Veneto – produzione e valore vini DOC 2013

2 commenti
Print Friendly, PDF & Email
fed veneto 2013 05

Dopo Toscana e Piemonte procediamo con l’analisi delle DOC regionali in Veneto, dove dominano per volumi e valore due aree/vini: la Valpolicella e il Prosecco. Le nostre stime su volumi 2013 e prezzi 2014 ci indicano un valore alla produzione di 370 milioni di euro per l’accoppiata Conegliano Valdobbiadene e Prosecco, e di circa 200 milioni di euro per Valpolicella/Amarone. Sono numeri particolarmente rilevanti, anche nel panorama italiano: considerando i 17.3 milioni di ettolitri DOC prodotti nel 2013 e il prezzo medio italiano di 130 euro per ettolitri, otteniamo 2.2 miliardi di euro. Ecco, di questi 570, cioè il 25% sono di quei due “gruppi” di denominazioni. Passando ai numeri sui volumi di Federdoc, secondo l’agenzia i volumi DOC del 2013 sono cresciuti dell’8% a 4.7 milioni di ettolitri (comprese DOC interregionali). Accanto al +19% del Prosecco, che sfonda la ragguardevole barriera dei 2 milioni di ettolitri, tra le grandi denominazioni venete il 2013 è stato buono per il Valpolicella (+7%), meno per l’Amarone (-6%) e per il Bardolino (-15%), mentre sono poco mossi i numeri del Conegliano Valdobbiadene (+3%) e del Soave (-2%). Andiamo sui numeri.

fed veneto 2013 0
  • La produzione di DOC venete nel 2013 è stimata da Federdoc a 4.7 milioni di ettolitri, anche se tale dato include alcune DOC come il Prosecco, il Lugana o il Garda che sono in realtà coltivate anche in altre regioni. Il dato è quindi da prendere con le molle. A titolo di riferimento, ISTAT ha accreditato al Veneto 4.2 milioni di ettolitri di vino di qualità.
  • Dicevamo del Prosecco, prima DOC italiana a volume (2.1 milioni di ettolitri, +19%) e a valore, dato che a 116 euro a ettolitri medi del 2014 tocca un valore di 250 milioni di euro ai prezzi del vino all’ingrosso. Più del doppio del valore di 112 milioni di euro del 2009, quando la DOC è partita.
  • La seconda DOC è Conegliano Valdobbiadene, di nuovo a volume e a valore. 589mila ettolitri prodotti nel 2013 sono il massimo storico anche in questo caso, così come i 121 milioni di euro di valore ai prezzi di base.
  • La terza DOC veneta è Soave, 517mila ettolitri nel 2013, in calo del 2% ma del 13% sopra la media degli ultimi 5 anni. Questo leggero storno, unito a un calo del 5% dei prezzi nel 2014 ci porta a calcolare un valore di 52 milioni di euro.
  • L’area della Valpolicella come dicevamo sviluppa un valore di produzione di 195 milioni di euro. 90 milioni sono quelli del Valpolicella, che nel 2013 è prodotto in 380mila ettolitri, +7% e del 4% sopra la media storica. Per i due Amaroni (normale e classico) abbiamo barato mettendo i prezzi che per la prima volta rilevano nel 2015 a 875 euro per ettolitro. La loro produzione è stata di 56mila ettolitri per il normale (stabile) e 63mila ettolitri per il Classico (-11%). Al valore che abbiamo detto fanno circa 50 milioni di euro ciascuno.
  • Tra le altre DOC notiamo la cattiva annata per il Bardolino, in calo del 15% a 217mila ettolitri, con un valore rilevato di circa 19 milioni di euro. Si mantiene poi sopra i 100mila ettolitri la DOC Venezia, mentre li sfiora la DOC Lugana, in crescita dell’11%, sui massimi storici.

fed veneto 2013 2 fed veneto 2013 1
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “Veneto – produzione e valore vini DOC 2013”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>