USA – vendite al dettaglio di vino – aggiornamento 2017

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

 

Devo dire che essere in volo verso San Francisco e la Napa Valley conferisce un bel contesto per scrivere di questo argomento, cioè l’andamento del primo mercato mondiale per il vino, gli USA. Nel 2017 secondo i dati di Wine Institute si sono consumati 36.3 milioni di ettolitri di vino per un valore di 62 miliardi di dollari. L’andamento resta positivo ma è un po’ meno marcato degli anni scorsi. Viene alimentato, come intelligentemente nota l’istituto, dalla crescita demografica degli americani che entrano nella “drinking age” che è di circa 1 punto percentuale all’anno, a un quasi impercettibile incremento della penetrazione del consumo che regala un altro punticino, per arrivare al 2%. Ci sono poi altri due punti di prezzo-mix che portano al 4% medio degli ultimi 5 anni. E’ interessante notare come tra i fattori che aiutano il prezzo mix sia menzionata la vendita diretta e le sale di degustazione che hanno raggiunto in USA 2.7 mililardi di dollari dei 62 totali e 5.8 milioni di casse di vino… tanto, soprattutto perché dividendo esce 51 dollari alla bottiglia! Ragazzi che business che fanno… e tra 48 ore sarò anche io vittima di uno di questi, St Supery. Vi racconterò a tempo debito. Passiamo ai dati.


 

  • Il 2017 è stato un anno positivo ma non come i precedenti per il vino in USA. Da un punto di vista dei volumi del mercato, i 36.3 milioni di ettolitri sono visti in crescita dell’1.2% nel 2017 e dell’1.9% sugli ultimi 5 anni, sospinti dai vini spumanti, l’unica tipologia che anche nel 2017 ha tenuto il ritmo di crescita degli ultimi 5 anni, +8%.
  • Lo stesso rallentamento si vede nei dati in dollari, ben più pimpanti sul quinquennio, +4.1% (che abbiamo già vivisezionato nell’introduzione) e comunque positivi per l’1.8% anche nel 2017.
  • Il vino californiano ha avuto un andamento leggermente positivo nel 2017, +0.7%, ben più moderato del +2.7% del 2012-17, sostanzialmente legato al leggero arretramento delle esportazioni. In termini di valore al dettaglio la i vini californiano hanno generato un valore al dettaglio di 35.2 miliardi di dollari, pari a un incremento del 2.6% (quindi marginalmente meglio del totale del mercato) e del 4% sui 5 anni, in questo caso esattamente allineato alla media totale.
  • Di tutto il vino californiano, per chiudere, soltanto il 13.4% viene esportato (circa 3.3 milioni di ettolitri). Si tratta della quota (in termini relativi) più bassa da 10 anni a questa parte.
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>