Porto – dati di vendita, aggiornamento 2018

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

 

Dopo diversi anni in cui a fronte di volumi calanti il Porto era riuscito a far crescere leggermente le vendite, il 2018 ha visto il calo dei volumi accentuarsi ulteriormente, e questa volta anche le vendite sono calate, di circa il 3%. I mercati in cui le vendite sono calate maggiormente sono stati il Regno Unito e l’Olanda, ma anche nella vicina Spagna e nel mercato domestico le cose non sono andate bene. Stanno cambiando le abitudini? Certamente il calo costante dei volumi qualche dubbio lo mette, anche se esistono degli spazi importanti per il prodotto in alcuni mercati dell’Est Europa e Nordici. Giusto per fare un esempio. Le vendite in Danimarca sono 15 milioni di euro, quelle in Svezia non appaiono nemmeno nella nostra tabella… 2 milioni di euro, come la Norvegia… 1.3 milioni di euro… passiamo a commentare qualche numero.


 

  • Le vendite di Porto nel 2018 sono scese del 4% 720mila ettolitri, toccando il minimo da quando guardiamo questi dati. Pensate che nel 2008, quindi 10 anni fa, erano 883mila ettoltri, quindi in 10 anni si è perso circa il 20% dei consumi al ritmo del 2% annuo, proprio come dice la tabella, -1.7% annuo.
  • Il prodotto si è però evoluto e i prezzi sono gradualmente cresciuti: nel 2018 il calo abbiamo detto essere stato del 3% a 367 milioni di euro. Ebbene, si tratta del primo dato negativo dal 2014 a questa parte. Nel 2008, giusto per confrontarci erano 373 milioni di euro, quindi non distante da adesso.
  • Il prodotto sta tornando più “locale”. Nel 2018 le vendite in Portogallo sono a 72 milioni di euro e pur in calo del 2.7% superano quelle della Francia, -2.4% a 69 milioni di euro, che storicamente è stata la principale destinazione del prodotto, ben più del mercato locale. Le cattive notizie nel 2018 vengono però dal crollo del 15% delle esportazioni nel Regno Unito e del 12% in Olanda.
  • Negli USA il prodotto fatica a crescere ed è rimasto stabile a 34 milioni di euro esportati, mentre il buon dato del Belgio (+8% a 31 milioni) se visto in prospettiva assume un significato completamente diverso: si tratta di un recupero.
  • L’unico mercato dove il Porto sembra essere in costante crescita è la Danimarca: +14% nel 2018 e +16% annuo dal 2013 a questa parte. Si tratta di un vero e proprio balzo che lascia ben sperare per tutti i mercati del “nord” dove di Porto se ne beve veramente poco…
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>