Laurent Perrier – risultati primo semestre 2015

1 commento
Print Friendly, PDF & Email
laurent perrier h115 1

A proposito, buon 2016, visto che siamo agli sgoccioli, per chi legge “in diretta”. Vi auguro di brindare con un Laurent Perrier, di cui questa sera commentiamo i risultati del primo semestre (che per loro chiude a settembre). Avendo letto delle disgrazie dei concorrenti (Lanson e Vranken Pommery), questi numeri sembrano proprio belli, sia per quanto riguarda il fatturato, che per i margini e per la generazione di cassa. Le vendite crescono dell’8%, i margini sono stabili prima degli ammortamenti, il prodotto è stabile in Francia e recupera molto bene in Europa, la strategia di “premiumisation” da’ insomma i suoi furtti (il 40% delle vendite del brand Laurent Perrier è “alto di gamma” contro il 37% dei primi 6 mesi del 2014). Andiamo a leggere i numeri insieme.

laurent perrier h115 2
  • Le vendite del primo semestre 2015 sono state 102 milioni, in progresso del 7.6% sul 2014, principalmente grazie ai volumi (+6%) e ai tassi di cambio (+3%) mentre il prezzo-mix segna un leggero regresso (-2%). In Francia il fatturato è stabile a 29 milioni, mentre in Europa le vendite balzano del 18% a 49 milioni di euro, praticamente generando tutta la crescita del semestre, dato che nel resto del mondo il fatturato è calato dell’1% a 24 milioni di euro.
  • A livello operativo il margine operativo lordo è stato in crescita del 10% a 24 milioni di euro, il 23% del fatturato. L’aumento degli ammortamenti (anche dovuto a una variazione dei principi contabili) ha determinato un utile operativo praticamente stabile a 20 milioni di euro, mentre l’utile netto cresce dell’8% grazie al calo degli oneri finanziari e delle tasse.
  • Il debito scende di 9 milioni di euro rispetto a settembre 2014, a circa 300 milioni di euro. Si tratta di un livello molto contenuto, sia rispetto al patrimonio netto (353 milioni) che rispetto al livello degli stock (566 milioni di euro), soprattutto quando visto in confronto con i concorrenti diretti. Quando confrontato al MOL (che viaggia intorno ai 50 milioni annui), troviamo sempre dei rapporti elevati (6x in questo caso), ma già sapete che per la Champagne vale il discorso magazzino…
  • In termini di generazione di cassa, ai 9 milioni di riduzione del debito vanno sommati i 6 milioni di dividendi pagati nel corso dell’anno, che portano a circa 15 milioni di euro l’equity free cash flow (così si chiama). Quando confrontato con la capitalizzazione di mercato di circa 500 milioni di euro, siamo a un “rendimento” per gli azionisti di circa il 3%… non male, considerando che lo stock di magazzino, anche al netto del debito rappresenta circa la metà del valore di borsa…
laurent perrier h115 3
laurent perrier h115 4
laurent perrier h115 5
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Laurent Perrier – risultati primo semestre 2015”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>