Emilia Romagna – produzione di vino 2018 e dati per DOC/DOCG 2017

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

 

L’ottima annata 2018 ha spinto le rese per ettaro in Emilia Romagna a uno dei massimi storici, oltre 200 quintali per ettaro e a una produzione di vino e mosti superiore a 8 milioni di ettolitri. A guadagnare di più da tanto generoso raccolto è stata la produzione di vini da tavola, cresciuta di oltre il 50% rispetto al 2017 ma soprattutto di un terzo superiore alla media storica della regione, quando invece per i vini DOC il 2018 si è configurato quasi come un anno “medio”, pur in recupero sulla produzione degli anni scorsi. Come per molte altre regioni italiane, anche in Emilia Romagna si sta virando la produzione verso il vino bianco, che nel 2018 ha toccato quota 4.1 milioni di ettolitri e il 56% del totale, decisamente al massimo storico. Allegati al post trovate anche i dati di Federdoc sulla produzione di vini DOC, ma riferita al 2017 e quindi con un prevalente segno meno. Passiamo a una breve analisi dei dati.


 

  • La produzione di vino in Emilia Romagna è stata di 7.34 milioni di ettolitri nel 2018, in crescita del 35% sul 2017 e del 18% sopra alla media decennale. Si tratta di dati abbastanza assimilabili alla produzione italiana, che è stata nell’anno del 23% superiore alla media storica. La produzione di 0.7m/hl di mosti ha portato il totale a 8.1m/hl
  • Come anticipavamo sopra, il vino bianco prende il volo anche in Emilia Romagna. Con 4.1m/hl di produzione cresce del 47% sul 2017 e è del 36% sopra la media storica. Il vino rosso a 3.2m/hl è invece allineato alla media storica, per quanto anch’esso in crescita sul 2017 (+21%). Il vino bianco raggiunge dunque il 56% della produzione totale contro un livello del 50-51% osservato negli anni passati.
  • L’Emilia Romagna resta la regione del Nord con più vini da tavola e questo è tanto più vero nelle annate ricche come il 2018. I vini da tavola salgono al 38% della produzione con 2.8m/hl, contro il 40% dei vini IGT (2.9m/hl) e il 22% dei vini DOC (1.6m/hl). in rapporto alla media storica, sono su del 33%, contro il 14% dei vini IGT e il 4% dei vini DOC. Questo spostamento è anche frutto della maggior penetrazione dei vini bianchi nelle categorie inferiori (solo 11% DOC) rispetto ai vini rossi (35% DOC).
  • Vi allego anche i dati sulle superfici vitate e rese, che mostrano un leggero calo della superficie a 49770 ettari, apparentemente concentrato a Piacenza, Forlì, Bologna e Rimini.
  • Infine trovate anche i dati Federdoc sulla produzione 2017. In questa tabella vale la pena notare come le grandi DOC della regione abbiano dati migliori di tutte le altre. Reggiano cresce del 17% a 234mila ettolitri, Romagna è stabile a 247mila e Lambrusco Salamino di Santa Croce cresce del 4% a 212mila ettolitri.
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

 

 

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>