Le esportazioni di vino italiano – aggiornamento gennaio 2015

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
export italia gennaio 2015 0

Le esportazioni di vino di gennaio, mese notoriamente poco importante, sono state in calo del 6%. L’anno è dunque partito male. Gli spumanti continuano a crescere del 10% circa, ma i vini fermi (-7%) e i vini sfusi (-20%) hanno avuto un mese particolarmente negativo, probabilmente anche legato a un inizio di impatto della scarsa vendemmia (volumi totalli -7.2%). Dal punto di vista geografico, si vedono i primi impatti del mutato scenario valutario, con un incremento in America ma anche in Cina, che però è bilanciato da un significativo indebolimento in Germania e negli altri mercati europei, compreso il Regno Unito. Diciamo che è un mese interlocutorio e che il test vero si vedrà a Marzo, ma certamente non è un buon segnale.


export italia gennaio 2015 1

 

  • L’export totale di gennaio è stato di 325 milioni, in calo del 6.2%, con un volume esportato di 1.36 milioni di ettolitri, in calo del 7% contro lo scorso anno. Ciò determina un appiattimento dell’andamento annuo: sui volumi siamo a +1.5% con 20.22 milioni di ettolitri, sui valori a +1.1% a 5057 milioni.
  • Presi globalmente, i tre mercati principali USA, Germania e Regno Unito hanno andamenti differenti. Gli USA stanno accelerando sia sui volumi che sui valori. Sui 12 mesi terminanti a gennaio siamo a +5.5%, 1.1 miliardi di euro, con un eccellente andamento puntuale di +18% a gennaio. La Germania fa esattamente l’opposto in gennaio, -18%, e anche a livello annuo siamo ormai a -5.5%, 959 milioni di euro. Poco edificante il fatto che i volumi siano stabili, a indicare che in Germania esportiamo un prodotto sempre meno pregiato. I Regno Unito sta a metà: gennaio è ancora positivo (+4%), ma la crescita vorticosa del recente passato non c’è più. Siamo a 657 milioni, +6.7%.
  • Il nostro quarto mercato, la Svizzera è invece stabile a circa 315-320 milioni di esportazioni annue, ma a gennaio il calo è stato pesantissimo, -17%, a indicare che il pesante rafforzamento del franco svizzero ha avuto un impatto.
  • Per quanto riguarda i BRIC, la Russia sta rapidamente calando. A gennaio l’export si è dimezzato e a livello annuo siamo ormai a 100 milioni di euro, ben al di sotto del picco di 118 milioni di metà 2012. La Cina ha avuto un mese negativo (-8%) ma tale calo non è visibile nei mesi precedenti e l’export di 74 milioni annui sembrerebbe intonato in modo positivo. Siamo invece entrati in territorio negativo in Brasile (-4% a gennaio, -2% sui 12 mesi), che però conta poco, con soltanto 30 milioni di export. L’India, come sempre, non pervenuta.

 

 

export italia gennaio 2015 2
export italia gennaio 2015 3
export italia gennaio 2015 15
export italia gennaio 2015 4
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>