Esportazioni di vino italiano – aggiornamento maggio 2015

1 commento
Print Friendly, PDF & Email
export maggio 2015 4

 

L’andamento a “scatti” delle esportazioni, all’interno di un trend chiaramente rialzista, è ben visibile nei dati di maggio 2015 del vino italiano, che ha messo a segno un timido +1% nel mese, dopo un paio di mesi di crescita a doppia cifra (+13%), a loro volta preceduti anche da un mese in negativo. Probabilmente, a guardare i dati di giugno 2015 per ora disponibili soltanto per il dato totale italiano di tutti i prodotti la situazione potrebbe essere decisamente migliore. E’ notizia di questi giorni, invece, la svalutazione (per ora tripla, e per il 5% circa) della valuta cinese. Una volta tanto, menzionare la parola “Cina” per i viticoltori italiani non fa venire i brividi lungo la schiena. L’impatto, infatti, sarà molto limitato dato che il grande paese asiatico rappresenta soltanto 80 milioni dei 5182 milioni di esportazioni di vino italiano. Passiamo ad analizzare in dettaglio i dati di maggio 2015.


export maggio 2015 1

 

  • Le esportazioni di vino sono state 435 milioni di euro, +1.2%, che hanno portato il saldo dei primi 5 mesi dell’anno a 2073 milioni di euro, +5% e il saldo in ragione d’anno (ultimi 12 mesi) a 5182 milioni (+3%).
  • I volumi continuano a oscillare tra 20 e 20.5 milioni di ettolitri annui, per l’esattezza negli ultimi 12 mesi sono 20.14 milioni, +0.7% in ragione d’anno, lo stesso valore che si registra ormai dall’inizio 2014.
  • Come già commentato negli scorsi mesi, questi dati sono caratterizzati da una crescita costante dei vini spumanti, +13% nel mese che stiamo commentando e da un calo del 10% dei vini sfusi. La categoria “chiave” dei vini fermi imbottigliati è ferma a maggio a +0.2%.
  • Pur se su valori non paragonabili, in questi mesi stanno andando meglio le importazioni di vino (buona notizia, perchè significa che l’Italia “interna” va un po’ meglio). Ne parleremo più in dettaglio in settembre, ma la crescita degli ultimi mesi è in accelerazione. In ragione d’anno le importazioni crescono del 5%.
  • Entrando nelle categorie, i vini imbottigliati sono stabili come saldo di un incremento dell’ 11% degli USA e dell’8 del Cananda e di un calo del 3% della Germania e del 6% del Regno Unito. Chiaramente l’incremento registrato in USA è ben inferiore a quello che si sarebbe dovuto vedere se avessimo “incamerato” completamente il vantaggio del cambio, che in questi primi mesi del 2015 è stato superiore al 20%.
  • I vini spumanti continuano a macinare record su record, con una crescita del 13% a 70 milioni nel mese di maggio, che porta il saldo dei 12 mesi a 903 milioni di euro. Come già visto nel passato si tratta di un saldo tra un calo di oltre il 20% dell’Asti spumante e di un incremento degli altri spumanti, tra cui +18% per gli altri DOP e +26% per il resto del segmento. In termini geografici, in maggio il Regno Unito cresce del 32%, mentre gli USA rallentano vistosamente a +5% e la Germania cala del 6%. Ma ormai per gli spumanti l’appuntamento chiave dopo la parentesi pasquale è con i dati dell’ultimo trimestre dell’anno…
export maggio 2015 2
export maggio 2015 5
export maggio 2015 56
export maggio 2015 6
export maggio 2015 7
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Esportazioni di vino italiano – aggiornamento maggio 2015”

  • Andrea

    OT:

    Salve Bacca avrei delle domande da farle. È possibile avere un contatto per poter parlare al di fuori della sezione commenti del sito?

    Grazie!

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>