Spagna – produzione di vino 2017

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

Con un po’ di (colpevole) ritardo arriviamo anche a commentare la produzione di vino spagnola 2017. Come per il resto del mondo, non è stato un buon anno. Come per il resto del mondo, il 2018 sarà decisamente meglio. Nel caso spagnolo si è scesi a 33 milioni di ettolitri, contro i 39 del 2016 e i previsti quasi 41 del 2018. Il calo del 15% è abbastanza coerente tra vini bianchi e rossi (un po’ peggio i secondi), mentre come nel caso di altri paesi a soffrire i maggiori cali sono i vini comuni (-23/24% sia contro media che contro 2017), quando invece i vini DOP e IGP sono scesi in maniera meno marcata, soprattutto contro le medie storiche. Passiamo a una breve analisi dei dati.


 

  • Sono stati 32.97 i milioni di ettolitri prodotti in Spagna nel 2017, con un calo del 15% sul 2016 e un livello dell’11% inferiore alla media degli ultimi anni. Il recupero nel 2018, secondo i dati diffusi da OIV è molto marcato, con una vendemmia attesa a 40.9 milioni di ettolitri.
  • La produzione di vini DOP è salita al 40% del totale grazie a un calo meno significativo, -11% a 13.37 milioni, con i vini bianchi praticamente stabili a 5.4 milioni e una perdita ben più marcata sui rossi, -17% a 7.9. Quelli che vedete in tabella sono invece le variazioni percentuali sulla media a 5 anni, dove le risultanze sono un po’ meno marcate, ma le conclusioni sono simili.
  • Gli IGT scendono del 13% a 3.6 milioni di ettolitri, mentre i vini varietali sono calati dell’11% a 6.25 milioni di ettolitri, con la stessa situazione dei vini DOP, quindi peggio rossi e meno peggio i bianchi.
  • Dove la situazione si inverte è nel segmento dei vini comuni, giù del 23% a 9.8 milioni di ettolitri ma in questo caso con una forte perdita dei vini bianchi, -28% a 5.3 milioni, contro il -16% dei vini rossi (4.5m/hl).
  • Il quadro è quindi di un andamento nel complesso simile per i vini rossi e i vini bianchi ma con un “distinguo” di qualità molto importante: i bianchi scendono nella categoria a poco valore mentre i rossi scendono dappertutto.
  • Dal punto di vista geografico, come vedete dalla tabella i dati sono molto variegati. Il serbatoio spagnolo della Castilla/Mancha è giù del 16% e il 12% sotto media a 17 milioni di ettolitri, mentre la regione forse più famosa, la Rioja perde il 18% della produzione a 1.7 milioni di ettolitri. Tra le regioni vinicole significative in Spagna, l’Andalusia ha avuto una produzione in crescita del 31% e del 7% sopra media a 1.11 milioni di ettolitri.
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

 

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>