La classifica dei grandi marchi di vino nel mondo Liv-Ex – aggiornamento 2015

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
LIVEX COMPLETA 2015 1

L’annuale aggiornamento delle classifica Liv-Ex dei 100 grandi marchi del vino non porta buone notizie per noi italiani. Il problema non sta però né nei prezzi e nemmeno nell’andamento delle contrattazioni, due aspetti che vengono presi in considerazione con grande attenzione. Il problema è che hanno cambiato le regole con cui la classifica viene stilata, togliendo il criterio dei giudizi dei critici. Altrimenti detto, il prodotto non viene più considerato nelle sue caratteristiche organolettiche ma soltanto per la sua capacità di far fare soldi a chi lo compra e lo vende e a chi lo detiene come investimento. Discutibile? Certamente. E’ altrettanto vero che Liv-Ex è una piattaforma di trading non una associazione di sommelier, tale per cui hanno deciso che i vini migliori sono quelli che gli fanno fare più soldi, a loro e a chi li ha.

Quindi, quest’anno i vini italiani in classifica sono soltanto sette, mentre erano dieci lo scorso anno. Tutti quelli ancora preenti salvo uno (Tignanello) peggiorano in classifica, mentre escono Giacomo Conterno e Bruno Giacosa (che essendo tra i più buoni secondo i critici hanno perduto un componente importante del loro punteggio), oltre a Guado al Tasso (già ai margini della classifica nel 2014) e Macchiole. Il top secondo Liv-Ex è Mouton Rothschild, che prende lo scettro da Pavie. I prezzi continuano invece a cresce per i vini borgognoni e italiani, mentre sia il Rodano che la Champagne calano leggermente, dopo il grande balzo del 2013. Andiamo a leggere qualche dato insieme.


LIVEX COMPLETA 2015 2

  • La classifica Liv-Ex dei brand mette Mouton Rothschild al primo posto, seguito da Haut Brion e Angelus, mentre Pavie che era primo lo scorso anno è quarto quest’anno. Quindi quattro vini di Bordeaux nei primi quattro posti e scorrendo la classifica, otto nei primi dieci e 54 nei primi cento. Gli altri due dei primi dieci sono Borgognoni, ossia DRC e Leflaive. Lo scorso anno invece la top ten aveva un’intrusione italiana, Sassicaia, e del Rodano, Guigual.
  • Come dicevamo i vini italiani peggiorano in classifica. Il primo è ancora Sassicaia, che però figura al numero 27 (contro il numero tre dello scorso anno), poi Tignalello al 45esimo (76esimo nel 2014), Masseto al 50esimo (25esimo nel 2014), Gaja al 54esimo (14esimo), Ornellaia al 62esimo (13esimo), Solaia all’86esimo (62esimo) e Petrolo all’87esimo, unica new entry.
  • I vini di Bordeaux sono sempre 54 e il prezzo medio è stabile (+0.5%), circa il 55% sopra il 2009. I vini borgognoni passano da 16 a 19, con un prezzo medio per cassa di 2400 sterline, +4% sul 2014 e il 66% sopra il 2009. I vini della Champagne passano da 7 a 6 e il loro prezzo cala dell’1.3%, il 34% sopra il 2009. I vini italiani come dicevamo calano dal 10 a 7, con un prezzo medio per cassa di 1255 euro, un prezzo in crescita dell’1.6% e del 44% superiore al 2009. Ci sono poi in classifica cinque marchi del Rodano (erano 6) tre australiani (come nel 2014), tre americani (erano due), due spagnoli e un argentino.
  • L’andamento medio dei prezzi del campione è +1.4%.
  • Tra le curiosità, il vino più caro resta Petrus a quasi 18mila sterline per cassa, seguito dall’americano Screaming Eagle (17600 sterline) e DRC (15600). Il vino il cui prezzo è cresciuto di più è l’americano Scarecrow (+20%), poi Screaming Eagle (+15%) e Larcis Ducasse (+14%). I peggiori come andamento dei prezzi sono stati Eglise Clinet, Yquem e Ausone, tra -8% e -6%. Il marchio con il maggior numero di vini trattati è DRC con 66 vini, seguito da Guigal con 52 e Margaux con 50 vini.
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco Baccaglio

LIVEX COMPLETA 2015 3

LIVEX COMPLETA 2015 4
LIVEX COMPLETA 2015 15
LIVEX COMPLETA 2015 5
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>