Toscana – produzione di vino 2017 e dati per DOC/DOCG 2016

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

La Toscana nel 2017 ha vissuto una vendemmia terribile. La produzione è crollata a meno di 2 milioni di ettolitri, giù del 37% e del 30% sotto la media storica. Scrivo terribile perché il dato nazionale è a -15% e non troppo distante dalle medie storiche, mentre altre regioni molto vocate alla qualità come il Piemonte o il Veneto hanno mostrato cali nell’intorno del 15-20%. Oltretutto, il calo ha colpito in modo piuttosto omogeneo le diverse categorie, talchè anche la produzione di vini di qualità (DOC/DOCG) è stata pesantemente colpita (-36%).

Come già per i dati piemontesi, vi inserisco anche i dati aggiornati sulla produzione di vini DOC per denominazione 2016, che vede un leggero calo per il Chianti e Chianti Classico (circa -2% a 1.12 milioni di ettolitri in cumulato) e una costante evoluzione positiva per la produzione di Brunello di Montalcino e Bolgheri (+3% e +5%, rispettivamente). Naturalmente in attesa di leggere il prossimo anno i dati della produzione 2017.


Passiamo a una breve analisi dei dati.

  • La produzione di vino scende a 1.9 milioni di ettolitri, -37% sul 2016 e -30% sulla media decennale.
  • I vini rossi calano a 1.6 milioni di ettolitri, -40%, circa 0.7 milioni di ettolitri sotto la produzione media storica, mentre i vini bianchi sono stati 0.28 milioni di ettolitri, il 20% in meno del 2016 ma anche loro più o meno allineati al “-30%” rispetto alla storia.
  • Come dicevamo sopra non tanta differenza tra i vini DOC, 1.2 milioni di ettolitri e giù del 36%, gli IGT scesi sotto gli 0.5 milioni di ettolitri (-42%) e i vini comuni a 0.3 milioni di ettolitri, -30%. L’ulteriore dettagli per colore e tipo vi indica come a perdere nei DOC siano stati soprattutto i vini rossi, anche perché i bianchi sono soltanto 150mila ettolitri circa (ma comunque non sono calati), mentre l’andamento per le altre due categorie è stato coerente per entrambe le tipologie di prodotto.
  • Per quanto riguarda i dati Federdoc, abbiamo un set piuttosto completo di dati anche se quest’anno non pubblico i dati sulle superfici perché non mi convincono. Ad ogni modo la produzione di Chianti 2016 è stata di 835mila ettolitri, stabile sul 2016 e su un picco della storia recente, mentre il “Classico” a 286 mila ettolitri è leggermente sotto il biennio 2014-2015. Il Brunello raggiunge un picco produttivo a 84mila ettolitri, +3%, così come il Bolgheri a 58mila ettolitri, +5%. Va annotato il dato molto elevato della produzione di Maremma Toscana a 92mila ettolitri, che ormai supera quella del Morellino di Scansano (75mila ettolitri, -3% nel 2016).
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

 

 

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>