Puglia – produzione di vino e superfici vitate 2018 – dati ISTAT

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

 

La Puglia è una delle poche regioni che secondo ISTAT non ha subito un calo produttivo nel 2017. Per tale motivo, sebbene la vendemmia 2018 (10.6 milioni di ettolitri compreso mosti e quasi 10 senza) sia di un buon 50% sopra la media storica, la progressione rispetto al 2017 è molto meno marcata. Le due vendemmie sono anche più simili tra loro rispetto alle altre regioni, e comunque molto diverse dagli anni antecedenti al 2017. La considerazione già fatta è però che tanta produzione non è andata a rimpolpare la parte pregiata del vino pugliese ma quella a più basso valore.  Infatti, per quanto possa sembrare strano, la produzione 2018 di vini DOC è in realtà inferiore alla media storica. Nel 2018 come nel 2017 la quota di vini da tavola sul totale prodotto è ritornata a livelli del 70%, simili a quelli di molti anni fa. Passiamo ai dati specifici.


 

  • La produzione 2018 è stata di 9.8 milioni di ettolitri di vino più 0.8 milioni di ettolitri di mosto. Si tratta del livello più elevato degli ultimi 10 anni, poco che secondo ISTAT (non secondo altri) si era già raggiunto un punto di massimo nel 2017. Infatti, la produzione 2018 è del 52% sopra la media decennale, con una punta del +91% per i vini da tavola (come dire, il doppio).
  • Non sono invece sopra la media, anzi, i dati sulla produzione di vini DOC. nel 2018 secondo ISTAT la produzione è cresciuta del 12% a 684mila ettolitri, quindi il 7% del totale, ma i dati degli anni precedenti erano largamente superiori. Nel dettaglio, si sono prodotti 219mila ettolitri di vino DOC bianco, +11% sul 2017, e 464mila ettolitri di vino rosso, +13%.
  • I dati sui vini IGT sono migliori. La produzione di 2.2 milioni di ettolitri, il 22% del totale vino, è del 20% sopra la media storica, e in crescita del 7% sul 2017. Tra gli IGT, 924mila ettolitri di vino bianco, +3% e 1.27 milioni di vino rosso, +11%.
  • I dati sui vini da tavola sono molto importanti. 6.9 milioni di ettolitri, ossia il 40% del vino da tavola italiano (e il 34% dei mosti, pari a 0.8 milioni di ettolitri) fanno della Puglia la regione chiave per questa categoria di prodotto, equamente divisa tra vini bianchi e vini rossi.
  • I dati sulle superfici vitate mostrano una situazione stabile nel tempo, con circa 85mila ettari vitati, di cui 27650 in provincia di Foggia, 16mila in provincia di Taranto e poco meno di 15mila nella provincia di Barletta-Andria-Trani. Ne consegue una resa per ettaro 2018 di 167 quintali per ettaro, ben superiore alla media italiana di 119, in crescita dell’11% sul 2017 contro il +17% della media nazionale.
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

 

 

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>