63 milioni di ettolitri di vino, un soffio sopra i 2.6 milioni del 2018 e della media, sempre 2.6 milioni di ettolitri. La produzione secondo ISTAT ha sfruttato 55400 ettari di vigneto, il 3% in più dello scorso anno. Dato questo da verificare come al solito.
  • La produzione di vino rosso rappresenta l’87% del totale, 2.29 milioni di ettolitri, con una crescita dell’1% sull’anno scorso e del 3% sopra la media degli ultimi 10 anni. I vini bianchi sono dunque circa il 10% sotto la produzione media storica, 346mila ettolitri contro 385mila medi 2009-18.
  • Passando alla produzione per tipologia, i vini DOC calano del 3% rispetto al 2018 a 1.66 milioni di ettolitri, ma sono perfettamente allineati alla media storica. L’andamento sull’anno scorso (non abbiamo ancora dati abbastanza “profondi” in questo spaccato) è simile per i vini bianchi e rossi.
  • Sono invece in forte progresso i vini rossi IGT, +15% a 552mila ettolitri (si tratta di un ritorno al livello del 2015-16 dopo due anni molto negativi), mentre si mantengono poco sopra 100mila ettolitri gli IGT bianchi. Nel segmento dei vini comuni, la produzione sale soprattutto per i vini bianchi, 75mila ettolitri, +28%, mentre sono a +4% i vini rossi. Nel loro complesso, come dicevamo i vini IGT sono in media con il passato (665mila ettolitri), mentre i vini comuni a 309mila ettolitri sono il 20% sopra la media storica e il 9% in più sul 2018.
  • Passando alle superfici vitate e alle rese, la Toscana si conferma una regione di profilo qualitativo molto elevato, con una resa per ettaro stimata di 66 quintali, ben sotto i 108 registrati in Italia. La maggior parte della superficie vitata si trova a Siena (19820 ettari) e a Firenze (14500). Vengono poi Grosseto (8290) e Arezzo (5440).
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

 

 

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>