Esportazioni di vino Italia – aggiornamento febbraio 2015

2 commenti
Print Friendly, PDF & Email
EXPORT FEB 2014 05

 

Oggi aggiungo un’analisi che latita da qualche tempo, cioè il confronto tra le esportazioni di vino e le esportazioni totali dell’Italia. Diciamo che sono due cose molto diverse, però i primi due grafici del post vi dicono che non è più vero che le esportazioni di vino crescono più di quelle totali italiane. Il primo grafico confronta la crescita mensile, il secondo invece la differenza tra le due crescite. Molto semplicemente, in un contesto in cui le esportazioni si sono stabilizzate, le esportazioni di vino sono passate da una situazione di crescita “maggiore o uguale” a quella degli altri beni, a una situazione “minore (di poco) o uguale”. Ognuno può leggerci dentro quello che vuole: io ci leggo un problema strutturale a crescere il valore delle esportazioni quando i volumi non salgono (o non possono salire) a causa del ridotto potenziale produttivo. Vedremo.


Sulle esportazioni di febbraio, due righe: i numeri sono buoni, in crescita rispetto a febbraio 2014 del 3% circa. Due cose sottolineerei: da una parte, grande beneficio dai rapporti di cambio, dollaro in particolare, compensato dalla discesa delle esportazioni in Europa. Secondo, inizio anno molto molto volatile per l’Asti, che sta “nascondendo” una performance ancora ottima degli spumanti DOP. Passiamo ai numeri.

EXPORT FEB 2014 0

 

  • Le esportazioni di vino sono cresciute mediamente dell’1.5% negli ultimi 6 mesi, contro un +3% per le esportazioni italiane. Nei 6 mesi precedenti i due numeri erano 0% e si equivalevano. Indietro altri 6 mesi il vino faceva +5% mentre il totale +1.2%. Quindi: l’export di vino che è andato decisamente meglio durante la crisi cresce di meno ora rispetto a settori più ciclici.
  • Export di febbraio in crescita del 3% a 386 milioni di euro, con un +3.7% per i vini imbottigliati, +13% per i vini spumanti e -20% per i vini sfusi. Sui primi 2 mesi le esportazioni calano del 2% circa a 711 milioni, stante un calo dell’1.5% dei vini imbottigliati, un -20% per i vini sfusi e un +11% per i vini spumanti.
  • La partenza d’anno è caratterizzata da un significativo calo dei volumi (-6/7%). Siamo ancora in un periodo poco significativo, ma per ora abbiamo perso circa 200mila ettolitri rispetto allo scorso anno.
  • Il “malato” si chiama Germania, dove le esportazioni calano del 7% per i vini imbottigliati e del 22% per i vini sfusi (qualcuno sta rimpiazzando il nostro vino con il suo…), mentre crescono del 4% per i vini spumanti, che però sono nel loro “basso di stagione”
  • Questa è la ragione principale del mancato effetto cambi sull’export totale. Infatti, gli USA sono partiti a +13% sui vini imbottigliati (anche se in verità il cambio ha fatto +22%… vedremo a Marzo), e +40% sui vini spumanti, il Canada +8%. Il Regno unito va benissimo per gli spumanti, +54%, meno bene per i vini imbottigliati (-7%).
  • Infine, una riga per l’Asti, che è partito a -35% ma soprattutto come abbiamo anticipato già un mese fa, con destinazioni estere completamente nuove e rivoluzionate. Dovrò rifare la tabella e andarmi a cercare dove hanno spedito il vino!
EXPORT FEB 2014 1
EXPORT FEB 2014 2
export feb 2014 4
EXPORT FEB 2014 5
EXPORT FEB 2014 3
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “Esportazioni di vino Italia – aggiornamento febbraio 2015”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>