Esportazioni di vino italiano – aggiornamento luglio 2019

1 commento
Print Friendly, PDF & Email

 

Luglio 2019 è stato un buon mese per le esportazioni italiane di vino, dopo un giugno decisamente negativo. Il +7.6% registrato nel mese riporta il saldo da gennaio a questa parte verso il +4%. A guidare la crescita di quest’anno sono i volumi, in crescita del 10%, soprattutto spinti dalla dinamica dei vini sfusi. A luglio si ripete in modo ancora più marcato l’andamento dei mesi precedenti: i vini sfusi crescono del 38% in volume (+24% da inizio anno), ma il loro prezzo cala del 29% (-26% da inizio anno). Per uno scherzo della matematica (provare per credere), +38% del volume e -29% del prezzo messi insieme fanno -1%. Dal punto di vista geografico, le uniche note negative vengono dal Regno Unito, in calo del 12% a luglio e del 4% da inizio anno (sia nella bottiglia che nello spumante), mentre provengono dei dati un po’ meno negativi dalla Cina, che cresce del 2% in luglio e del 4% da inizio anno, dopo una seconda parte del 2018 decisamente negativa. Infine, molto positive sono le indicazioni che provengono dalla Francia, dove sembrerebbero essersi innamorati dei nostri spumanti. Infine, magari interessa a qualcuno: la bilancia commerciale del vino italiano tocca per la prima volta i 6 miliardi di euro, esattamente 6006 milioni. A questo è dedicato il grafico di apertura del post. Passiamo all’analisi dei dati.


 

  • Partiamo dalla fine, quindi dalla bilancia commerciale: come vedete l’Italia ha guadagnato quasi 1 miliardo da fine 2015 a oggi. Di questo miliardo, oltra le metà viene dagli spumanti (+524 milioni), un centinaio di milioni dai vini sfusi e 312 milioni di euro dal miglioramento della bilancia commerciale dei vini in bottiglia.
  • Le esportazioni di luglio sono in crescita del 7.6% a 594 milioni, il che porta il saldo da inizio anno a 3.6 miliardi di euro, +3.8%. Nell’arco dei 12 mesi la crescita è del 3.2% (6.3 miliardi) e subisce ancora il rallentamento dei mesi finali del 2018.
  • Come dicevamo, la spinta viene dai volumi, in crescita del 15% a 2.04 milioni di ettolitri in luglio e del 10% a 12.35 milioni di ettolitri da inizio anno. Ne consegue un deterioramento del 5% del prezzo medio di esportazione, risceso leggermente sotto i 3 euro al litro.
  • Luglio è stato un mese eccellente per gli USA, forse anche considerando i timori di introduzione dei dazi doganali, che per fortuna abbiamo scampato. Da inizio anno, la crescita del mercato americano e tedesco sono simili nel 2019, circa +4%, mentre cala del 4% il mercato inglese (con una accentuazione in luglio). I veri motori di crescita nel 2019 sono il mercato francese, +13% nei 7 mesi e quasi +30% in luglio sull’onda degli spumanti, il Giappone, +17% (+25% in luglio) e l’Olanda a +13% (in questo caso con un rallentamento in luglio).
  • Le dinamiche delle esportazioni di spumante ricalcano quanto visto nei mesi scorsi: forte crescita del Prosecco (+20% in luglio e +18% da inizio anno) che proprio in questo mese sfonda quota 1 miliardo di euro di esportazioni sui 12 mesi e forte calo degli altri spumanti DOP (Asti escluso), che perdono oltre il 30% rispetto allo scorso anno. Il saldo finale per il segmento spumanti resta decisamente positivo: +8% in luglio e +5.5% da inizio anno.
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Esportazioni di vino italiano – aggiornamento luglio 2019”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>