Esportazioni italiane di vino per regione e tipologia – primo semestre 2016

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
regioni h1 2

Sono con questo post in colpevole ritardo, sia perché non l’ho elaborato, sia perché la tabella di marcia è già piena. Ma veniamo a noi. I dati qui pubbicati sono di due tipi: 1) i dettagli resi disponibili da ISTAT sulle esportazioni di vino imbottigliato per regione (solo alcune) e per tipologia, dove i dati sono relativi alla provenienza dei vini; 2) il dettaglio solo trimestrale dei dati delle esportazioni per regione, che però sono riferiti non all’origine del vino ma all’origine di chi lo ha esportato. I dati mostrano il forte impatto positivo del Prosecco sull’export delle aziende venete (+9% nel semestre 2016, come già osservato negli scorsi anni) a fronte di un incremento dell’export totale italiano del 3%, mentre sono negativi i dati delle aziende piemontesi (-7%). L’altra tendenza piuttosto interessante (e positiva) è la crescita dei vini bianchi DOP a svantaggio dei vini IGP, che restano comunque preponderanti, nel contesto delle esportazioni di vino fermo imbottigliato, che vi ricordo non ha mostrato alcuna crescita nel primo semestre dell’anno (-1%). Passiamo a un breve commento dei dati in particolare…


regioni h1 3
  • L’evidenza di questi dati è che l’export imbottigliato italiano soffre dal calo dei vini da tavola e IGT, entrambi in calo (4% e 9% rispettivamente), non compensato dall’incremento del 3% delle esportazioni dei vini DOP. Nel dettaglio regionale reso disponibile, sono stabili i vini veneti, in calo del 5% i vini toscani e mostrano invece un forte balzo i vini del Trentino Alto Adige, +30%.
  • Nell’ambito delle categorie, sono in forte progresso i bianchi DOP (+17%) a discapito dei vini bianchi IGP (-11%), quindi bene: i primi crescono a 287 milioni, il livello più elevato di sempre, mentre i secondi calano a 306 milioni di euro da 343, dopo una serie di anni in continuo progresso. Nel segmento dei vini rossi, succede invece il contrario, in misura meno marcata: salgono del 2% i vini IGP a 349 milioni di euro e calano del 2% le esportazioni di vini DOP imbottigliati a 664 milioni di euro. Sembrerebbe dunque esserci un potenziale importante di “rivalutazione” dei vini bianchi, spostando il mix da vini IGP a vini DOP…
  • Se passiamo invece alla seconda serie di dati, quella del primo grafico, che invece riguarda i dati totali dell’export, vediamo l’impatto del Prosecco, dato che rientrano in gioco i vini spumanti. Il Veneto cresce del 9% nel primo semestre 2016 a 935 milioni, seguendo una traiettoria di crescita costante. Dopo dati molto positivi degli scorsi anni sono invece stabili le esportazioni delle aziende toscane, 427 milioni di euro, mentre calano del 7% a 405 milioni di euro quelle del Piemonte, terza regione più importante sotto questo speciale punto di vista. Il boom dei vini trentini visto nei vini imbottigliati non si conferma in questi dati: la crescita del 2% a 249 milioni di euro probabilmente implica una variazione negativa dei vini non imbottigliati e spumanti a vantaggio di quelli imbottigliati fermi.
  • Vi lascio dunque ai due tabelloni, che offrono numerosi spunti di riflessione!
regioni h1 5regioni h1 1regioni h1 tabe2

regioni h1 tabe
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>