Produzione DOC e DOCG per denominazione – dati 2013

3 commenti
Print Friendly, PDF & Email
doc federdoc 2013 1xx

Ho terminato di rielaborare i dati Federdoc relativi alla produzione 2013 che vi presenterò per le principali regioni durante l’estate. Oggi, apriamo le danze con le classifiche delle maggiori DOC, che qui includono tutto quello che produce più di 50mila ettolitri (mi scuso per chi ha interesse delle DOC minori, ma la classifica sarebbe troppo lunga). La classifica è piuttosto completa, manca soltanto la produzione della DOC Castelli Romani, non pervenuta dalla Camera di Commercio di Roma (non mettetegli fretta, mi raccomando). Da quest’anno ho deciso dividere i numeri per 1000 per gli ettolitri, salvo la tabella delle superfici che apre il post qui sopra.

Dunque, difficile fare conclusioni qui. Comunque, le DOC con più di 50mila ettolitri prodotti sono 61 nel 2013 contro 60 nel 2012. Di queste 28 hanno avuto una produzione in crescita rispetto al 2012. La crescita media per queste DOC è stata del 4% circa, soprattutto trainata dalle DOC che chiamiamo “geografiche” e dagli spumanti. Il re tra le DOC Italiane resta il Prosecco, che è stato prodotto nel Trivento in 2.14 milioni di ettolitri, +19%. La seconda DOC Italiana è il Montepulciano d’Abruzzo, che è leggermente calato rispetto al 2012, mentre l’annata è stata migliore per il Chianti, che messo insieme al Chianti Classico cresce del 10%. Si riprende la produzione della DOC Trentino, mentre continua a crescere costantemente la produzione di Conegliano Valdobbiadene, la parte di qualità del Prosecco. Ma andiamo insieme a commentare le principali categorie.

doc federdoc 2013 0xx

 

  • Le DOC Rosse hanno tendenzialmente avuto una crescita del 4% circa, naturalmente con numerosi dati discostanti. Il Montepulciano d’Abruzzo cala per esempio del 3% a 851mila ettolitri, mentre la combinazione Chianti/Chianti Classico passa da 900mila a 990mila ettolitri, quindi con un 10% tondo, soprattutto grazie alla variante Classico. Cala invece del 15% la produzione di Bardolino dopo diversi anni di crescita. Sembra essersi definitivamente ripresa la produzione di Valpolicella, che cresce del 7% a 380mila ettolitri. Se la mettiamo insieme ai 2 Amaroni che trovate in fondo alla classifica che hanno prodotto 120mila ettolitri, si arriva a 500mila ettolitri di produzione.
  • Avendo detto dell’Amarone, volevo farvi notare il trend di costante crescita del Barolo, a occhio 3mila ettolitri all’anno, che supera la barriera dei 100mila ettolitri e si contrappone invece alla stabilità della produzione di Brunello, 76mila ettolitri nel 2013.
  • Sui bianchi, si sta riprendendo il Soave, che supera ancora i 500mila ettolitri nel 2013 dopo qualche annata di bassi volumi, mentre cala del 6% il Trebbiano d’Abruzzo, seconda DOC bianca. Si riprende dopo anni di calo il Verdicchio dei Castelli di Jesi, mentre continua l’ascesa del Vermentino di Sardegna (ma anche di quello “nobile” di Gallura, che compare per la prima volta sopra i 50mila ettolitri): come abbiamo letto è una denominazione molto ricercata nella grande distribuzione, con un ottimo prezzo di vendita. Sono poi in decisa crescita sia il Lugana (a un ritmo del 10% annuo!) e del Gavi, che sui 5 anni ha un ritmo di crescita del 5% circa.
  • Sulle denominazioni geografiche, i dati sono molto più ballerini. I “percorsi” più costanti di crescita sono certamente Alto Adige, Langhe, Trento e Roero.
  • Trovate infine una “classifichina” degli spumanti. Del Prosecco abbiamo detto, per l’Asti un’annata in calo del 7% a 712mila ettolitri.
doc federdoc 2013 05xx
doc federdoc 2013 07xx
doc federdoc 2013 08xx
doc federdoc 2013 2
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

3 Commenti su “Produzione DOC e DOCG per denominazione – dati 2013”

  • vincenzo

    Chiedo scusa, nella classifica delle DOC (nella tabella dove si trovano le superfici denunciate), quando non si trovano valori scritti (ad esempio la superficie del prosecco nel 2008) cosa significa? da che minimo di superficie si parte? grazie mille.

  • bacca

    Buonasera Vincenzo,
    grazie dell’interesse per I numeri del vino.
    I dati del Prosecco 2008 credo non ci siano perchè la DOC non era ancora istituita (ma dovrei controllare). Certamente i dati Federdoc alcune volte sono incompleti, quindi i “buchi” che troverà in questo ma anche in altri post con quella fonte sono per la maggior parte dei casi dovuti alla mancata pubblicazione del dato.

    A presto!

    Marco

  • vincenzo

    Ho fatto un paio di ricerche e confermo ciò che hai detto in precedenza: la DOC è stata istituita a partire dalla vendemmia del 1 agosto 2009. Grazie.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>