Umbria – produzione vino – dati Federdoc 2013 e ISTAT 2014

2 commenti
Print Friendly, PDF & Email
umbria 2014 1

L’andamento della produzione di vino in Umbria nel 2014 è stato non dissimile da quello del resto dell’Italia, con una produzione in calo sia rispetto al 2013 che agli anni precedenti. L’entità di questo calo è meno marcata, -5% contro -12% per l’Italia, anche se i dati visti in prospettiva storica sono peggiori (-17% contro -12%). Due sono le cose da notare in questi numeri: 1) la produzione di vini di qualità continua a crescere in proporzione al totale, segno positivo; 2) finalmente siamo in grado fornire una serie di dati completa sulla produzione di vini DOC in regione (riferita al 2013), per quanto i dati contengano evidenti errori e siano incompatibili con le evidenze ISTAT. Passiamo ai numeri.

umbria 2014 2
  • Nel 2014 in Umbria si sono prodotti 670mila ettolitri di vino, il 5% in meno rispetto ai 706mila ettolitri del 2013 e il 17% in meno rispetto alla media degli ultimi 5 anni, che è stata di circa 800mila ettolitri. A confronto, la produzione italiana di 39.7 milioni di ettolitri è calata del 12%.
  • La regione ha una struttura molto semplice, con le province di Perugia e Terni, che hanno registrato rispettivamente una produzione stabile a 442mila ettolitri e un calo del 14% a 228mila ettolitri.
  • Dal punto di vista qualitativo, come notavamo nell’introduzione, la quota di vini di qualità aumenta in modo considerevole. I vini DOC sono stati 289mila ettolitri, con un incremento del 12% sul 2013 e un livello del 2% sopra la media 2008-2013, e rappresentano il 44% della produzione regionale, un livello superiore al 34% dell’Italia. Sono stati invece in calo sia la produzione di vini IGT, -14% a 294mila ettolitri, e quella dei vini da tavola, -18% a 87mila ettolitri. Ormai, i vini da tavola sono meno della metà del livello del 2008-2013, mentre per i vini IGT sembra essere stata soprattutto una cattiva annata (il calo annuale è molto simile alla riduzione rispetto alla media storica).
  • La produzione resta ben bilanciata tra bianchi e rossi. Nel caso specifico del 2014, la vendemmia è stata migliore per i vini rossi, stabili, contro un calo del 10% per i vini bianchi. In realtà si tratta di corsi e ricorsi, perchè guardando alla media 2008-2013, entrambe le categorie sono in calo in modo coerente con la produzione totale.
  • Come anticipavo, ci sono dei dati piuttosto precisi sulla produzione di vini DOC. Tanto precisi quanto inconsistenti con le evidenze ISTAT. Secondo Federdoc, la produzione regionale è di 160mila ettolitri nel 2013, contro un livello riportato da ISTAT di 260mila. Stando alle evidenze Federdoc, la produzione più importante è quella della DOC Orvieto (tra l’altro in comune con il Lazio), a 96mila ettolitri, con un calo del 4% sul 2012 ma anche visivamente dalla tabella, ben sotto le medie storiche di oltre 100mila ettolitri. Molto difficile leggere anche i dati sulla superficie vitata, che secondo Federdoc è stata di 524 ettari. Dato chiaramente errato, implicando una resa media di oltre 250 quintali di uva per ettaro. L’accoppiata Sagrantino e Montefalco registra invece una produzione di circa 22mila ettolitri.
umbria 2014 3
umbria 2014 4
umbria 2014 5
umbria 2014 7
umbria 2014 6
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “Umbria – produzione vino – dati Federdoc 2013 e ISTAT 2014”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>