Majestic Wine (risultati 2018/19) vende i negozi e si concentra su Naked Wines

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

 

I più attenti di voi forse lo sanno già, visto l’annuncio è ormai di qualche mese fa. Majestic Wine, la catena di enoteche inglese che qualche anno fa ha acquisito Naked Wines (un online molto particolare), ha deciso dopo anni di ristrutturazioni, rilanci, cambi di management di vendere la catena fisica dei negozi per concentrare tutti gli investimenti nell’ecommerce, e in Naked Wines in particolare. Difficile tirare conclusioni. Certamente oltre 200 negozi nel Regno Unito possono diventare un fardello e probabilmente la decisione di uscire ha le sue buone ragioni. Dall’altra parte, sta diventando sempre più vero che non si può stare soltanto online, ma qualche bandierina nel mondo fisico bisogna metterla. Ce lo insegna Warby Parker, catena online di ottica che si è messa ad aprire negozi nelle principali città americane, ce lo insegna anche Amazon, e chi sennò, che ha comperato la catena WholeFood e sta sperimentando dei format di negozi. Tornando a Majestic e Naked Wines, i dati che presentiamo oggi relativi al 2018-19 non sono certamente buoni: se le vendite salgono del 6%, gli utili sono di nuovo in calo dopo i segnali di risveglio dell’anno scorso. Una serie di oneri di ristrutturazione e svalutazioni (oltre 100 dei 200 negozi non è ritenuto in grado di generare sufficienti profitti per giustificare il valore a cui è iscritto nel bilancio) hanno portato le perdite a 9 milioni di sterline e a un incremento del debito.


Senza i negozi (sempre che riescano a venderli), Majestic si chiamerà Naked Wines e avrà presumibilmente sufficienti risorse finanziarie per far crescere l’attività. Come potete vedere dai grafici presi dalla loro presentazione all’interno, si tratta di investire nell’acquisizione dei clienti, che poi forniranno un valore negli anni a venire, sempre più basso ma comunque “cumulato” sugli altri anni. Un po’ la stessa logica del blog: io continuo a scrivere, voi continuate a leggere, soprattutto i nuovi articoli ma anche un po’ di quelli vecchi, che anche se sempre meno sono uno zoccolo di lettura che si costruisce. Vedremo che cosa succede, intanto ho un amico che purtroppo per questa decisione purtroppo perderà il lavoro… passiamo ai numeri…

 

  • Le vendite crescono del 6% a 506 milioni di sterline. A tale risultato contribuiscono un +14% di Naked Wines a 178 milioni, e una crescita tra l’1% e il 3% delle altre divisioni (per il retail +1% nonostante la chiusura di 8 negozi nell’anno).
  • Il margine lordo sale al 27.5%, il più alto di sempre, grazie a Naked Wines (che viaggia sul 38%), mentre a livello operativo e prima degli oneri non ricorrenti, si registra un calo da 18 a 12 milioni dell’utile operativo. Il retail cala da 13 a 11, ma anche Naked Wines passa da 9 a 7 milioni, che come vedete dal grafico sotto è dovuto ai 5 milioni investiti per raggiungere nuovi clienti. Dopo oneri straordinari di 19 milioni e un paio di milioni tra tesse e interessi si arriva a una perdita di 9 milioni di sterline.
  • Dal punto di vista finanziario il debito resta molto limitato a 15 milioni di sterline, ma sale di circa 7 milioni, di cui 5 dovuto al pagamento di 5 milioni di euro di dividendi.
  • Probabilmente il prossimo anno avremo un bilancio molto diverso da questo, per cui possiamo dire che qui potrebbe chiudersi la serie di articoli su Majestic Wine del blog, probabilmente sostituita da Naked Wines…

 

Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

 

 

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>